21st Century Fox, -5% a 799 mln $ utili 1 Trim, ricavi a 7,56 mld

21st Century Fox, -5% a 799 mln $ utili 1 Trim, ricavi a 7,56 mld

News inserita da:

Fonte: RadioCor

S
Satellite / Estero
  giovedì, 11 maggio 2017
 10:12

Nei tre mesi chiusi il 31 Marzo scorso, 21st Century Fox ha registrato profitti netti per 799 milioni di dollari, in calo del 5% circa dai 841 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. Gli utili al netto di voci straordinarie sono stati di 54 centesimi per azione, in rialzo del 15% dai 47 centesimi di un anno prima e sopra i 48 centesimi per azione attesi dagli analisti. Gli scandali di molestie sessuali nel canale Fox che portarono all'uscita prima dell'ex Ceo Rger Ailes e poi del presentatore Bill ÒReilly e del copresidente Bill Shine non hanno avuto un impatto negativo sui conti anche se il gruppo ha svelato di avere raggiunto nel trimestre patteggiamenti per 10 milioni di dollari. In quello che per il colosso dell'intrattenimento è il terzo trimestre fiscale i ricavi sono saliti del 5% a 7,56 miliardi di dollari. Il consenso era però di 7,63 miliardi. Come spiegato dall'azienda in una nota, l'incremento è stato sostenuto da maggiori introiti pubblicitari nel segmento televisivo, grazie alla messa in onda del Super Bowl (l'evento sportivo dell'anno in Usa). Nel dettaglio, la divisione di tv via cavo che comprende Fox News ha registrato vendite in rialzo a 4 miliardi (+2,1%) e quella delle tv tradizionali ha messo a segno un fatturato a sua volta in aumento a 1,690 miliardi (+30%). La divisione cinematografica ha invece subito un leggero calo a 2,256 miliardi (-2,8%).

Lachlan Murdoch e il padre Rupert, con  cui condivide l'incarico di co-presidente esecutivo del colosso dell'intrattenimento nato nel 2013 dallo split in due della vecchia News Corp (a quella nuova fanno capo soltanto le attività editoriali con prodotti come il Wall Street Journal), hanno commentato i conti dicendo che «continuiamo a dimostrare la nostra capacità di catturare opportunità per fare crescere la distribuzione del nostro portafoglio di marchi di video». Secondo i due, nel trimestre sono stati fatti progressi sul fronte delle priorità strategiche con, per esempio, i film «Hidden Figures» (tratto dal libro di Margot Lee Shetterly, in italiano intitolato «Il diritto di contare»). I top manager del gruppo che lo scorso dicembre ha annunciato l'offerta di acquisto per circa 14,6 miliardi di dollari della quota del 61% che ancora non possiede nella britannica Sky si sono detti «fiduciosi» che la transazione verrà approvata entro la fine dell'anno (l'ok della Commissione Ue è già stato dato ma quello dell'autorità per le comunicazioni e dell'antitrust in Gb ancora mancano). «La nostra combinazione con Sky avanzerà un'altra delle nostre priorità strategiche, spingendo l'innovazione per i consumatori», hanno spiegato in una nota. Il titolo di classe A di 21st Century Fox ieri ha terminato la seduta in ribasso dell'1% a 31,06 dollari. Nel dopo mercato - in reazione ai conti, arrivati a mercato chiusi - ha ceduto l'1,77%. Da inizio anno ha perso lo 0,5% e negli ultimi 12 mesi ha ceduto il 6,25%.

Ultimi Palinsesti