Rai, la fiction si amplia e da Rai1 si estende alle reti Due, Tre e Quattro

Rai, la fiction si amplia e da Rai1 si estende alle reti Due, Tre e Quattro

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  sabato, 07 maggio 2016
 22:51

Rai, la fiction si amplia e da Rai1 si estende alle reti Due, Tre e QuattroNuove reti e nuovi linguaggi per la fiction Rai che da Rai1, sulla quale è presente per quattro sere a settimana, si apre anche a Rai2, Rai3 e Rai4 alla conquista di nuovi target di pubblico con prodotti differenziati. Ad annunciare la novità il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, intervenendo al festival della tv e dei nuovi media in corso a Dogliani.

«La grande novità che stiamo costruendo - ha sottolineato - è portare la produzione della fiction da Rai1 alle altre reti, Rai2, Rai3 e Rai4 perché nella visione di servizio pubblico universale non esiste più un solo pubblico di riferimento ma differenti tipi di pubblico a cominciare da quello più giovane e più abituato alla serialità internazionale. L'obiettivo, quindi, è aprire la produzione in modo che tutti gli spettatori possano trovare sulle diverse reti ciò che più corrisponde ai loro gusti e alle loro necessità» Primo esempio del nuovo corso, la fiction in sei puntate in onda dall'autunno su Rai2 dedicata al vicequestore Schiavone. Tratta dai romanzi di Antonio Manzini la serie è stata girata ad Aosta e ha per protagonista Marco Giallini.

Tra le altre novità annunciate da Eleonora Andreatta anche una fiction sulla storia della famiglia dei Medici 'Medici master of Florence', una co-produzione internazionale, girata a Firenze e Roma, in onda in autunno su Rai1. «E il primo capitolo di un progetto sul Rinascimento italiano che apre la via per portare la fiction italiana all'estero», ha sottolineato il direttore di Rai fiction annunciando che Rai4 ospiterà fiction per i nativi digitali. Nel dibattito è intervenuto anche il Dg di viale Mazzini Antonio Campo Dall'Orto che ha indicato tra gli obiettivi del futuro, per la Rai ma non solo, quello di trasformare la produzione della fiction in un vero sistema industriale.

«Il futuro delle fiction? Non farle più». Così Checco Zalone, in collegamento telefonico con il Festival della tv e dei nuovi media, risponde produttore Pietro Valsecchi. «Ho visto scimmiottare le produzioni estere, soprattutto Usa con risultati scadenti. Io resterei sull'italiano, rilanciando la fiction senza scopiazzare», ha detto poi seriamente Zalone.

Ultimi Video

Palinsesti TV