I canali Mediaset Premium si riorganizzano in vista delle novità 2013

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

D
Digitale Terrestre
  giovedì, 24 gennaio 2013
 10:30

L'anteprima per la stampa di The Following, in partenza il prossimo 4 febbraio, è stata l'occasione per la presentazione di alcune novità di palinsesto dei canali Mediaset Premium, che dal 1° gennaio scorso hanno subito una parziale ristrutturazione, segnata anche dallo spostamento di alcune serie, unitamente ad alcuni nuovi arrivi per la stagione 2013.

Il canale che ha ridefinito maggiormente la sua identità è Joi, destinato a diventare la casa del genere comedy: tra le anteprime esclusive spicca Baby Daddy, sit-com Disney (con cui è stato siglato un nuovo accordo) che vede un ventenne d'oggi alle prese con un figlio neonato inaspettato, recapitatogli dalla ex sulla soglia di casa (in onda dal 22 febbraio). Confermati poi i successi del canale come 2 Broke Girls 2, The Big Bang Theory 6, Parks and Recreation 5, Suits 2, Suburgatory 2, E alla fine arriva mamma! 8, Due uomini e mezzo 9, The Middle 4. Mike & Molly 3, Psych 7, Royal Pains 5 e Shameless 3 (che passa da Mya a Joi).

Mya mantiene e rafforza la sua attenzione al pubblico femminile, cercando sempre più di rivolgersi anche al segmento più adulto, non solo teen. Per farlo punta molto su The Carrie Diaries, pre-quel di Sex and the City con protagonista l'adolescente Carrie Bradshaw (dal 20 giugno). L'altra anteprima di rilievo è A passo di danza, serie Disney che narra la storia di una ballerina di Las Vegas che finisce a insegnare danza con la suocera in un paesino della California (dal 12 marzo). Questi gli altri titoli della stagione: Smash 2, The Vampire Diaries 4, Gossip Girl 6, Parenthood 4, Pretty Little Liars 3, Hart of Dixie 2 e Dallas 2, che dopo il poco incoraggiante debutto free passa su Mediaset Premium (dal 13 novembre).

Per quanto riguarda invece Steel la serie di punta è già partita lo scorso 15 gennaio e si tratta di Revolution; le prossime anteprime sono attese per l'autunno con Chicago Fire che racconta le gesta di pompieri e paramedici della più famosa città dell'Illinois e Do No Harm, un serial alla Dr. Jekyll & Mr. Hyde interpretato da Steven Pasquale. Proseguono inoltre Fringe con la quinta e ultima stagione, Grimm 2, Nikita 3 e Covert Affairs 3.

Resta ben chiara l'identità di Premium Crime che, oltre a The Following, propone in anteprima anche Golden Boy, in cui è possibile assistere alla parabola di un giovane detective, da semplice recluta a investigatore (dal 24 maggio). Inediti anche 17 episodi di Person of Interest 2 (dal 6 aprile), mentre continuano Major Crimes 2, Southland 5, Special Victim Unit 14, Rizzoli & Isles 4 e The Mentalist 5 (che da Joi passa a Premium Crime).

La presenza del Direttore Contenuti e Marketing di Mediaset Premium, Marco Leonardi, alla conferenza stampa ha offerto anche la possibilità ai giornalisti di fare il punto sul 2012 di Premium: «Siamo estremamente soddisfatti di come abbiamo chiuso l'anno, con 62.000 nuovi abbonati nell'ultimo quadrimestre, dopo che ad inizio anno eravamo partiti con molte difficoltà». Gli abbonati dichiarati sono poco meno di 2 milioni, mentre è impossibile calcolare quanti siano gli utenti attivi con tessera prepagata: «su questi ultimi l'unica cosa certa sono i ricavi che nell'anno 2012 hanno rappresentato circa il 15% del totale complessivo», pari a circa 530 milioni (+1%), escludendo la raccolta pubblicitaria e altre attività (come la vendita di decoder).

Interessante il punto di vista di Leonardi sulla strategia in termini di diritti sportivi: «Non andremo a cercare di prendere intere competizioni, come la Liga, che sono senza acquirenti a causa delle richieste troppo esose, ma punteremo sempre di più sui singoli eventi». Con questa visione vanno infatti interpretati gli acquisti di alcune partite di FA Cup e di semifinali e finale di Coppa di Francia, che quest'anno si aggiungono alla finale di Coppa del Re e alla Supercoppa Spagnola (non ancora confermate). Anche la decisione di trasmettere le partite del Sydney di Alex Del Piero sta dando i suoi frutti: «- ammette Leonardi - siamo semplicemente stati più veloci: le partite di Del Piero, pur giocandosi ad orari improponibili per il grande pubblico, come il sabato alle 8.30, ottengono sempre più dell'1% di share sul totale individui». Infine, da segnalare il raggiungimento di accordo con Disney per alcune serie inedite e per film di library, che si aggiungono ai film di prima visione disponibili già da tempo su Premium Play.

Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"
(twitter: @giorgioscorsone)

Ultimi Palinsesti