Rapporto Censis: la tv è ancora il mezzo più diffuso, nuovo impulso del digitale

News inserita da:

Fonte: ASCA

D
Digitale Terrestre
  mercoledì, 13 luglio 2011
 14:59

Nel 2011 l'utenza complessiva della televisione - il mezzo più diffuso nel panorama mediatico del Paese - rimane sostanzialmente invariata: il 97,4% della popolazione italiana. Ma è avvenuto un ampio rimescolamento al suo interno, dipendente in larga misura dalla progressiva diffusione sul territorio nazionale del segnale digitale terrestre, responsabile di un nuovo impulso impresso ai canali e ai programmi tv. E’ la fotografia scattata dal Rapporto Censis.Ucsi sulla comunicazione diffuso oggi.

L’utenza della tv digitale terrestre è aumentata di oltre 48 punti percentuali tra il 2009 e il 2011 arrivando al 76,4% della popolazione, ovviamente a scapito della tv analogica: -27,1%.

La tv satellitare mantiene costante la quota dei suoi telespettatori (il 35,2% degli italiani), dopo il significativo incremento registrato tra il 2007 e il 2009.

La web tv aumenta la sua utenza di ulteriori 2,6 punti percentuali nell’ultimo biennio (l’utenza complessiva sale al 17,8%), mentre la mobile tv rimane a livelli bassi, relegata a un pubblico saltuario e di nicchia (0,9%).

Soprattutto i giovani (14-29 anni) diversificano ampiamente le possibilità attraverso le quali seguire le trasmissioni televisive. Il 95% utilizza la televisione tradizionale (analogica o digitale terrestre), il 40,7% la web tv, il 39,6% la tv satellitare, il 2,8% l’iptv, l’1,7% la mobile tv.

Ultimi Video

Palinsesti TV