Perrelli (Sky Sport): «Non solo calcio, siamo sempre di più la Casa dello Sport»

Perrelli (Sky Sport): «Non solo calcio, siamo sempre di più la Casa dello Sport»

News inserita da:

Fonte: Il Messaggero / Digital-News

S
Sky Italia
  martedì, 09 agosto 2022
 11:55

Perrelli (Sky Sport): «Non solo calcio, siamo sempre di più la Casa dello Sport»Oltre 8.300 ore di eventi live, più di 20 discipline: da 20 anni Sky è la Casa dello Sport in Italia e propone la più ampia offerta sportiva disponibile. Tra gli eventi con maggiore ascolto di Sky Sport nel 2022 c’è anche il Gp di Arabia Saudita con 1 milione 937 mila spettatori medi, il 9,6% di share e 3 milioni 31 mila spettatori unici. È stato il Gp più visto di sempre su Sky Sport. E poi anche la finale di Conference League tra la Roma e il Feyenoord del 25 maggio: 4 milioni 503 mila spettatori medi, con il 22,1% di share e oltre 9 milioni spettatori unici su Sky Sport (1 milione 199 mila / miglior risultato stagionale per un match di calcio su Sky) e TV8 (3 milioni 304 mila)..

Ne parla sulle pagine del "Messaggero" nell'intervista a cura di Andrea Sorrentino, Marzio Perrelli, Executive Vice President di Sky Sport.

Sabato prossimo, con l’inizio della serie A, sulla piattaforma Sky torneremo a vedere tutte e 10 le partite dei turni di campionato. A questo punto il quadro della “casa dello sport” è completo?
«Siamo sempre stati la casa dello sport in questi ultimi 20 anni e lo saremo ancora di più, certo. Le ultime notizie ci hanno dato grande entusiasmo, ma è lo stes  so che ci ha permesso di affrontare l’ultimo anno, che poteva essere difficile perché eravamo in svantaggio: e invece posso dire che nell’ultima stagione il brand Sky è cresciuto, anzi si è rafforzato. In qualche modo avevamo “viziato” il pubblico in termini di qualità, di affidabilità, di commento editoriale. Attraverso l’accordo con Dazn, Sky ospiterà sui suoi canali le 7 partite che mancavano lo scorso anno».

L’ultima novità è...?
«Dalla prima di serie A avremo anche gli highlights, l’accordo con la Lega è cosa fatta. Quindi all’offerta di qualità e quantità, aggiungeremo anche l’immediatezza. Stiamo studiando in queste ore di proporre qualcosa di nuovo per il postpartita, adatteremo i palinsesti a questa ultima novità, per avere un prodotto completo in tutto. Comunque Sky aveva mantenuto la centralità nella discussione calcistica anche senza tutte e 10 le partite e senza highlights: gli abbonati sono rimasti fedeli, e oggi ripartiamo più forti. Il calcio, del resto, è centrale nella nostra offerta, e il pubblico risponde: gli ascolti delle prime partite di Premier League del weekend sono clamorosi».

In questa stagione ci sono stati ascolti elevati anche per gli altri sport?
«Il Gp di Formula 1 in Arabia Saudita è arrivato a 2 milioni di ascolti medi (non i contatti), con quasi il 10% di share, è stato il più visto di sempre. L’altra nostra grande esclusiva, Wimbledon, dà risultati eccezionali: poi la crescita del tennis italiano è stata una coincidenza felicissima per noi, anche se siamo stati bravi a capire il momento, infatti già da tempo abbiamo creato un canale solo per il tennis».

Con Sky gli sport ci guadagnano?
«Essere su Sky nobilita, gli sport lo sanno. Cito come esempio il rugby. Per quanto mi riguarda una delle cose più emozionanti dell’ultimo anno è stata la vittoria nel Sei Nazioni dell’Italia in Galles, all’ultimo minuto, dopo 7 anni di sconfitte: un fatto straordinario, per chi ama lo sport quello è lo sport al suo massimo. E noi mettiamo tutti gli sport, le oltre 20 discipline che trasmettiamo, sullo stesso piano: lo sforzo produttivo è lo stesso. E’ quello che chiamiamo lo “Sky touch”: comprare i diritti sì, ma poi ci devi montare sopra tutto il resto, dal punto di vista editoriale e degli investimenti in tecnologia. Parlo di studi, di grafiche, di qualità delle immagini, in cui noi deteniamo un primato di eccellenza non solo in Italia, ma in Europa: abbiamo standard elevati anche in Sky Inghilterra e Sky Germania, sappiamo di cosa parliamo. Sotto questi aspetti, in 20 anni, Sky ha lavorato in modo impeccabile».

In qualche modo siete anche finanziatori dello sport...
«Sicuramente, visto che investiamo centinaia di milioni all’anno. Siamo finanziatori e promotori, facciamo del bene allo sport: non credo ci siano molti enti in Italia che spingono lo sport e incoraggiano la gente a praticarlo più di noi. Ne siamo orgogliosi e consapevoli, e questo ci responsabilizza, cerchiamo di mantenere toni neutrali o appassionati, ma sempre con serietà e ad alto livello».

