Digital-News.it Logo
Foto - Coppa Italia Serie C, Finale Ritorno Vicenza - Juventus Next Gen (diretta Rai Sport, DAZN, Eleven Sports)

Coppa Italia Serie C, Finale Ritorno Vicenza - Juventus Next Gen (diretta Rai Sport, DAZN, Eleven Sports)

News inserita da:

Fonte: Digital-News (original)

S
Sport

Coppa Italia Serie C, Finale Ritorno Vicenza - Juventus Next Gen (diretta Rai Sport, DAZN, Eleven Sports)Vicenza e Juventus Next Gen scendono in campo oggi (diretta tv su Rai Sport, DAZN, Eleven Sports) alle 20:30 allo stadio Menti di Vicenza per cercare di aggiudicarsi la cinquantesima edizione della finale di Coppa Italia di Serie C.

Prima del match si svolgerà un ricordo di Paolo Rossi, campione dei due club, nel largo a lui dedicato nelle vicinanze dello stadio. Nel pomeriggio, sempre in largo Paolo Rossi, giochi per i bambini con la scuola calcio del L.R. Vicenza. Al mattino la Coppa Italia di Serie C sarà esposta nella Loggia del Capitaniato della città veneta. Vicenza-Juventus NG sarà diretta da Kevin Bonacina di Bergamo che potrà avvalersi dell’aiuto tecnologico del VAR. Gli assistenti saranno Votta e Galimberti, IV uomo Galipò. Al VAR Chiffi, Avar Zufferli.

LA PARTITA DELL'ANDATA - La gara allo "Stadium" di Torino, vide la vittoria degli ospiti biancorossi per 2-1 con una rete all'88' di Jimenez. Gara bella e intensa con la Juve, con Iling Junior in campo, pronta a fare la partita. Quindici minuti di fuoco per i bianconeri che riescono a mettere sotto il Vicenza che, però, con il passare dei minuti riguadagna campo e grazie alla qualità e all'esperienza dei suoi interpreti spinge sull'acceleratore. Al 39' il Vicenza passa grazie a Ierardi che nell'occasione accusa anche un problema muscolare ed è costretto a uscire. In precedenza era stato Iocolano a lasciare il terreno di gioco per un problema al ginocchio. Parte forte nella ripresa la Juve che trova il gol al primo affondo grazie a Iling Junior. La gara si accende e si fa molto equilibrata. Il Vicenza accusa il ritorno della Juve e sembra, a tratti, accontentarsi del pareggio. I bianconeri provano a vincere la partita ma talvolta si espongono alle ripartenze vicentine. All'88' il Vicenza passa grazie a un gran gol di Jimenez che di sinistro, da fuori area mette la palla all'incrocio dei pali e batte Crespi. Reazione rabbiosa della Juve che ci prova un'ultima volta con un gran tiro di Pecorino che colpisce la traversa.

Risulterà vincitrice la squadra che, all’esito delle due gare di andata e ritorno, ottiene il maggior punteggio o, a parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, la squadra che ha conseguito una migliore differenza reti nelle due gare. In caso di ulteriore parità al termine delle due gare, sono disputati due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno e, perdurando tale situazione, i calci di rigore. La vittoria della Coppa, oltre al titolo sportivo, consente anche l’accesso alla fase nazionale dei play-off per la promozione in Serie B.

Santero, brand e azienda piemontese leader nella produzione di bollicine e aperitivi, è presenting sponsor di Lega Pro in occasione della cinquantesima edizione della finale di Coppa Italia Serie C

LA PARTITA IN DIRETTA TV - La finalissima della Coppa Italia di Serie C sarà trasmessa in diretta TV in chiaro su Rai Sport (canale 58 del digitale terrestre) con la telecronaca di Giuseppe Galati e Andrea Mantovani, bordocampo ed interviste di Massimo Proietto. Il match sarà disponibile in diretta anche su Eleven Sports (disponibile anche sulla piattaforma DAZN) con la telecronaca di Pierluigi Pardo e il commento tecnico di Roberto Policano.

Guarda VICENZA - JUVENTUS NEXT GEN in diretta streaming su DAZN
con la telecronaca di Pierluigi PARDO

