DREAMBOX DM8000 HD PVR DVD

Recensione: DreamBox - HD TV

Recensione realizzata da:

Antonio Galluzzo

H
HD TV
  mercoledì, 20 gennaio 2010

Lo abbiamo atteso impazientemente per settimane, mesi, anni. A un certo punto si è temuto non vedesse più la luce tanto lunghe erano ormai diventate le attese e le aspettative, ma nel Dicembre 2008, Dream Multimedia è pronta a stupire tutti gli increduli. Il tanto atteso progetto DM8000 prende forma, sostanza, e giusto in tempo per Natale, “DM8000 HD PVR” diventa finalmente realtà. E da quel giorno il mondo dei ricevitori linux based o per meglio dire il mondo dei ricevitori in generale non è mai stato più lo stesso! Analizziamo quindi nel dettaglio cosa nasconde questa splendida macchina dalle mille funzioni, che è tutta da scoprire.

LA CONFEZIONE


DM8000 si presenta già agli occhi del potenziale acquirente come un oggetto estremamente elegante e dal design ricercato nei minimi particolari. Confezione interamente nera , che nasconde all’interno una sorta di valigia, all’interno del quale troveremo DM8000 con tutti i suoi accessori. Ho trovato la confezione un po’ scarna (solo polistiroli a tener su il decoder e nessun cellophane di protezione), ma DM8000 è arrivato  comunque integro e senza alcun graffio. Lo estraggo con emozione dalla sua confezione, e la prima cosa che mi salta all’occhio è la sua dimensione. Uno dei set-top-box più grandi io abbia mai visto (anche più grande dello storico DM7000), ma considerata la mole di hardware che può ospitare, è una cosa più che normale. Nonostante le sue dimensioni mantiene comunque uno stile e una eleganza propria solo di Dream Multimedia, che difficilmente si può trovare in decoder di altre case. Chassis tutto nero, elegantissimo, si ha subito la sensazione già solo dall’estetica di aver a che fare con una macchina fuori dal comune.


Nella confezione è presente naturalmente un cavo DVI to HDMI per il collegamento a un televisore full hd, il telecomando, il manuale, e una comoda usb stick che torna utile per operazioni di multiboot, da 512mb nelle prime release e da 2gb nelle ultime release.




Il telecomando merita un’attenzione a parte. E’ infatti diverso dal resto della gamma dream multimedia, presenta quattro tasti in più, per usufruire al meglio di tutte le funzioni mediaplayer e pvr di cui il decoder dispone. Nella prima e nella seconda serie è grigio con logo Dream Multimedia, mentre nelle ultime serie è distribuito il nuovo, di colore nero e con il nuovo logo Dreambox. Al di la del fattore estetico, v’è differenza tra i due telecomandi anche a livello software, in quanto il telecomando nero dispone di un nuovo database di codici a tre cifre per la programmazione del tasto tv, oltre al classico di quattro. Ne consegue che risulterà compatibile con molti più televisori in commercio rispetto al modello grigio, specie in caso di tv di ultimissima produzione. Nelle due foto, i due telecomandi a confronto, il classico utilizzato da tutta la gamma dreambox, e quello speciale utilizzato da dm8000.


ASPETTO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Ma veniamo adesso a lui. Esiste qualcosa che abbiate sempre sognato in un set-top-box e non siate stati accontentati? A qualunque cosa abbiate pensato, DM8000 ce l’ha. Sul frontale è presente uno sportello reclinabile che nasconde una ricca dotazione hardware. Partendo da sinistra, sono presenti due moduli common interface, due card reader, uno slot per sd card, uno per compact flash e una comodissima usb 2.0 frontale. E’ presente anche una predisposizione per il montaggio di un lettore/masterizzatore dvd, che andremo successivamente a vedere direttamente dall’interno. A concludere il frontale, il bellissimo display oled, leggibile con chiarezza anche da una certa distanza, i classici due pulsanti per cambio canale rapido direttamente dal frontale, e il pulsante di spegnimento, che all’interno nasconde un led azzurro. Quest’ultimo entrerà in funzione durante la fase di boot, ma anche durante l’esecuzione di una registrazione, o nel caso in cui dm8000 stia trasmettendo in streaming verso un pc o altro dispositivo multimediale.



Il retro del nostro DM8000 presenta una tale immensità di connettori tale da renderci la vita facile qualunque sia il nostro impianto. Da sinistra verso destra, è presente il pulsante di spegnimento, il connettore di alimentazione, 3 cinch audio video composito, il component (unico dreambox in assoluto a disporre di tale collegamento), due scart, audio digitale sia ottico che coassiale, la dvi, la porta seriale per la programmazione dell’apparecchio tramite un pc, una uscita s-video out, altri 2 moduli common interface per un totale di 4, l’ethernet, una coppia di usb 2.0, e dulcis in fundo, la parte più bella, invidiata e finora irraggiungibile di DM8000. Due tuner dvb-s2 di serie sull’apparecchio, e due slot liberi per il montaggio di altri due tuner (a nostra scelta tra DVB-S2, DVB-T, DVB-C). Davvero una dotazione mostruosa, capace di regalare grandi soddisfazioni. Vedremo più nel dettaglio l’uso pratico di questi tuner più avanti in recensione.


