Conferenza stampa annuale Tv Svizzera: importanti novità realizzate

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

S
Satellite / Estero
  martedì, 29 aprile 2008
 00:00

Il 2007 è stato per la SRG SSR idée suisse e le sue unità aziendali un anno all’insegna dell’innovazione che ha portato importanti novità nella produzione, nella distribuzione e nell’offerta. La diffusione digitale si è affermata e con la rete HD suis-se in alta definizione (HD) la SRG SSR ha inaugurato una nuova era per il piccolo scher-mo. Grazie al Digital Audio Broadcasting (DAB) è stato possibile il lancio di due nuove reti radiofoniche tematiche: DRS 4 News e World Radio Switzerland.

Per quanto concerne la strategia dell’offerta, in futuro la SRG SSR porrà l’accento sulla qualità, la rilevanza e la pluralità mentre gli indici d’ascolto non rappresenteranno più un obiettivo prioritario. Sul piano dei proventi la SRG SSR si trova confrontata con entrate stagnanti sia sul versante delle tasse di ricezione che su quello delle attività commerciali. L’aumento degli abbonati non corrisponde alle previsioni che il Consiglio federale aveva ipotizzato al momento di decidere l’adeguamento del canone. La SRG SSR ha concluso il 2007 con un deficit di 17,2 milioni di franchi.

Il mondo digitale

Nel mese di febbraio 2008 si è concluso con successo il passaggio dalla ricezione analogica terrestre del segnale TV a quella digitale, atta a garantire la copertura terrestre di base nel Paese con quattro reti televisive della SRG SSR non dipendenti da satelliti o da altri vettori. Nel settore radio la tecnologia digitale DAB (Digital Audio Broadcasting) ha ampliato e migliorato la distribu-zione analogica su onde medie e su OUC.

Nel frattempo è stato coperto il 90 per cento della Svizzera e la ricezione è garantita anche negli edifici.

Inoltre, le reti televisive della SRG SSR sono passate dal formato 4:3 al 16:9, un formato che meglio si addice all’occhio umano. Il lancio di HD suisse nel dicembre 2007 ha introdotto una nuova era. L’alta definizione (High Definition, HD) accompagnata dal «Dolby Digital», sinonimo di qualità audio, offre una risoluzione dell’immagine cinque volte superiore alla televisione standard. Dinnanzi alle sempre maggiori e-sigenze del pubblico (interattività, mobilità e accesso on demand ai contenuti) dettati dalla rivoluzione digitale, tutte le reti della SRG SSR hanno ampliato la propria offerta online.

Le novità dell’offerta
La digitalizzazione ha permesso di portare novità anche nell’offerta dei programmi. Con HD suisse la SRG SSR ha lanciato una rete nazionale in quattro lingue in qualità HD.

Asse portante dell’anno sportivo 2008 sono l’UEFA EURO 2008™ in Svizzera e Austria e le Olimpiadi di Pechino. Grazie al DAB è stato possibile lanciare due nuove emittenti radio: DRS 4 News e World Radio Switzerland. DRS 4 News propone informazioni d’attualità inerenti alla società elvtica, raggiunge già 330 000 ascoltatori ed è captabile via etere, via cavo su satellite e su internet.

Dal canto suo, World Radio Switzerland (WRS), che ha preso il testimone da World Radio Ge-neva (WRG), si propone come emittente in lingua inglese per il pubblico internazionale in Sviz-zera.

Il settore multimediale permette anche alla letteratura elvetica di trovare grande riscontro di pub-blico. Fiore all’occhiello del nuovo partenariato tra la SRG SSR e le Giornate letterarie di Soletta (apertura 2 maggio 2008), sono le offerte online messe a disposizione sulle pagine internet dalle reti radio-tv.

Con il sito internet in quattro lingue e il premio «Pacte Multimédia» la SRG SSR vuole sottolineare la crescente importanza del settore online. In collaborazione con i propri par-tner del mondo dell’educazione, la SRG SSR sostiene l’innovazione e la ricerca scientifica nell’ambito multimediale. Inoltre, nell’agosto 2007, in occasione dei 10 anni del «Pacte de l’audiovisuel», la radiotelevisione pubblica e le associazioni partner del Pacte hanno lanciato un’offerta di «Video on demand» comprendente lungometraggi, documentari e film d’animazione.

