CVC in Serie A e interesse Amazon Champions può cambiare scenario tv

CVC in Serie A e interesse Amazon Champions può cambiare scenario tv

News inserita da:

Fonte: Ansa

S
Sport
  giovedì, 15 ottobre 2020
 06:00

CVC in Serie A e interesse Amazon Champions può cambiare scenario tvLa rivoluzione, stavolta, sarà teletrasmessa. O meglio, trasmessa via internet. Il calcio italiano si prepara ad un nuovo cambio di scenario per i diritti tv del pallone, con l'ingresso in campo di Amazon per la Champions League e l'arrivo del fondo di private equity Cvc per la Serie A. Due novità che influiranno non solo sui conti dei club nostrani, ma anche su come i tifosi guarderanno le partite nei prossimi anni. Il colosso di Jeff Bezos, già sbarcato nel mondo del calcio con la Premier League in Inghilterra e alcune gare di Champions in Germania, ora punta a trasmettere la principale competizione continentale anche in Italia. Sul piatto ci sarebbero 80 milioni di euro per uno dei quattro pacchetti in vendita per il triennio 2021/24, che riguarda l'esclusiva per le 16 migliori gare del mercoledì durante tutta la stagione.

Non solo quindi pacchi e serie tv, Amazon entrerebbe così nelle case degli italiani con il prodotto più seguito, portando la sua rivoluzione anche nel mondo del calcio nostrano. Per gli altri pacchetti legati alla Champions (uno con le 16 migliori sfide del martedì, uno con le restanti 104 partite e l'ultimo con la sola finale) restano in corsa anche Mediaset, Dazn e Sky (che ha il divieto di esclusiva sul web e quindi non potrà comunque trasmettere tutte le gare), mentre la Rai non ha partecipato ma potrebbe rientrare in gioco in seguito, visto che c'è la possibilità di ottenere i diritti in sublicenza.

I quattro broadcaster intanto proseguono le trattative con l'agenzia svizzera Team Marketing che assiste l'organo di governo del calcio in Europa ed è previsto un nuovo appuntamento. Lo spacchettamento delle gare tra le varie emittenti può così cambiare il modo di guardare la Champions in tv: ai tifosi infatti potrebbe servire più di un abbonamento (allo stesso modo della Serie A), al netto di eventuali accordi tra i broadcaster come già avvenuto in passato. Con la possibilità magari anche di poter guardare tutta l'ex Coppa Campioni solo in streaming, nel caso in cui Dazn riuscisse ad acquistare il pacchetto per le altre gare. Il tutto in attesa di capire come si evolverà anche la situazione per la Serie A. Nelle prossime quattro settimane si capirà infatti se l'accordo tra la Lega e la Cvc andrà effettivamente in porto, ma la strada sembra portare verso l'ingresso del fondo britannico nella nuova media company.

Se le cifre, dopo il mese di trattativa in esclusiva con il fondo, venissero confermate (si parla di 1,65 miliardi per il 10% della newco, con modalità di incasso per la Lega da definire), la Serie A potrà sedersi a trattare per i diritti tv nazionali per il triennio 2021/24 con maggiore serenità, avendo le spalle coperte dall'investimento di Cvc. Operazione che potrebbe lasciare aperte le porte non solo a Sky e Dazn (che vogliono confermare i diritti tv acquistati nel 2018), ma anche altri player, soprattutto se venisse scelta la strada della vendita per piattaforma. Non a caso, Bezos dopo aver risollevato le sorti del Washington Post starebbe pensando pure a riportare al top la Serie A trasmettendo le gare su Prime Video, mentre Netflix, secondo indiscrezioni, potrebbe scegliere il nostro campionato per entrare nel mercato dello sport live. Completando così la rivoluzione per il calcio italiano in tv.

Ultimi Video

Palinsesti TV