Occhio di triglia (La Stampa) - Giampaolo allievo tra Giotto e Cimabue

News inserita da:

Fonte: La Stampa

S
Sport
  lunedì, 06 aprile 2009
 00:00
«Giotto e Cimabue erano di queste parti...», intervallo solenne ma lungo, Giampaolo sembra smarrito. L'inviato Rai recepisce e si spiega: «Nel senso che lei è stato allievo di Delio Rossi». Altra pausa secolare. Giampaolo si concentra ma la sua tenacia non viene premiata, deve essergli fuggito il cervello da qualche altra parte. L'inviato Rai recepisce di nuovo, ora la domanda ha un profilo più chiaro: «No, perché nel suo caso l'allievo ha superato il maestro».
 
***
 
Palinsesti. A Sepang arriva il buio, la pista è un isolotto battuto da pioggia e vento, gara sospesa. Ma la bufera non spiega tutto. La realtà è che a Sepang le tv hanno apparecchiato il loro consueto mondo parallelo, stavolta sbiellando parecchio perché la trama originale non prevedeva l'Apocalisse. In studio (Sky) pur di smontare la tesi della dittatura televisiva ipotizzano perfino il ricorso alla tortura in diretta; nisba, l'esperto di F1 Boselli è implacabile: «La
pioggia non c'entra nulla, il fatto è che la partenza del Gp è stata spostata di tre ore per esigenze di palinsesto».
 
***
Punti di vista 1. Sole allo Zenith, splendida giornata a Genova: «Buona sera a tutti da Marassi», Massimo Ugolini, Sky.
 
***
Neonatologia. Vanessa Leonardi: «Complimenti Zenga, lei tra l'altro ha appena compiuto un anno».
***
 
Punti di vista 2. «E quali sarebbero questi paesini italiani dove gli omosessuali verrebbero discriminati?», Ventura: «Cristiano, vuoi dire Paesi europei?», «Vabbè, che cambia?», Malgioglio.
 
***
Occhio per occhio. «Della Valle vuole decurtare gli stipendi di calciatori e tecnici del 50%, lei ci starebbe?», «Sì, però del 50% decurterei anche il mio impegno», dialogo tra Simona Ventura e Prandelli.
 
***
Metafore. Ilaria D'Amico: «...La metafora, qual è la metafora che ha usato a inizio partita?», «Metafora?», «Ma sì, quella di inizio partita, quella attribuita a Nereo Rocco», «Boh, che ne so», Sinisa Mjahilovic.
 
***
Sintesi. Di Carlo, ci racconti in due parole la brillante partita del Chievo: «Semplice, gioco a due tocchi, coprire campo e cercare palla sopra».
 
Elio Pirari
per "La Stampa"

Ultimi Video

Palinsesti TV