Digitale terrestre, per l'Adoc Ť una tecnologia superata e inutile

News inserita da:

Fonte: Agi

D
Digitale Terrestre
  sabato, 24 gennaio 2009
 00:00
Decoder gratis per chi e√ʬĬô in regola con il canone.√ā¬† La proposta e√ʬĬô dell√ʬĬôAdoc, associazione nazionale di tutela dei consumatori, che definisce il progressivo passaggio dalla televisione analogica alla digitale terrestre √ʬĬúdoloroso per le tasche dei consumatori√Ę¬Ä¬Ě costretti, sottolinea una nota, √ʬĬúa comprare un decoder o una nuova televisione per continuare a seguire i programmi tv√ʬĬĚ.

Inoltre, ha osservato Carlo Pileri, presidente dell√ʬĬôAdoc, √ʬĬúil digitale terrestre e√ʬĬô una tecnologia vecchia, inutile, che negli altri Paesi e√ʬĬô considerata gia√ʬĬô superata√ʬĬĚ. E inoltre, ha aggiunto, √ʬĬúpresenta enormi problemi e disservizi, come dimostrato dalla situazione in Sardegna, prima regione italiana a ricevere il segnale digitale: non sufficiente copertura del segnale in tutte le zone, disservizi, canali interattivi bloccati, un po√ʬĬô di pioggia e vento bastano a far saltare la ricezione√ʬĬĚ.

Senza tenere in considerazione il fatto che √ʬĬúil passaggio al digitale e√ʬĬô un costo notevole per i cittadini, letteralmente obbligati a comprare un decoder o un nuovo televisore in grado di ricevere la nuova tipologia di segnale√ʬĬĚ. E, tra i contribuenti, sono soprattutto gli anziani a subire le maggiori ripercussioni, √ʬĬúdato che e√ʬĬô un sistema molto complicato che non tutti sono in grado di comprendere√ʬĬĚ, ha puntualizzato Pileri.

Da qui la richiesta da parte dell√ʬĬôassociazione che √ʬĬúl√ʬĬôiter di trasformazione del segnale sia sospeso o, quantomeno, che il decoder sia fornito gratuitamente a tutti coloro che risultano essere in regola con il pagamento del canone√ʬĬĚ. Il cui costo negli ultimi anni, conclude la nota Adoc, √ʬĬúe√ʬĬô aumentato anche per far fronte alle spese del passaggio al digitale. Non deve essere a carico dei cittadini il costo dell√ʬĬôadozione di scelte discutibili".

Ultimi Palinsesti