Qualità, rilevanza sociale e pluralità
L’offerta è anche al centro delle considerazioni strategiche del gruppo SRG SSR. In virtù dei propri principi e del mandato conferitole dalla Concessione, la SRG SSR ha modificato alcuni e-lementi della strategia dell’offerta. Il maggior cambiamento riguarda una riponderazione dei valo-ri a favore della qualità, della rilevanza sociale e della pluralità.

In passato, la strategia metteva sullo stesso piano la leadership di mercato qualitativa e quantitativa. In futuro, invece, il successo quantitativo sul mercato, che trova la sua espressione nel conseguimento dei massimi indici d’ascolto, non rappresenterà più un obiettivo prioritario. Il gradimento di pubblico rimane certamente un requisito per il servizio pubblico, ma il presupposto fon-damentale per legittimare la radiotelevisione pubblica è la sua «inconfondibilità» nei confronti delle emittenti commerciali.

Oggi, infatti, la banalità e l’inattendibilità dell’offerta sono fenomeni già diffusi, ma gli sviluppi massmediatici li stanno facendo aumentare in modo esponenziale. In questa marea di informazioni, l’utente ha bisogno di punti di riferimento ed è per questo che la SRG SSR – oltre a puntare sulla qualità – intende impegnarsi per la rilevanza sociale. Anche la pluralità, infine, è una caratteristica decisiva della programmazione non commerciale. La qualità e la pluralità, tuttavia, richiedono un maggior numero di produzioni proprie – e le produzioni pro-prie costano. Di conseguenza, qualità, rilevanza sociale e pluralità sono strettamente dipendenti dai mezzi finanziari disponibili.

Ristagno dei proventi
Sull’arco di un decennio (2000–2010) la SRG SSR è confrontata al più basso adeguamento del canone in Europa. L’adeguamento delle tasse di ricezione (1° aprile 2007) non si è tradotto in un aumento degli introiti poiché il maggior gettito è stato ampiamente neutralizzato dallo splitting del canone. La crescita del numero di abbonati, infatti, è stata nettamente inferiore alle previsioni del Consiglio federale. Il maggior gettito realizzato nel 2007 (30 milioni di franchi) è servito a finanziare i fabbisogni delle emittenti private.

A causa di restrizioni e altri divieti sanciti dalla nuova LRTV, la SRG SSR non è riuscita a generare ulteriori introiti commerciali. Le uniche a trarre vantaggio dalle limitazioni in ambito di pubblicità e sponsoring non sono le emittenti private svizzere né la SRG SSR, bensì le piattaforme e le finestre pubblicitarie estere.

L’esercizio 2007 chiude con una perdita di 17,2 milioni di CHF
La SRG SSR chiude l’esercizio 2007 con un disavanzo di 17,2 milioni di franchi (2006: –25,0 mi-lioni). Lo scorso anno i proventi d’esercizio sono aumentati dell’1,5% e si attestano a 1’569,2 mi-liardi di franchi.

Rispetto al 2006, i proventi commerciali e i contributi della Confederazione sono cresciuti rispet-tivamente di +7,3 e +9,3 milioni di franchi. I costi d’esercizio sono aumentati in misura inferiore ai proventi (+0,6%). L’aumento degli oneri di personale, dovuto alle prestazioni previdenziali e a nuove offerte, ha potuto essere ampiamente compensato da «Costi di programma e produzio-ne», più contenuti per il minor numero di grandi avvenimenti sportivi rispetto al 2006. Sono cre-sciuti, invece, gli «Altri costi d’esercizio» (outsourcing del Servizio di ricerca, costi di processi, si-curezza, ecc.) e non è stato possibile bilanciarli con una diminuzione degli ammortamenti.

Il risultato finanziario fa stato di un forte rallentamento con un’eccedenza che ammonta a soli 1,1 milioni di franchi (2006: 6,0 milioni di franchi).

Ultimi Video

Palinsesti TV