Via libera Antitrust a Charter-Time Warner,  nasce una big tv seconda solo a Comcast

Via libera Antitrust a Charter-Time Warner, nasce una big tv seconda solo a Comcast

News inserita da:

Fonte: RadioCor / Ansa

S
Satellite / Estero
  martedì, 26 aprile 2016
 20:06

Via libera Antitrust a Charter-Time Warner,  nasce una big tv seconda solo a ComcastLe nozze fra Charter Communications e Time Warner Cable incassano il via libera dell'antitrust americano. Il Dipartimento di Giustizia ha benedetto il matrimonio imponendo pero' dei paletti. D'accordo sarebbe, secondo indiscrezioni, anche la Federal Communications Commissione, mentre le autorita' della California si devono ancora pronunciare. Dall'unione nasce un colosso della televisione via cavo americana, secondo solo a Comcast, e il terzo operatore di pay tv con piu' di 17 milioni di clienti. Il via libera all'accordo da 55 miliardi di dollari prevede che Charter rispetti alcuni limiti a tutela delle concorrenza per i video online. Charter si impegna infatti ad abbandonare per sette anni alcune pratiche comuni nel settore che le autorita' temono possano minacciare la crescita di societa' come Netflix e Hulu.

In particolare Charter non imporra' limiti sull'uso di dati e non imporra' commissioni sui clienti di internet a banda larga in base al loro uso di dati, pratiche considerate lesive alla concorrenza e di fatto in grado di minacciare l'innovazione del mercato dei servizi online. Charter si impegna anche a consentire l'accesso alla banca larga a due milioni di famiglie, aprendosi cosi' ai rivali in alcuni mercati. Si tratta di un paletto importante in un'industria divisa geograficamente per evitare la concorrenza. A monitorare il rispetto delle condizioni sara' un monitoraggio indipendente. «L'impatto complessivo di queste condizioni offrira' ulteriori tutele a nuove forme di programmazione offerte su internet», afferma il presidente della Fcc, Tom Wheeler, in un documento fatto circolare con gli altri membri della commissione, che saranno chiamati a esprimersi nei prossimi giorni. Charter ha avanzato un'offerta per Time Warner Cable lo scorso anno, dopo il fallito tentativo di Comcast sotto la pressione delle autorita'. Le nozze fra Time Warner Cable e Comcast rappresentavano per le autorita' americane un «rischio inaccettabile» per la concorrenza e l'innovazione, soprattutto per i servizi via internet.

Dal 2014 Netflix ha diminuito la selezione di film del 33%, puntando sopratutto su serie tv e programmi. Questo ha creato oltre che forte insoddisfazione negli abbonati un ampio spazio di manovra per altri gruppi per entrare nel settore. Per questo Time Warner ha deciso di presentare FilmStruck, una applicazione che sara' online dal prossimo autunno che permette di vedere migliaia di film classici. Sara' un «mix eclettico di film contemporanei e classici, indipendenti e stranieri e cult» si legge nella nota di presentazione. Il gruppo tuttavia non ha ancora fissato il prezzo per il Netflix dei film classici.

FilmStruck a differenza delle altre applicazioni create da canali come Hbo, Showtime, Nbc e Starz per arginare la crescita di Netflix si occupa solo di film, un genere che nell'era del bing-watching di serie tv e di programmi sembrava essere stato messo da parte. Netflix ad esempio ha annunciato la produzione di 31 programmi originali e 10 film nel 2016. Ci sono altri gruppi che si occupano di film, come Mubi, ma Time Warner ha la maggiore potenza di fuoco. Ha per esempio i diritti della leggendaria Criterion Collection, che da questo autunno sara' disponibile anche su Hulu. Tra i titoli disponibili: «I sette samurai», «Camera con vista» e «Blood Simple - Sangue facile».

Ultimi Video

Palinsesti TV