In DM8000 è presente anche il wireless integrato, se il vostro decoder dunque è installato nelle vicinanze di un router, è possibile un collegamento senza fili. Una soluzione indubbiamente vincente, specie nel caso in cui non sia possibile passare antiestetici fili esterni o qualora il router sia molto lontano dal decoder, ma il mio consiglio se possibile è usare sempre il cavo, in quanto solo con quello si può sfruttare appieno tutta l’ethernet e sarà possibile effettuare riproduzione di contenuti hd anche molto pesanti da fonti esterne, come un nas server.

Ma passiamo all’interno. Cosa mai potrà nascondere questo gigante? Togliendo il coperchio scopriamo che la vista dall’interno è ancora migliore di quella dell’esterno. Posizionamento hardware impeccabile, tutto è stato messo al suo posto in maniera ordinata e pulita, e la generosità del box ci permette il lusso di poter utilizzare dm8000 anche nel pieno delle sue funzionalità con tutto l’hardware disponibile senza doverci preoccupare delle temperature. Sono presenti nel decoder ben 8 sensori di rilevazione temperatura, e tramite software potremo  monitorare in qualsiasi momento lo “stato di salute” del nostro gioiello comodamente seduti davanti la nostra tv.

 


Dalla foto è possibile notare molto chiaramente i due tuner dvb-s2 saldati in scheda madre e gli ulteriori slot per tuner aggiuntivi. Il montaggio di questi ultimi è estremamente semplice, basta semplicemente rimuovere il coperchio metallico di protezione per far scivolare il tuner aggiuntivo nel suo alloggio. Io ho montato sul mio dm8000 oggetto di questa recensione il tuner dtt Philips TU1216.

I tuner dvb-2 montati di serie sul DM8000 sono diversi a seconda della release. In release 1.1 e 1.2 erano presenti due tuner serie BCM4501, nella nuova release 1.3 di recente distribuzione è presente invece una nuova coppia di tuner serie BCM4506 blindscan ready.

A sinistra in basso, un’attenzione particolare alla staffa per il dvd: è possibile montare un qualsiasi dvd slim per notebook, e una volta montato sarà possibile utilizzare questo dispositivo non solo per la riproduzione, ma anche per la stessa registrazione al posto di un eventuale hard disk interno. Al centro del box la staffa per hard disk, e a destra, spicca un generoso alimentatore, naturalmente non poteva essere altrimenti vista la mole hardware della macchina.


UTILIZZO DEL RICEVITORE

Veniamo adesso alla parte più bella. Lo abbiamo analizzato, studiato, apprezzato e ammirato da spento, ma la parte più bella deve ancora venire, adesso è arrivato il momento di accenderlo, di conoscerlo e provarlo dal vivo.

Dm8000 si presenta come box decisamente veloce e versatile, grazie all’ausilio di un processore mips a 400Mhz. Nel corso del 2010 con il passaggio da oe 1.5 a oe 1.6 è diventato anche dual core, questo garantisce alla macchina non solo molta più stabilità, ma anche più velocità in tutto, sia nei caricamenti, che nello zapping. La gestione dei due tuner dvb-s2 è stata studiata in maniera egregia, e questo ci consente di utilizzare il secondo tuner non solo per registrare un programma mentre se ne vede un altro, ma anche per permetterci una configurazione avanzata del nostro impianto. Nella foto un dettaglio della schermata tuner del mio DM8000, con i due tuner dvb-s2 di serie e il tuner dvb-t philips da me installato. I tuner sono alimentati da due parabole indipendenti, una fissa su hotbird, l’altra motorizzata. Lo slot d è vuoto.


Il funzionamento dei tuner è naturalmente, eccellente. Sono molto sensibili e il decoder non fa una piega anche in caso di zapping frenetico e canali presenti su diversi transponder, e il doppio tuner ci consente di poter usufruire di una versatilità assolutamente fuori dal comune. Non v’è alcun problema a usarli anche tutti quanti insieme nello stesso momento, quindi ad esempio sarà possibile vedere un programma digitale terrestre sulla tv, vederne un altro con un tuner sat sulla web interface al pc, e registrarne ancora un altro sat mediante il secondo tuner. Da qualche tempo poi sono disponibili appositi driver per il montaggio di un tuner terrestre non solo interno, ma anche esterno usb. Cosa chiedere di più?

E’ possibile anche realizzare liste miste, ovvero con canali digitali satellitari e terrestri insieme. Se vogliamo ad esempio avere nella nostra lista Rai1 sat, Rai2 sat e Rai3 dtt per via della sua regionalizzazione, potremo farlo, per poi ritornare al sat appena mettiamo Rete4, senza nemmeno accorgerci del cambio di tuner che avviene quando lo sintonizziamo.