NUMERI E CURIOSITA DELLA SFIDA - Il torneo è iniziato nella stagione 1972/73 e da allora si è sempre disputato fino al 2019/20. Nel 2020/21 ci fu una sospensione dovuta al covid. Poi la kermesse è ripresa a partire dalla stagione 2021/22. La prima edizione fu vinta dall’Alessandria, nella finalissima “secca” a Roma, 4-2 dopo tempi supplementari, sull’Avellino (2-2 al 90’). La gara – in verità – sul campo – venne sospesa al 112’, al gol del 4-2 firmato Lorenzetti e poi omologata dal giudice sportivo. Il primo allenatore vittorioso fu Pippo Marchioro, che guidava i grigi piemontesi. La squadra detentrice in carica è il Padova, vittoriosa nel 2021/22 sul Sudtirol nella finale andata/ritorno. Pareggio 0-0 all’andata in Veneto e successo esterno biancoscudato 1-0 nel ritorno al “Druso”.  La formula della finalissima è tornata ad essere su andata e ritorno l’anno scorso, dopo la “pausa” del 2019/20 (finale secca a Cesena, Juventus U23-Ternana 2-1); iniziata nel 1972/73 a questo modo la finale per l’assegnazione del titolo e durata per 7 edizioni consecutive. A partire dalla stagione 1979/80 il trofeo veniva assegnato – fino al 2018/19 – attraverso una doppia finale. L’ultima è stata tra Viterbese e Monza, vinta dalla compagine laziale, 2-1 all’andata in Brianza per i padroni di casa, 1-0 al ritorno per i gialloblu.

La squadra che vanta il maggior numero di trofei è il Monza, con 4 coppe alzate; seguono a quota 2 titoli Alessandria, Foggia, Padova e Spezia; con 1 coppa a testa, in rigoroso ordine alfabetico, AlbinoLeffe, Alzano Virescit, Arezzo, Bassano, Brindisi, Cagliari, Carrarese, Cesena, Como, Cosenza, Empoli, Fanfulla, Gallipoli, Juventus U23, Juve Stabia, Latina, Lecce, Lecco, Livorno, Lucchese, Lumezzane, Palermo, Pisa, Prato, Salernitana, Sambenedettese, Siracusa, Sorrento, Spal, Triestina, Udinese, Varese, Venezia, Vicenza, Virescit Boccaleone, Virtus Casarano e Viterbese.

Nella storia delle 49 precedenti edizioni di coppa Italia di Serie C in 7 occasioni il titolo è stato assegnato al termine dei tempi supplementari, con ultima volta nel 2001/02, vittoria del Livorno al “Picchi” 3-2 sull’AlbinoLeffe, dopo il 2-1 al 90’. Due le edizioni decise ai rigori, nel 1974/75 vinta dal Monza sul Sorrento e nel 1989/90 dalla Lucchese sul Palermo. Due anche le coppe assegnate a tavolino, nel 1977/78 all’Udinese (finale “secca” contro la Reggina al “Granillo” per invasione di campo) e nel 1984/85 l’andata di Carrarese-Virtus Casarano, per un black-out allo stadio, per il quale fu dato lo 0-2 ai marmiferi, il ritorno fu poi vinto dai toscani 2-1, ma non fu sufficiente per alzare la coppa. Tra gli allenatori che hanno vinto in carriera la coppa Italia di serie C, il più celebre è senza dubbio Claudio Ranieri, campione con il Cagliari 1988/89 (che è tornato ad allenare da poche settimane dopo 32 anni) e poi vincitore della Premier con il Leicester 2015/16, della supercoppa Uefa col Valencia 2004, oltre ad 1 coppa Italia, 1 supercoppa di Lega, 1 supercoppa di Spagna e promozioni varie in giro per l’Europa. Non si possono dimenticare Luciano Spalletti (oggi dominatore in serie A con il “suo” Napoli, che la vinse con l’Empoli 1995/96), Roberto De Zerbi (2015/16 al Foggia), Filippo Inzaghi (Venezia 2016/17). Nel 2019/20 alzò la coppa Fabio Pecchia (Juventus U23 2019/20, oggi coach del Parma e panchina d’argento di fresca nomina per la serie B 2021/22, che ha vinto con  la Cremonese).

Il Vicenza gioca una finalissima di coppa di C per la seconda volta in 15 partecipazioni alla competizione: nel 1981/82 vinse il titolo superando in finale il Campobasso: andata 0-0 nel Molise, ritorno 3-1 veneto dopo overtime. Allenatore biancorosso era Giancarlo Cadè, in formazione – tra gli altri – Gigi Delneri ed Alessandro Renica. Nel percorso 2022/23 i biancorossi veneti hanno eliminato la Virtus Verona (2-1 al “Menti”), l’Arzignano Valchiampo (4-2 a Vicenza), il Rimini (4-2 ai rigori al “Neri”, 0-0 al 90’ e 1-1 al 120’), la Viterbese (2-0 in terra laziale), infine nella semifinale andata/ritorno la Virtus Entella (4-1 nel ritorno del “Menti” ai supplementari dopo lo 0-1 subito all’andata a Chiavari). E’ la quindicesima volta nella storia delle finali di coppa Italia di Lega Pro che una squadra vince fuori casa il match di andata: chi ci è riuscito, ha in 13 casi sempre alzato la coppa nel ritorno, nel proprio stadio: in ordine cronologico ricordiamo Carrarese 1982/83, Virtus Casarano 1984/85, Cagliari 1988/89, Palermo 1992/93, Empoli 1995/96, Spal 1998/99, Brindisi 2002/03, Spezia 2004/05, Juve Stabia 2010/11, Latina 2012/13, Salernitana 2013/14, Cosenza 2014/15 ed Alessandria 2017/18. Unica eccezione nell’edizione 2011/12, con il Pisa vittorioso all’andata 1-0 al “Picco” di La Spezia, ma poi sconfitto 1-2 all’Arena al ritorno e titolo vinto dai liguri.

