Bilancio positivo 5G FED CONFERENCE, proposte concrete e di valore

Bilancio positivo 5G FED CONFERENCE, proposte concrete e di valore

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

I
Internet e Tv
  venerdì, 14 maggio 2021
 17:10

Bilancio positivo 5G FED CONFERENCE, proposte concrete e di valoreBilancio largamente positivo quello che emerge dal 5G FED CONFERENCE, svoltosi oggi sulla piattaforma digitale Connect (e disponibile in diretta anche su Digital-News.it), che ha ospitato importanti ospiti, per esaminare lo stato dell’arte sul 5G, Fibra e FWA, con proposte concrete e di valore.

La 5G FED CONFERENCE ha fatto parte negli eventi che anticipano il 18° FORUM EUROPEO DIGITALE (Giugno e Novembre 2021), che comprendono le puntate dei Tech Talk, che stanno ottenendo un importante successo di pubblico

L’apertura della giornata è stata affidata all’On. Anna Ascani, che ha voluto ribadire come

“il diritto di accesso sia uno dei diritti fondamentali, che riveste un ruolo oramai fondamentale per la ripresa e la crescita del paese, a cui bisogna garantire una connettività veloce, accessibile e sostenibile. Bisogna approfittare del piano PNRR – ha aggiunto il Sottosegretario al Mise, nel solco della guida su competitività e green deal europeo”

Parole rafforzate da Patrizia Toia, vice presidente della Commissione ITRE al Parlamento Europeo, che ha chiesto di

“avere coraggio per vincere le sfide, che sono sfide, prima di tutto, per dare vigore alle imprese ed ai cittadini”. “L’Europa è un mercato importante che deve crescere con la forza degli operatori – ha aggiunto la Toia, dobbiamo credere nel processo di innovazione”

Grande interesse ha suscitato la presentazione di Andrea D’Acunto Mediterranean Telco, Media & Technology Leader di EY per far comprendere al meglio lo stato dell’arte della connettività e delle connessioni in Italia, in particolare, l’interesse ed i benefici che il 5G porterà ai cittadini ed alle imprese.

“Secondo il nostro osservatorio, il 42% delle famiglie pensa che il 5G garantirà connettività più affidabile e costante”

Andrea Biondi de Il Sole 24 ore ha abilmente moderato la tavola rotonda degli operatori, con un parterre di alto livello e contributi significativi che sono qui riassunti:

Sabrina Baggioni Vodafone:

“Siamo passati dalle sperimentazioni alle soluzioni in campo: abbiamo già clienti, consumer e aziende, che utilizzano applicazioni 5G Vodafone sul nostro edge distribuito”

Gabriele Elia Tim

“TIM è impegnata nello sviluppo del 5G, asset fondamentale per la digitalizzazione del Paese, in grado di abilitare servizi innovativi per cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione”

Luca Monti WindTre

“In uno scenario di crescente consapevolezza del 5G, come abilitatore di nuovi servizi a persone, aziende e PA, WINDTRE intende giocare un ruolo centrale per trasformare questa vision in realtà”

Andrea Lasagna Fastweb

“Il processo è in corso in vista anche della infrastrutturazione delle reti 5G, che potranno essere i corrieri dei prossimi servizi, sia residenziali che industriali, in vista della trasformazione digitale”

Domenico Dichiarante

“Open Fiber sta realizzando la rete che abilita l'ecosistema 5G. Fibra capillarmente disponibile per backhauling, cloud/edge computing ed industria 4.0, superando ogni ostacolo nei processi di innovazione”

Claudia Pollio Linkem

“Il 5G FWA è riconosciuto come elemento abilitante per portare connessione reale fino ad 1 Giga sia nelle aree urbane che in quelle rurali. E’ una soluzione che attiva importanti passi in avanti anche per la pubblica amministrazione, per compiere il progetto delle smart cities”

Alessandro Verrazzani Eolo

“La nostra è una azienda cresciuta molto in concomitanza con la richiesta di maggiore velocità, usabilità ed accessibilità. FWA ha dimostrato di sapersi innovare e rinnovare, anche in ottica 5G aumentando le prestazioni ed in linea con il PNRR”

Massimo Bertolotti Sky Italia

“Noi predilegiamo la qualità delle connessioni perché per definizione è il valore che vogliamo trasmettere e trasportare verso le famiglie italiane, anche riverberando le attività di Comcast e Sky Uk che sono operatori da tempo, con risultati eccellenti”.

A conclusione della tavola rotonda, Laura Di Raimondo, Direttore di Assotelecomunicazioni, ha ribadito l’importanza della trasformazione digitale secondo un processo olistico:

“Le persone debbono essere sempre al centro, anche pensando alle competenze. Bisogna accompagnare investimenti straordinari per formare il personale che opera nel settore e le nuove figure. Con il 5G si parla di ecosistema e servizi integrati”.

