Rai, Consiglio di Stato accoglie i rilievi. Via libera al canone in bolletta

Rai, Consiglio di Stato accoglie i rilievi. Via libera al canone in bolletta

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

E
Economia
  mercoledì, 27 aprile 2016
 19:57

Rai, Consiglio di Stato accoglie i rilievi. Via libera al canone in bollettaVia libera dal Consiglio di Stato al provvedimento del ministero dello Sviluppo economico che riforma le modalita' di pagamento dell'abbonamento Rai nella bolletta elettrica. I giudici amministrativi hanno firmato questa mattina il provvedimento che accoglie il  testo del governo. A renderlo noto e' stato, nel corso di una conferenza  stampa a Palazzo Spada, Franco Frattini, presidente della Sezione consultiva degli atti normativi del Consiglio.

«L'amministrazione ha accolto nella  sostanza le nostre proposte, e, oggi c'e' chiarezza», ha detto Frattini. Il Consiglio di Stato aveva infatti invitato nelle scorse settimane il Mise a rivedere il testo e, in attesa, aveva sospeso l'espressione del parere.  I punti su cui si erano concentrati i rilievi critici dei giudici amministrativi riguardavano soprattutto la mancata definizione di 'apparecchio televisivo' ai fini dell'applicazione del canone Rai e l'assenza di garanzie per la tutela della privacy.

«Sul concetto di cosa sia un apparecchio televisivo e' stata fatta chiarezza -ha spiegato Frattini- come c'e' stata conferma da parte dell'amministrazione sul fatto che se ci sono piu' apparecchi il canone e' comunque uno. e' stata introdotta anche la previsione che tutti i dati relativi ai cittadini devono essere trattati sulla base del codice della privacy».

Un altro aspetto che e' stato chiarito riguarda il ruolo delle aziende elettriche concessionarie del canone.

«La compensazione non solo e' forfettaria ma e' a valere sui fondi destinati all'Agenzia delle entrate - ha detto Frattini - si e' tolto ogni dubbio sul fatto che l'aumento in bolletta fosse un pagamento dovuto alle aziende elettriche».

Al testo del parere favorevole del Consiglio di Stato e' stato aggiunto un suggerimento, ha spiegato ancora Frattini,

«quello di rendere ordinaria e ad ampio spettro la pubblicita' di tutti i moduli, che i cittadini dovranno utilizzare, non solo nella fase iniziale, e che le istruzioni siano scritte con linguaggio chiaro e comprensibile».

Un aspetto quest'ultimo, ha concluso Frattini, «compatibile con il parere favorevole. Non si tratta infatti di un vizio ma solo di un auspicio che l'amministrazione dovrebbe facilmente accogliere»

«Non ho mai dubitato e ringrazio il Consiglio di Stato per il costruttivo contributo dato al percorso del decreto sul canone Rai in bolletta. Colgo  anche l'occasione per esprimere la mia sincera gratitudine al Garante della Privacy e ai suoi collaboratori per il lavoro serio, puntuale e competente  che insieme, ciascuno per le sue competenze, stiamo facendo». Lo afferma il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, dopo il via libera del Consiglio di stato alla normativa sul canone Rai in bolletta.

«Credo che essere in una fase in cui andiamo verso una certezza delle risorse per il servizio pubblico possa essere un elemento di stabilita' e alla fine  possa essere un elemento positivo per tutto il sistema dei media perche' puo' dare delle risorse certe che diventano complementari rispetto a quello che e' il settore commerciale».

Lo ha detto il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall'Orto a margine della presentazione della terza edizione del  'Festival della Cultura Creativa' promosso dall'Abi e dalle banche dal 2  all'8 maggio, per avvicinare i giovani, tra i 6 e i 13 anni, alla cultura.

Rispondendo alle domande dei giornalisti sulla dichiarazione del presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri sull'importanza che «il modello di  finanziamento della Rai non crei squilibrio nell'intero sistema», il  direttore generale della Rai ha anche sottolineato:

«Credo che un sistema che  riesca a distinguere di piu' tra parti possa essere di beneficio sia per il  servizio pubblico che per i servizi commerciali»

Ultimi Video

Palinsesti TV