Diritti Tv Serie A: la data più plausibile per l'avvio del bando 2018-2021 è inizio luglio

Diritti Tv Serie A: la data più plausibile per l'avvio del bando 2018-2021 è inizio luglio

News inserita da:

Fonte: MF-DJ

S
Sport
  lunedì, 03 aprile 2017
 11:20

Diritti Tv Serie A: la data più plausibile per l'avvio del bando 2018-2021 è inizio luglioIl calcio e' l'oppio dei popoli. Ma stavolta rischia di annebbiare la vista a chi con il pallone ci deve convivere tutti i giorni e, soprattutto, fare business. Perche' la principale fonte di ricavi dei club italiani e' rappresentata dai diritti televisivi. E se sul bilancio del Milan che Berlusconi sta vendendo al cinese Yonghong Li, finanziato dall'hedge fund Elliott, gli introiti da cessione dei diritti sulle immagini hanno una incidenza del 42%, per la Juventus  valgono piu' della meta' del giro d'affari (194,9 milioni su 351,2 milioni, quindi il 55,5%). Mentre sui conti della prossima rivale dei bianconeri in campionato e in Coppa Italia, il Napoli, incidono per il 66,3%. Percentuale del tutto simile per la Roma (66%) e ancora piu' alta nei casi del Torino (71%) e Lazio (73,9%).

Per questa ragione, scrive Milano Finanza, in una Lega Serie A che non trova un nuovo presidente e rischia il commissariamento (Adriano Galliani sarebbe il candidato principale alla poltrona lasciata libera da Maurizio Beretta, ma ancora non c'e' nulla di definito), si comincia a tremare. Perche' l'asta per la vendita dei diritti tv non prende forma. Attesa per questa primavera, bloccata e rispedita al mittente dall'Antitrust, e poi dall'Agcom perche' le linee guida, oggi riscritte, non erano complete e chiare, e' probabile che scatti solo a ridosso dell'estate. Al momento, in attesa del responso delle authority (hanno 60 giorni di tempo dalla consegna della documentazione approvata mercoledi' in Lega, a Milano, e subito inoltrata a Roma), la data piu' plausibile per l'avvio del bando e' inizio luglio. Anche perche', una volta ottenuto il via libera da Agcom e Antitrust (nel frattempo quest'ultima ha fatto ricorso contro la sentenza del Tar che l'anno scorso aveva annullato la maxi multa da 66,3 milioni comminata a Mediaset  Premium, Lega Serie A, Infront e Sky), servira' un mese per la definizione dei pacchetti da vendere. L'obiettivo e' chiudere prima dell'avvio del torneo 2017-2018.

Ultimi Video

Palinsesti TV