Tra poco scatteranno le trattative per i diritti della Serie A e della Champions per il triennio 2024 2027: Sky ci sarà, supponiamo.
«Faremo tutte le nostre valutazioni, a maggior ragione dopo aver visto qual è l’impatto di un anno passato a trasmettere solo 3 partite su 10 di serie A, quindi siamo attrezzati per fare valutazioni basate sui dati, non su sensazioni e stime. Non siamo mai stati in una situazione migliore per valutare i nostri investimenti. Ed è chiaro che il calcio ci interessa moltissimo».

In attesa della nuova stagione Sky Sport continua a raccontare un’estate mai così ricca di eventi sportivi con protagonisti i colori azzurri: per la prima volta sui canali Sky i Campionati Europei LEN di nuoto a Roma (dall’11 al 21 agosto), la massima rassegna continentale delle discipline acquatiche che accoglierà 1500 atleti provenienti da 52 nazioni, i quali si sfideranno nei quattro sport olimpici -nuoto, nuoto in acque libere, tuffi e nuoto sincronizzato- e per la prima volta nella storia dei campionati europei, anche nei tuffi dalle grandi altezze. Grandi aspettative per la Nazionale italiana, al primo evento dopo l’addio di Federica Pellegrini, ma con tanti campioni che puntano all’oro.

Un ruolo da protagonista nell’Estate Azzurra di Sky Sport lo avrà anche il volley con  grandi appuntamenti: i Campionati Mondiali FIVB Maschili (dal 26 agosto all’11 settembre), con l'Italia di Fefè De Giorgi nella Pool E insieme a Canada, Cina e Turchia; i Campionati Mondiali FIVB Femminili (dal 23 settembre al 15 ottobre), con le ragazze di Davide Mazzanti nel Girone A con Belgio, Camerun, Kenya, Paesi Bassi e Porto Rico.

E ancora: il calcio femminile con le fasi finali UEFA Women’s EURO 2022 (dal 6 al 31 luglio) e la 41'edizione dei Campionati Europei maschili FIBA di pallacanestro con l’Italia tra i Paesi ospitanti dell’evento e gli Azzurri del coach Meo Sacchetti; il 79° Open d’Italia di golf (dal 15 al 18 settembre) sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma).

Continua anche la stagione del tennis, che si conferma uno dei pilastri della programmazione di Sky Sport con la copertura dei grandi tornei maschili: gli ATP Masters 1000 di Montreal (dal 7 al 14 agosto), Cincinnati (dal 14 al 21 agosto), Shanghai (dal 9 al 16 ottobre) e Parigi (dal 31 ottobre al 6 novembre) fino alle Intesa Sanpaolo Next Gen ATP Finals (dall’8 al 12 novembre) e alle Nitto ATP Finals di Torino (dal 13 al 20 novembre), a cui si aggiungono il Challenger di Napoli (su Sky dal 9 all’11 settembre) e l’ATP Cup 2023. E poi la grande novità della Davis Cup, per la prima volta e fino al 2024 su Sky con le qualificazioni e le fasi finali (Group Stage in programma dal 14 al 18 settembre e le Finals dal 23 al 27 novembre).

Senza dimenticare la programmazione di Sky Sport dedicata al padel con il World Padel Tour e il Premier Padel e quella dei canali Eurosport dedicata a tre tornei del Grande Slam (Australian Open, Roland Garros e Us Open) e ad altri eventi tennistici internazionali, inclusa la Laver Cup.

E c’è un’altra importante notizia per tutti gli appassionati del grande calcio: grazie a un accordo con UEFA, sarà possibile vedere le migliori partite tra le nazionali straniere nella fase a gironi della UEFA Nations League 2022/2023, con le prime giornate di gioco già in corso, tutte le partite delle UEFA Nations League Finals (semifinali e finali, inclusa l’eventuale partecipazione dell’Italia) in programma a giugno 2023, tutti i migliori incontri della fase a gironi (tra marzo e novembre 2023) e degli spareggi (marzo 2024) delle Qualificazioni a UEFA EURO 2024 (European Qualifiers UEFA EURO 2024) e della serie di amichevoli internazionali in preparazione a UEFA EURO 2024 (in programma tra marzo e giugno 2024), eccezion fatta per le partite con protagonisti gli Azzurri.

Per non parlare della straordinaria stagione dei motori con oltre 20 campionati di motorsport in diretta, con il ritorno ai vertici della Ferrari in Formula 1 e la nuova generazione dei piloti italiani in MotoGP.

E poi ancora basket (NBA, Turkish Airlines EuroLeague, 7Days EuroCup, golf (con i restanti “Major” della stagione in corso: US Open a giugno e The Open Championship a luglio), rugby, padel, hockey su ghiaccio NHL, baseball MLB e tanti altri sport, per un totale di oltre 20 discipline e la diretta delle più grandi competizioni, raccontate con passione e competenza.

Ultimi Palinsesti