Renzo Arbore: ''Quanti delitti in nome dell'Auditel'' #WIDG

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  martedì, 28 febbraio 2012
 10:59

Dopo Pippo Baudo, tocca a Renzo Arbore dire la sua a proposito dell'Auditel, nell'ambito di WIDG - La tv che vorrei, la settimana che il web sta dedicando alla qualità in tv.

«Finalmente, da più parti, viene messa in dubbio la tracotanza dell'Auditel» ha esordito Arbore, «che, devo dire, a me ha fatto sempre sorridere e sospettare. Non ho mai ritenuto che l'ascolto fosse sinonimo di gradimento, mentre i dirigenti che si sono avvicendati in questi anni alle direzioni delle reti, venendo anche da altri professioni, come il giornalismo, hanno sempre identificato solamente nell'ascolto il gradimento del pubblico. Non è così». 

«L'Auditel è semplicemente un indice di quantità, basato su un campione di italiani che hanno quella macchinetta in casa, che è un campione non fallace, però è un campione che ahimè purtroppo, con mio grande dolore, risponde al grado culturale del pubblico italiano, che nella grande quantità è molto basso».

«Ormai al giorno d'oggi non c'è più spazio per la sperimentazione, c'è poco rispetto per le avanguardie. Tra i format esteri già pronti e la paura di fare cose nuove non si fa quasi più nulla in Tv. Ahi ahi, Auditel Auditel... quanti delitti si compiono in tuo nome!»

Tutti i contributi di WIDG sono aggregati nella pagina Facebook ufficiale:

http://www.facebook.com/pages/WIDG/375208802491374


Partecipano a WIDGAccademia dei Telefilm, Antonio Genna, Chic o Choc, Chimachimera, Chissenefrega, CineTivu, Digital Sat, Inside Tv, Isa&Chia, LaNostra Tv, LaBuonaTivu, Matteoblog, MondoReality, PubblicoDelirio, Reality&Show, Mag Series, TelefilmCult, Televisionando, TuttoFaMedia, TvBlog, TvBlog.Girlpower, TvGlobo, TvZoom, UnDueTre, VicoDelleNews, Webl0g.

Ultimi Palinsesti