DIGITAL-NEWS

Si informa che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al fine di inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l’informativa. Se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Chiudendo questo banner si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Digital-Forum

Gli Immortali, il viaggio tra gli artisti di ogni tempo su Sky Arte HD

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

Sky Italia

La maggior parte dei morti tace. Per i poeti non è così. I poeti continuano a parlare.

C. Nooteboom, Tumbas

Gli Immortali, il viaggio tra gli artisti di ogni tempo su Sky Arte HDI cimiteri non sono luoghi di silenzio, ma al contrario vere e proprie antologie di storie. Storie del passato, lontano o più recente, che hanno segnato la nostra vita con le loro emozioni, i loro aneddoti e le loro atmosfere.

Per raccontare queste storie, venerdì 23 febbraio arriva su Sky Arte HD (canali 120 e 400 di Sky) una nuova produzione originale, Gli Immortali – Artisti per sempre, un format originale di Andrea Bettinetti, Erica Cattaneo e Michele Bongiorno. La serie tv, realizzata in esclusiva per il canale dalla Good Day Films di Michele Bongiorno, è diretta da Andrea Bettinettie scritta da Andrea Bettinetti, Roberta Virduzzo e Erica Cattaneo.

Per 6 puntate, con la guida di Giorgio Porrà, il pubblico compirà un insolito viaggio tra i cimiteri più noti e affascinanti d’Europa, si perderà nei suoi viali alberati per rievocare epoche del passato e riscoprire le vicende di uomini e donne che hanno cambiato il percorso dell’arte, della letteratura, del costume. Autori e autrici di rotture, tagli e cesure che hanno rivoluzionato il nostro modo di pensare, vestire, rapportarci con i nostri sentimenti e che continuano a parlarci nonostante siano defunti. Una serie tv che diventa una meditazione poetica sull’uomo e il suo tempo.

Dal Père-Lachaise di Parigi con Oscar Wilde e Jim Morrison, al romantico Cimitero Acattolico di Roma che ospita Keats, Shelley e Belinda Lee, dal cimitero Monumentale di Milano con Filippo Tommaso Marinetti, al cimitero Staglieno di Genova per visitare Fabrizio De André, e poi San Felice del Circeo, Mantova, Torino, La Maddalena fino al Parco Virgiliano di Napoli per rendere omaggio a Giacomo Leopardi. Ogni tomba è un lampo sul mondo dell’artista che la occupa e rievoca un frammento di vita, ispirando riflessioni e inattese connessioni, in un appassionante pellegrinaggio nella storia dell’arte.

In ogni puntata sono protagoniste due storie principali e altre vicende secondarie. Giorgio Porrà visita due cimiteri e qualche location della città che lo ospita e, sui viali o vicino alle tombe, rivive e racconta le vite di artisti che nessuno ha mai dimenticato. Ricorda i tratti dei loro caratteri, racconta gli aneddoti che li riguardano e ripercorre la loro esistenza e la loro scomparsa

La prima puntata è dedicata a due cantori del “male” che hanno messo al bando il concetto borghese di “bene”: il poeta Charles Baudelaire e il cantautore Fabrizio De André. Dalla nascita ai funerali, Porrà viaggia con empatia nelle vite di artisti straordinari dei quali siamo tutti fortunati eredi e che con la loro arte hanno conquistato l’immortalità.

DI SEGUITO LE SINOSSI DELLE PUNTATE:

Gli Immortali - Poeti maledetti - Charles Baudelaire/Fabrizio De André - 23 febbraio alle 21.15
Parigi, cimitero di Montparnasse - Genova, cimitero monumentale di Staglieno

In questa puntata, Porrà racconta i poeti che hanno cantato il “male” e messo al bando il concetto borghese di “bene”: Charles Baudelaire e Fabrizio De André. Nel 1848 Charles Baudelaire partecipa ai moti parigini, Fabrizio De André racconta il '68 dal punto di vista di un impiegato. Entrambi hanno amato le prostitute, i clochard, gli zingari. Non si sono mai arruolati in nessun esercito: sono nati anarchici e lo sono rimasti per tutta la loro vita. Entrambi nascono in famiglie alto-borghesi ma sono diventati nemici feroci della borghesia.