La Juventus Next Generation è alla sua seconda finale in 4 partecipazioni al torneo: ha vinto l’edizione 2019/20 sconfiggendo 2-1 in finale secca la Ternana (a Cesena). Nel cammino verso l’epilogo decisivo 2022/23, la squadra guidata da Massimo Brambilla ha eliminato, nell’ordine, la Feralpisalò vincendo 5-2 al “Turina”, il San Giuliano (1-0 esterno), il Padova detentore (2-1 all’ “Euganeo”) ed in semifinale andata/ritorno il Foggia, 5-3 ai rigori dopo reciproco successo interno per 2-1, all’overtime nella gara in Piemonte di ritorno. Massimo Brambilla ha già vinto la coppa di C da calciatore del Monza, edizione 1990/91, non giocando però alcuna delle due finali contro il Palermo (1-1 al “Barbera” all’andata e 1-0 al ritorno per i brianzoli). Brambilla faceva parte della rosa di mister Trainini, che annoverava – tra gli altri, tra le proprie fila – Gigi Di Biagio, Anselmo Robbiati e Vincenzo Vivarini (autore della rete monzese all’andata). Vivarini è oggi allenatore del Catanzaro dei record, che è stato già promosso aritmeticamente in serie B e che sabato scorso, con il successo 4-2 a Francavilla Fontana sulla Virtus ha stabilito – a quota 93 – il record di punti per un campionato di Lega Pro.

A Vicenza esiste un solo precedente ufficiale fra le due squadre, quest’anno in campionato, 12 ottobre scorso, 2-0 biancorosso con le reti di Ferrari (doppietta) al 26’ e 69’. Per il secondo anno consecutivo uno dei due tecnici finalisti è di passaporto straniero: l’anno scorso c’era Javorcic, coach del Sudtirol, adesso nel ritorno c’è il danese Thomassen. Il tecnico del Vicenza sarà il quarto tecnico straniero a giocare una finale di coppa di C. Se Javorcic l’anno scorso uscì sconfitto dal Padova di Oddo, hanno invece alzato la coppa gli argentini Oscar Massei con il Lecco 1976/77 ed Antonio Valentin Angelillo con l’Arezzo 1980/81. Sono dunque 42 anni che un coach straniero non vince la coppa Italia di C.

📰 LE ULTIME NEWS 🖊️

📺 ULTIMI PALINSESTI 📝

✨ ARCHIVIO VIDEO 🎥 TRE CASUALI OGNI VOLTA! 🔄✨

  • Michelle Hunziker testimonial della campagna del Nuovo Digitale Terrestre

    E’ partito domenica 20 giugno il terzo flight della campagna di promozione del Nuovo Digitale Terrestre. Si tratta, come per i flight precedenti, di una campagna crossmediale che coinvolge non solo radio e TV ma anche stampa, web e social network e ha come protagonista la nota conduttrice Michelle Hunziker. Gli spot in programmazione puntano a raf...
    D
    Digitale Terrestre
      mercoledì, 23 giugno 2021
  • Il promo degli Sgommati con lo stile del ''Pulcino Pio'' (in onda su Sky Uno dal 10 settembre)

    Alzi la mano chi non si è trovato almeno una volta durante questa estate ad ascoltare (volente o nolente) le note del "Pulcino Pio", il tormentone nato su Radio Globo e presto famoso in tutta Italia grazie alla viralità del suo ritmo contagioso. Sfruttando questa forza, ecco che Sky ha avuto la geniale idea di proporre lo stile inconfondibile del "pulcino del mome...
    S
    Sky
      venerdì, 24 agosto 2012
  • 3000 film ogni anno su Sky con Premium Cinema e Sky Cinema

    Si arricchisce l’offerta Cinema di Sky, che propone una scelta di grandi film mai così completa: ai 12 canali di Sky Cinema si aggiungono infatti i 5 canali Premium Cinema tutti in HD. Oltre 3.000 film all’anno di ogni genere, ancora più prime visioni, le pellicole firmate dai migliori registi, con le ...
    S
    Sky
      giovedì, 10 maggio 2018