La TIM francese conferma target e piani. Apertura di dialogo di Vivendi con Mediaset?

La TIM francese conferma target e piani. Apertura di dialogo di Vivendi con Mediaset?

News inserita da:

Fonte: Adnkronos / Ansa

E
Economia
  venerdì, 28 luglio 2017
 23:15

La Tim 'francese' dice che target e piani non cambiano e anche nei prossimi trimestri continueranno i miglioramenti. Le incertezze nella governance, che preoccupano gli investitori istituzionali e la Borsa (-1,04%) verranno sciolte a settembre promette il presidente Arnaud De Puyfontaine che nel frattempo ha assunto ad interim anche la carica di amministratore delegato. A prendere in mano il business, con la carica di direttore operativo e il mandato generico a sovrintendere le Operations della societa', arriva Amos Genish - l'uomo della 'convergenza' e della banda ultralarga. Il manager si e' fatto conoscere in Brasile per aver portato al successo Gvt, per l'impegno a far abbandonare a Vivo (Telefonica) il tradizionale modello di business basato sulla voce per concentrarsi sullo sviluppo di servizi digitali e per la lotta dura agli 'over the top'. e' facile quindi immaginare che le prossime parole d'ordine in Tim saranno 'servizi digitali, banda larga e pay TV'. Flavio Cattaneo, ultimo atto la presentazione agli analisti dei conti semestrali, lo ha peraltro ribadito, «confermiamo il nostro piano, anche per le aree C e D», fiducioso che si trovi una soluzione con l'Antitrust.

Una joint venture a larga maggioranza italiana, con i francesi di Canal+ al 20%, per distribuire contenuti nell'ottica della convergenza tra tv e internet che e' divenuto l'obiettivo delle telco a livello globale. Secondo quanto apprende l'Adnkronos da fonti industriali la jv, che e' stata proposta dal presidente esecutivo di Tim Arnaud de Puyfontaine e di cui si sta gia' occupando un team del gruppo italiano, dovrebbe vedere il gruppo telefonico in forte maggioranza, con una quota all'80%. Inoltre potrebbe essere 'letta' anche in termini di apertura di dialogo di Vivendi con Mediaset, di cui la media company francese e' al 28% del capitale. I contenuti in Italia sono in capo a Sky e a Mediaset e nel capitale di Cologno dopo la retromarcia sull'acquisto di Premium i francesi, secondo l'indicazione dell'Agcom, devono scendere: l'empasse potrebbe essere risolta con la sterilizzazione sotto il 10% dei diritti di voto. Questo indica il piano presentato all'Agcom da Vivendi e su cui l'Authority, formalmente, non si e' ancora pronunciata. Il messaggio a Mediaset sarebbe quindi, in sostanza, tramite la jv uniamo le forze; ora che Vivendi e' stata autorizzata al controllo di fatto su Tim, il dialogo e il possibile accordo su Premium passerebbe sul sentiero dei contenuti, compresi quelli calcistici con la nuova asta per i diritti tv a ottobre, anche se al momento non c'e' alcun negoziato. Intanto la joint venture con Canal+ dovra' passare per il comitato controllo e rischi e poi inviata al cda, come specificato dal presidente esecutivo del gruppo Arnaud De Puyfontaine parlando agli analisti oggi in conference call.

Smentito anche un disimpegno dal Brasile: «Anche lì confermiamo il nostro piano» ha detto rispondendo agli analisti. Dal punto di vista finanziario invece, lo ribadisce il direttore finanziario Pier Giorgio Peluso, la priorita' resta la riduzione del debito. «La nostra priorita' resta il deleverage, siamo in linea con il piano sulla riduzione dei costi e stiamo lavorando anche sul debito». «I nostri risultati e l'aumento della redditivita', in particolare le performance nel domestico, sono state apprezzate» ricorda e sottolinea il miglioramento dell'outlook da parte delle principali agenzie di rating. Da registrare, in attesa che emerga magari anche chi ha acquistato il bond convertendo di Telefonica, i movimenti nell'azionariato con Blackrock che torna sopra il 5%. Il gestore americano, storico azionista del gruppo delle Tlc, secondo le partecipazioni rilevanti pubblicate dalla Consob, detiene il 5,044% della societa'. L'operazione risale al 26 luglio. Il 25 maggio, in assemblea, Blackrock si era presentato con il 4,78%.

Ultimi Palinsesti