Il funzionamento dell’hard disk è ovviamente perfetto. È possibile registrare una quantità impressionante di programmi contemporaneamente (io sono arrivato fino a 6 e non uso nemmeno un hard disk interno ma di rete!) senza che la macchina faccia la minima piega, e le registrazioni saranno sempre perfette, niente freeze, disturbi o altro che possano comprometterle. Nessun problema nemmeno con gli HD se si monta un hard disk di rete. Non ho avuto occasione di montare il dvd player, ma da quanto mi è stato detto, funziona bene anch’esso.

La qualità video, specie con i costanti aggiornamenti driver, adesso è eccelsa. Ne escono di continui, che è possibile aggiornare tramite l’installazione di pacchetti rilasciati periodicamente da Dream Multimedia, oppure aggiornando l’immagine dell’apparecchio con una più recente, le immagini più nuove naturalmente contengono sempre di default gli ultimi driver. E’ presente anche un pannello completissimo con cui interagire, che ci consentirà di regolare l’immagine così come noi la preferiamo, interagendo su un sacco di parametri, che nella foto è possibile vedere in dettaglio.


Fantastico anche il media player, che come ogni macchina multimediale che si rispetti, ci consentirà la riproduzione di qualunque filmato, compresi gli avi ed mkv. Anche in questo caso non c’è nessun problema ad eseguirli qualora questi siano su un dispositivo di rete. Sul mio dm8000 vi è un costante mount da un server nfs ed è come se l’hard disk fosse montato all’interno dell’apparecchio, ne più ne meno. Da sottolineare che la risoluzione massima di base dell’apparecchio (ovvero quella selezionabile da menù) è 1080i perché le trasmissioni televisive non si spingono oltre, ma tramite il plugin autoresolution, possiamo arrivare tranquillamente fino a 1080p e 1080p/24 nel momento in cui uno specifico film o contenuto lo richieda. Nessuna limitazione quindi da parte di dm8000, anche per quanto riguarda il fronte 3d, naturalmente a patto di possedere un tv 3d ready.

CONCLUSIONI

Cos’altro poter dire che già non sia stato detto? DM8000 è una macchina assolutamente incredibile, che credo ogni vero appassionato di satellite debba possedere, è il top, il massimo della tecnologia sat finora non raggiunto da nessun altra casa produttrice di set-top-box. Vale tutto quello che costa? A mio personalissimo parere assolutamente si. L’unica cosa che mi sento di condannare è lo scadente package senza nemmeno un cellophane a proteggere il box, ma tutto questo viene dimenticato in trenta secondi non appena lo si accende e lo si mette in funzione. Sicuramente un box destinato a rimanere nella storia come fu per il glorioso DM7000. Assolutamente da avere!

Antonio Galluzzo

Ultime Recensioni

  • Sky SoundBox Devialet SB100

    Devialet - Multimedia Player - Tv Box

    Devialet Sky SoundBox

    Uno dei pilastri della road map di sviluppo di Sky Q è Sky Soundbox, il nuovo sistema per l’amplificazione del suono nato dalla collaborazione fra Sky e Devialet, e pensato per garantire un’esperienz...

    H
    High Tech
     23.04.2019
  • Elephone S7

    Elephone - Smartphone

    Elephone S7

    Quando uscì nel 2016, lo smartphone Android Elephone S7 seppe immediatamente attirare l'attenzione su di sé. I motivi erano svariati: il fatto che tra i telefoni economici in commercio fosse quello est...

    T
    Telefonia
     03.10.2017
  • Minix Neo U1

    Minix - Multimedia Player - Tv Box

    Minix Neo U1

    Se si desidera acquistare un TV Box Android, attualmente è possibile scegliere tra diverse opzioni. È più che naturale cercare di individuare il miglior TV Box presente sul mercato, tuttavia, a dir...

    H
    High Tech
     08.09.2017
  • Umidigi G

    Umidigi - Smartphone

    Umidigi G

      Quando si parla di smartphone spesso diventa piuttosto difficile orientarsi. Ormai i modelli sono tanti, e non sempre si è in grado di scegliere un modello adatto alle nostre tasche e alle nostre esigenz...

    T
    Telefonia
     07.09.2017
  • Ulefone Vienna

    Ulefone - Smartphone

    Ulefone Vienna

    Ulefone, uno dei più famosi produttori di smartphone cinesi, ha recentemente lanciato sul mercato un nuovo phablet di fascia media, il Vienna, che si contraddistingue per le buone caratteristiche hardware ma sopra...

    T
    Telefonia
     07.06.2016
  • Gearbest Z68

    Gearbest - Multimedia Player - Tv Box

    Gearbest Z68

    Vogliamo trasformare la nostra vecchia tv in una moderna Smart Tv? Niente di più facile, basta dotarci di uno dei tanti tvbox/media player presenti sul mercato. Gearbest, il notissimo sito e-commerce cinese, ne ...

    H
    High Tech
     05.05.2016

Ultimi Video

Palinsesti TV