Diritti Tv, sfida Sky e Mediaset per Champions con offerta circa 200mln a stagione

Diritti Tv, sfida Sky e Mediaset per Champions con offerta circa 200mln a stagione

News inserita da:

Fonte: Adnkronos / RadioCor

S
Sport
  martedì, 13 giugno 2017
 21:50

Sui diritti della Champions League di calcio si rinnova il braccio di ferro tra Sky e Mediaset. Sono ancora loro, secondo quanto si apprende, a giocarsi l'aggiudicazione delle licenze per trasmettere nel triennio 2018-21 il principale torneo per club in Europa anche se, all'indomani della scadenza del bando, non si scioglie il giallo sulla presenza o meno di una maxi-offerta, intorno ai 260 milioni di euro a stagione, che potrebbe aver sbaragliato la concorrenza. Da più parti si esclude che questa proposta, superiore addirittura ai 220 milioni con cui Premium ha vinto l'asta 2015-18, possa venire da Vivendi. Al di là del presunto terzo offerente, il testa a testa tra Sky e Mediaset si starebbe giocando sulla soglia dei 200 milioni di euro a stagione (anche se qualche ricostruzione vedrebbe l'operatore satellitare fermo a 180 mln). Secondo quanto emerso, la Uefa non avrebbe però chiesto ai concorrenti un secondo round di proposte economiche: questa circostanza aumenta la convinzione che a Nyon i giochi per le licenze italiane siano già fatti ma allo stesso tempo alimenta lo scenario della maxi offerta vincente. 

La certezza della presenza di quattro squadre italiane nei gironi di Champions League avrebbe 'spinto' la corsa per l'aggiudicazione dei diritti tv del torneo tanto che sia Sky Italia che Mediaset avrebbero presentato offerte alla Uefa. Entrambi i soggetti, secondo quanto apprende l'Adnkronos, sarebbero quindi in lizza poichè le offerte per il triennio 2018-2021 di Champions sarebbero economicamente simili: come a dire che l'assegnazione ci sarà solo dopo una attenta valutazione che non escluderebbe la possibilità di rilanci da parte delle società. Una valutazione, da parte della Uefa, che non avrebbe un termine preciso: proprio oggi ha avuto luogo l'assegnazione dei diritti tv della Champions per la Germania aggiudicati a Sky e per i quali la scadenza delle offerte era il 3 aprile scorso. Se Mediaset, che detiene i diritti tv della Champions League delle ultime due stagioni e anche quelli per il torneo 2017-18 dopo essersi aggiudicata l'ultima asta Uefa con un esborso di 220 milioni di euro l'anno, non conferma e non smentisce la partecipazione alla gara, il consueto 'no comment' sulle voci di una possibile offerta di Vivendi giunge da Parigi. Fonti vicine alla società tagliano corto: «non commentiamo i rumors».  

News pubblicate sul tema in precedenza

Ultimi Palinsesti