Morto Franco Lauro, celebre conduttore televisivo e telecronista Rai Sport

Morto Franco Lauro, celebre conduttore televisivo e telecronista Rai Sport

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

S
Sport
  martedì, 14 aprile 2020
 19:25

Morto Franco Lauro, celebre conduttore televisivo e telecronista Rai Sport È morto oggi a Roma il giornalista Rai, conduttore televisivo e telecronista sportivo italiano Franco Lauro. Il giornalista aveva 58 anni ed era uno dei massimi esperti ed appassionati di calcio e basket. Il giornalista, a quanto si apprende, sarebbe deceduto nella sua abitazione a causa di un infarto.

«Una notizia che ci ha lasciato sconvolti. Fino a tre giorni fa era in redazione a condurre il tg, era pieno di entusiasmo, di vita. In un periodo come questo in cui tanti hanno scelto lo smart working, lui era sempre in redazione». Lo ha dichiarato il direttore di RaiSport Auro Bulbarelli «Aveva 58 anni, di cui oltre 30 passati in Rai, ma con l’entusiasmo di uno appena arrivato. Non l’ho mai visto malinconico, mai che avesse fatto una protesta, qualsiasi cosa gli offrissi era felice di mettersi alla prova. Un collega esemplare, lo dico con grande sincerità, elegante, che amava proprio questo lavoro» le parole di Bulbarelli.

La scomparsa di Franco Lauro ha colpito profondamente il mondo del giornalismo, ma anche quello dello sport.

«Giornalista sportivo tra i piu' preparati, mi ha molto colpito la sua attenzione allo Sport di base - ha ricordato sulla sua pagina Facebook il ministro delle Politiche giovanili e dello Sport Vincenzo Spadafora - perche' come lui stesso ha affermato solo una settimana fa, il calcio e' il romanzo popolare piu' amato dagli italiani. Tutelare la base del calcio e' importante, significa tutelare tutto. Non si puo' pensare solo al vertice e alla Serie A. Se noi facciamo morire il calcio dilettantistico, la Serie C, il calcio femminile, noi facciamo un danno a tutto il movimento»

«Sono profondamente colpito dalla morte di Franco Lauro, un grande professionista ma soprattutto un amico, non solo mio personale ma anche del calcio dilettantistico - ha commentato così la drammatica notizia il presidente Cosimo Sibilia, interpretando anche il pensiero del Consiglio Direttivo della LND - In questo momento così difficile per il Paese e per lo sport, in uno dei suoi ultimi interventi, non aveva fatto mancare il suo sostegno al nostro movimento, ricordandone la sua straordinaria importanza per tutto il calcio italiano. A nome mio e dell'intera Lega Nazionale Dilettanti giunga un commosso abbraccio alla famiglia ed alla redazione di RaiSport»

E sui social la conferma delle parole del ministro: tantissimi i club di calcio, di tutte le categorie a rendergli omaggio. Tra i tanti a salutare per l'ultima volta Lauro anche Massimo Caputi, con cui mosse i primi passi nelle radio romane:

"Era un volto amico ed educato che entrava nelle nostre case. A lui mi legano tanti ricordi, uno su tutti: l'inizio insieme in radio nel 1985", scrive.

“Gentile, educato, elegante nel descrivere gli eventi, mai sopra le righe. Questo ricorderò di Franco Lauro, un ottimo giornalista che ha saputo valorizzare al meglio ogni suo intervento prima con il basket, poi con il calcio, senza dimenticare i suoi numerosi interventi nelle diverse edizioni olimpiche a cui ha preso parte distinguendosi per professionalità e rigore“. Così il presidente del Coni Giovanni Malagò commenta la scomparsa del giornalista Franco Lauro. “Voglio esprimere le mie sincere condoglianze anche a nome dello sport italiano per la sua prematura scomparsa. Ci mancherai Franco“, ha aggiunto il numero uno dello sport italiano in una nota.
 
“La notizia della scomparsa di Franco Lauro mi addolora e mi colpisce nel profondo. Se ne va un grande giornalista, un punto di riferimento per tanti amanti dello sport del nostro paese, un amico appassionato e un sincero sostenitore del mondo paralimpico”.  Il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli commenta cosi’ la scomparsa del giornalista della Rai Franco Lauro. “Franco è stato sempre vicino al nostro movimento, mostrando in ogni occasione grande disponibilità e sensibilità – prosegue Pancalli in una nota – E’ stato uno dei primi cronisti a raccontare le vittorie degli atleti paralimpici e ha sempre partecipato con entusiasmo alle iniziative del movimento paralimpico italiano. In questo momento di dolore vorrei far giungere il mio cordoglio e quello di tutto il movimento paralimpico alla sua famiglia e un ideale abbraccio a tutta la redazione di Rai Sport”.

LA CARRIERA - Lauro era nato a Roma il 25 ottobre 1961 e prima di entrare in Rai aveva lavorato per qualche anno in alcuni giornali locali e radio private romane. Si era specializzato nel calcio mercato. In tv aveva esordito nel 1981 in un'emittente locale. Per due anni era stato anche lo speaker ufficiale del Palazzo dello Sport. Nel 1982-83 era stato impegnato nelle telecronache del campionato di calcio, per la trasmissione Roma e Lazio dal 1º minuto in onda su TeleRegione. Era entrato in Rai all'inizio del 1984: in 28 anni ha commentato 8 Olimpiadi estive ed una invernale (Torino 2006), 6 edizioni dei Mondiali di calcio, e altrettante degli Europei, 12 Europei di basket, 3 Mondiali di basket, i Goodwill Games del 1990 a Seattle, varie edizioni dei Giochi del Mediterraneo e Universiadi.

Tra il 1988 ed il 1991, Lauro aveva condotto l'edizione di mezza sera del Tg2 in coincidenza con vari scioperi generali dei giornalisti. Nel corso della carriera ha ricevuto diversi premi, tra i quali il Premio Beppe Viola e il Premio Paolo Valenti. Nel 1995 commenta la storica impresa della Nazionale femminile di pallacanestro allenata da Riccardo Sales medaglia d'argento agli Europei di Brno.

Nel 1999 aveva commentato insieme a Dado Lombardi le gesta della Nazionale di pallacanestro dell'Italia di Bogdan Tanjević, campione d'Europa in Francia. Nel 1996, in occasione dell'attentato terroristico alle Olimpiadi di Atlanta, rimase in studio quasi ininterrottamente per 32 ore per curare tutti i collegamenti con le reti e i Tg. Nel 2003 aveva condotto con Giampiero Galeazzi La Domenica Sportiva edizione del cinquantenario, nel 2004 Domenica Sprint e dal 2005 gli è affidato 90º minuto Serie B.

Nel febbraio 2006 aveva condotto dallo studio i collegamenti con i siti di gara di Torino 2006, mentre nel giugno 2008 è stato il conduttore delle trasmissioni pre e post partita di Euro 2008. Dal 2008 al 2014 ha poi condotto 90º minuto per la Serie A, nel giugno e luglio 2010 è stato il conduttore di Dribbling Mondiali su Rai Due. Nello stesso periodo del 2012, come nel 2008, conduceva le trasmissioni Rai pre e post partita degli Europei e conduce Stadio Europa. Nel 2016-2017 aveva condotto il pre e post partita della Coppa Italia con Mario Sconcerti.

Ultimi Video

  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoledì, 22 luglio 2020
  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020

Palinsesti TV