Mediaset Premium ha concluso fase anti-Sky, ora forte attenzione a costi

Mediaset Premium ha concluso fase anti-Sky, ora forte attenzione a costi

News inserita da:

Fonte: RadioCor

E
Economia
  mercoledì, 18 gennaio 2017
 17:25

Mediaset Premium ha concluso fase anti-Sky, ora forte attenzione a costiLa fase in cui Mediaset Premium doveva limitare l'espansione di Sky può dirsi conclusa, ora la strategia di Mediaset nella tv a pagamento è cambiata e prevede limiti molto chiari in termini di costi e una riduzione significativa degli investimenti sui diritti del calcio. È quanto indicato dal management di Mediaset nel corso della presentazione delle linee di sviluppo del gruppo televisivo al 2020. Nel piano di recupero dei profitti operativi, Premium viene indicato come l'asset da cui ci si attende il contributo più significativo nel triennio e cioè 200 milioni di euro di maggiore ebit (468 milioni a livello di gruppo). Una cura monstre - sottolinea un analista presente - se si pensa che nei primi nove mesi del 2016 Premium ha perso circa 116 milioni di euro. Anche se Mediaset ha comunicato l'intenzione di partecipare alle aste per i diritti televisivi per la Champions League 2018-21 e per la Serie A 2018-21, il gruppo ha specificato che l'approccio a questi potenziali investimenti sarà di tipo opportunistico.

Nella presentazione Mediaset ha infatti puntualizzato di mirare a rendere Premium sostenibile anche senza i diritti delle competizioni sportive. Quella che è stata prospettata è uno scenario da 'micro-paytv" per Premium, aggiunge un analista, visti i forti risparmi che il gruppo intende realizzare nel trienniò. 'La strategia su Premium sembra chiara - commenta un altro partecipante alla presentazione londinese - e prevede una drastica riduzione dei contenuti del calcio che sono più costosì. Nell'incontro con gli analisti il management di Mediaset ha ripercorso la strategia adottata negli anni con l'investimento in Premium che rispondeva a quattro strategie: «Frenare la crescita della televisione satellitare»; «Sfruttare le frequenze del digitale terrestre e altri asset di Mediaset»; «Testare caratteristiche e funzionalità della tv non lineare»: «Supportare la strategia crossmediale della concessionaria di pubblicità». Questo ruolo della pay-tv può ora dirsi terminato e l'obiettivo è quello di una Premium «più snella» sotto il profilo della struttura operativa e meno esposta ai costi dei diritti del calcio ma focalizzata sulle partnership nei contenuti con altri player sfruttando la piattaforma tecnologica a disposizione.

Ultimi Video

Palinsesti TV