Gli Immortali - Artisti contro – Gian Maria Volonté/Jim Morrison - 23 febbraio alle 21.45
La Maddalena, cimitero civico - Parigi, Père-Lachaise

Non tutti gli artisti amano apparire e Gian Maria Volonté, il più grande attore italiano di tutti i tempi, ha praticato con convinzione l’arte di scomparire. Tra un film e l’altro viveva a Velletri oppure veleggiava nell’arcipelago della Maddalena ed anche la sua vita è finita con una scomparsa improvvisa che ha lasciato orfano il suo pubblico. Più di vent’anni prima, nel 1971, una rockstar americana decide di scomparire dalle scene e si trasferisce a Parigi: è Jim Morrison, il Dioniso del rock. Rinuncia alla celebrità, vuole scrivere poesie ed anche la vita di Jim termina in modo improvviso, anche lui lascia migliaia di orfani che per anni trasformano il più grande cimitero parigino in un festival rock.

Gli Immortali - Il sogno Italiano – Fred Buscaglione/Anna Magnani - 2 marzo alle 21.15
Torino, cimitero Monumentale - Cimitero di San Felice Circeo

In questa puntata si racconta l’elemento di rottura che questi due grandi artisti hanno portato nell’Italia del boom economico, attraversando le guerre e sfidando con talento e sfacciataggine i canoni della musica e del cinema. Fred Buscaglione e Anna Magnani: un americano in Italia e un’italiana in America. Cantante dell’anno lui, prima di morire in un terribile incidente, e Oscar alla migliore attrice lei. Entrambi furono amati dal pubblico in vita ed entrarono nella leggenda dopo la loro morte.

Gli Immortali - La velocità che muove il XIX secolo – Tommaso Marinetti/Tazio Nuvolari - 9 marzo alle 21.15
Milano, cimitero Monumentale - Mantova, cimitero degli Angeli

Nel Novecento gli uomini corrono spinti dalla macchina dell’industria e, con le prime automobili, sperimentano fisicamente l’ebbrezza della velocità. Tazio Nuvolari, pilota leggendario, si lancia verso quel mondo premendo l’acceleratore per tutta la sua vita e divorando lo spazio come nessuno aveva mai fatto prima. Filippo Tommaso Marinetti, poeta, artista e fondatore del Futurismo, divora il tempo, vuole il futuro e lo vuole subito. Sogna di bruciare i musei e le biblioteche e chiudere per sempre i conti con il passato.

Gli Immortali - Icone del costume – Rudolf Nureyev/Oscar Wilde - 16 marzo alle 21.15
Cimitero russo Sainte-Geneviève-des-Bois - Parigi, Père-La Chaise

Per molti artisti arriva prima o poi il momento di scontrarsi con il potere. Rudolf Nureyev, piantonato all’aeroporto di Parigi da due agenti del Kgb che lo vogliono riportare in Unione Sovietica, urla ai suoi carcerieri: “Voglio rimanere qui”. E ci riesce, trasformando il suo sogno in realtà. Un secolo prima, in Inghilterra, Oscar Wilde urla in un’aula di tribunale il suo amore per il giovane Alfred Douglas e perde tutto. Viene condannato a due anni di lavori forzati per il reato di omosessualità e non si riprenderà mai più. In uno dei suoi celebri aforismi commenta così il triste episodio: “La società spesso perdona il criminale ma non perdona mai il sognatore”.

Gli Immortali - Amori impossibili - Belinda Lee/Giacomo Leopardi - 23 marzo alle 21.15
Roma, cimitero acattolico - Napoli, Parco Vergiliano a Piedigrotta

«Muor giovane colui ch’al cielo è caro». Sorte che, sfortunatamente è toccata a entrambi i protagonisti di questo episodio: Belinda Lee e Giacomo Leopardi. Entrambi trascorrono una vita intensa ma troppo breve, vissuta alla ricerca costante dell’amore. Amori fugaci e mai compiuti, come quelli di Belinda Lee, giovane e bellissima, o amori ricercati e sofferti, come quelli di Leopardi.

Vuoi inserire le nostre News nel tuo sito? Clicca Qui.

Elephone S7
Prova Tecnica Telefonia

Elephone S7

Smartphone
Minix Neo U1
Prova Tecnica High Tech

Minix Neo U1

Multimedia Player - Tv Box
Umidigi G
Prova Tecnica Telefonia

Umidigi G

Smartphone
Ulefone Vienna
Prova Tecnica Telefonia

Ulefone Vienna

Smartphone

Ultimi Video

Palinsesti TV