Nella parte finale del 5G FED Conference, è seguita la tavola rotonda dell’industria condotta da Andrea M. Michelozzi, Presidente di Comunicare Digitale, che ha avuto l’onore di accogliere Elisabetta Romano di Sparkle, Alessio De Sio Zte Italia, Luigi De Vecchis di Huawei Italia, Antonio Sfameli di Ericsson Italia e Michelangelo Suigo di Inwit. Questi i passaggi di maggiore interesse:

Elisabetta Romano:

“L’industria con il 5G deve monetizzare e noi abbiamo la responsabilità di offrire servizi e soluzioni a livello globale, come già avviene in Africa, dove alcuni servizi essenziali, come le applicazioni alla sanità provano la forza dell’offerta”

Alessio De Sio:

“Vogliamo crescere in Europa ed in Italia, vogliamo contribuire trasparentemente al dibattito ed umanizzare il 5G, con proposte di eccellenza. Proprio dall’Italia e da L’Aquila a breve sapremo annunciare una novità che combina l’industria cinese con il sapere del Made in Italy, per dimostrare che i risultati sono a portata di mano”

Luigi De Vecchis:

“I temi del cambiamento e della sicurezza stanno a cuore a Huawei, perché abbiamo preso consapevolezza che il combinato disposto della conoscenza, della condivisione e del lavoro comune, sono il volano per vincere quelle sfide ambiziose che ci siamo posti, investendo da 17 anni in Italia”

Antonio Sfameli:

“In Italia ogni euro investito nel 5G creerà un ritorno economico di 2,2 euro. il 5G si pone così come vettore di rilancio e trasformazione per vari settori, tra cui il manifatturiero, la logistica, e la pubblica amministrazione. Ne abbiamo prova nel nostro Paese dove, grazie agli ingenti investimenti dei nostri tre centri di Ricerca e Sviluppo, è stato possibile implementare applicazioni per molteplici casi d’uso industriali.”

Michelangelo Suigo:

“Inwit è apripista nel supporto ad operatori per lo sviluppo della tecnologia del 5G, con soluzioni anche di supporto al modello del neutral host, con oltre 22mila torri, micro coperture dedicate ed attenzione per tutte le realtà, con una attenzione per i borghi italiani, prossimi protagonisti della trasformazione digitale”.

Il finale ha visto, prima, la partecipazione di Cesare Avenia, Presidente di Confindustria Digitale, e di un intervento video del Commissario Agcom, Laura Aria. Avenia è tornato a ricordare l’importanza strategica del 5G in Italia, per il sistema paese e per onorare la guida offerta dal PNRR, che vuole essere il perno della ripresa anche come sistema paese:

“Dobbiamo guardare al presente imparando dagli errori del passato, in ciò che non è andato, perché quando dicevamo che il paese era indietro nella trasformazione digitale, significava che aveva problemi anche economici”. “Il PNRR è una occasione unica – ha aggiunto Avenia, in cui sono riportati gli obiettivi mancati, che ci vengono riproposti. Non possiamo fallire ancora”.

Il Commissario AGCOM Aria ha voluto ricordare come, a partire dalla precedente consigliatura dell’Autorità, sia stata fatta grande attenzione sia alle regole nazionali ed europee, sia alla importanza di adeguare i processi per garantire mercato e cittadini:

“Adesso la sfida è passare dalle regole al gioco vero e proprio. E’ tutto il sistema paese che si muove, che deve cambiare paradigma rendendo fattore abilitante per una società che sappia cogliere tutti i benefici dei modelli”

La 5G FED Conference è stata seguita nel live da oltre 2.490 spettatori, grazie alla diretta sul sito www.fed2021.com, i canali social di Comunicare Digitale ed i Media Partner Digital Sat News, Monitor Radio Tv ed UniversoInformatico24.it. L’evento è disponibile sulle varie piattaforme e solo sul canale social YouTube ha già raggiunto oltre 5.200 visualizzazioni.

Rimane attiva la piattaforma CONNECT -> (connect.forumeuropeo.tv) uno spazio che intende creare e stimolare attività di connessione, supporto, stimolo, comunicazione, formazione e “visione”, che vedranno nel networking e la business area, le “corsie” principali per generare opportunità, nuovi progetti e risultati. La decisione di creare CONNECT deriva dalla volontà di generare iniziative, attività, incontri, dibattiti ed eventi per tutto il corso dell'anno, per contrastare con forza ed energia le difficoltà derivanti dal momento particolare.

L’appuntamento tornerà in Autunno con una nuova edizione, ancora più ricca, per mantenere l’attenzione su di un importante tema e sul settore della connettività in Italia.

 Articolo di Simone Rossi
per "Digital-News.it"
(twitter: @simone__rossi)

Ultimi Video

Palinsesti TV