Il volto inedito di Sandro Pertini questa sera su RaiTre

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

T
Televisione
  venerdì, 03 agosto 2007
 00:00
È un film-documento che rilegge la vita di Sandro Pertini la puntata odierna di La grande storia, in onda alle 21,05 su RaiTre. La biografia di Pertini viene ripercorsa sottolineando l'originalità dell'uomo prima ancora che del politico. «Il film racconta Pertini in modo del tutto classico — spiega il coordinatore del programma Francesco Cirafìci — ci sono una voce narrante, una seconda voce che legge le lettere scritte in carcere, svariate foto mai pubblicate e alcune interviste autorevoli. L'originalità, infatti, non sta nel "mezzo". Ma nell'uomo. Pertini fu tra i Presidenti della Repubblica che scelsero di non abitare nel Palazzo del Quirinale, mantenendo la propria residenza nel suo appartamento romano, per espresso desiderio della moglie. Siamo stati gli unici in grado di entrare nella casa di Fontana di Trevi. Vedrete: è una casa sorprendente. Il suo studio non appare affatto come quello di un avvocato, di un giornalista o di un Presidente della Repubblica. Appena le telecamere sono entrate, abbiamo pensato: "caspita, questo è lo studio di un artista". Rappresenta l'animo di Pertini come nessun altro luogo o documento».
 
Il documentario mette in evidenza come fu non solo il Presidente più amato degli italiani
Sandro Pertini (c'è chi lo considera quasi un santo della laicità, dell'onestà, dell'etica politica, altri lo dipingono come un padre, un nonno affettuoso), ma anche un grande comunicatore, un attivista della cultura di massa. Militante socialista, ricercato, esiliato e imprigionato durante il fascismo, è ricordato soprattutto come uno dei capi della Resistenza. Indro Montanelli, poco dopo l'elezione a Presidente l'8 luglio del 1978, dichiarò di lui: «Non è necessario essere socialisti per amare Pertini. Qualunque cosa egli dica o faccia, odora di pulizia, di lealtà e di sincerità».
 
Il filmato realizzato da Alessandro Varchetta, con il contributo dell'Associazione Culturale Sandro Pertini, ripercorre poi gli anni della Resistenza, la cattura da parte delle SS, la condanna a morte, la rocambolesca fuga dal carcere di Regina Coeli, la lotta partigiana fino ai giorni della Liberazione, attraverso la lettura di una lettera scritta da Pertini in cui è riassunta la sua carriera politica. «Nello speciale, con le testimonianze di Antonio Ghirelli, che fu il capo ufficio stampa sotto la sua presidenza e diGiuliano Vassalli, che ripercorre gli anni della clandestinità, emerge un Pertini dimenticato: il primo Presidente mediatico che ha saputo rinnovare il rapporto tra i cittadini e le istituzioni».
 
Filippo Brunamonti
per "La Repubblica"

Ultimi Video

Palinsesti TV