Focus - Il 2016 sarà anno boom per servizi on demand come NetFlix (ITMedia Consulting)

Focus - Il 2016 sarà anno boom per servizi on demand come NetFlix (ITMedia Consulting)

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

I
Internet e Tv
  lunedì, 20 giugno 2016
 17:00

Focus - Il 2016 sarà anno boom per servizi on demand come NetFlix (ITMedia Consulting)Il 2016 sarà l'anno dell'esplosione e del definitivo successo dei servizi on demand con abbonamento (Svod). Lo sostiene ITMedia Consulting in un suo report, nel quale prevede una crescita consistente nei prossimi anni, con ricavi totali in Europa occidentale che toccheranno i 6,55 miliardi di euro nel 2019, con un tasso medio di crescita del 17%. Per contro, sostiene la ricerca, il sistema di acquisto dei singoli contenuti (Tvod) è destinato a ridurre drasticamente la sua quota di mercato, passando dalla metà del totale a poco più di un quarto. Il tutto, spiega la ricerca, a vantaggio dei servizi Svod che cresceranno a tassi ampiamente superiori al Tvod.

Nel dettaglio, Francia, Germania e Regno Unito, seppur con molte differenze, rappresentano i più importanti Paesi per il mercato del video on demand (Vod) in Europa occidentale. Le stime di ITMedia Consulting prevedono che i ricavi totali derivanti dall'offerta Vod nel mercato dei 'Big 3' sarà di 2,33 miliardi nel 2016, ed aumenterà a 3,84 miliardi nel 2019, con un tasso medio di crescita annuo del 18%. I Big 3, con una popolazione attorno al 40% del totale, rappresentano quasi il 60% del mercato Vod nell'Europa Occidentale, più precisamente il 57,7% del totale nel 2016 ed il 58,8% nel 2019.

Il fenomeno nel settore è quello di Netflix, che offre i propri servizi Svod in più di 190 Paesi. Nel gennaio 2016 ha triplicato la sua presenza globale espandendosi in altri 130 Paesi, in quella che, ad oggi, è stata la sua fase di espansione più aggressiva. Nell'aprile 2016 Netflix ha registrato più di 81 milioni di abbonati su scala globale, di cui 46 milioni negli Stati Uniti. I ricavi per il primo trimestre del 2016 hanno raggiunto 1,8 miliardi di dollari, con il solo segmento streaming. In Europa, precisa quindi il report, c'è un'evidente e forte frammentazione nei diversi mercati nazionali. Il numero di abbonati nel Regno Unito non è equiparabile a quelli dell'Europa continentale.

Dallo stesso punto di vista c'è un alto livello di soddisfazione e i consumatori sono molto più informati e fruiscono dei servizi Svod. Il Regno Unito è il leader di un primo gruppo di Paesi come la Svezia, la Danimarca, la Finlandia, e l'Olanda, che sono caratterizzati da un rapido tasso di adozione, con una conseguente precoce entrata di Netflix e una reazione da parte degli operatori nazionali (broadcaster pay tv in primo luogo) molto forte. La seconda fascia dei mercati, tipicamente Francia e Germania, sono ancora nuovi, e riflettono un incremento nella consapevolezza del consumatore per queste nuove forme di intrattenimento: il numero degli abbonati è cresciuto rapidamente, anche se in misura minore come take-up iniziale rispetto alla prima fascia di Paesi, e crescerà ulteriormente negli anni a venire.

Tra gli altri mercati sono meritevoli di considerazione l' Austria, il Belgio e il Lussemburgo. In una terza fascia, di mercati sin qui poco sviluppati, appartengono Paesi del Sud Europa quali Italia, Spagna e Grecia. I nuovi servizi Svod accentuano la concorrenza dei media tradizionali e spesso il consumatore manca dell'accessibilità (connessione), della cultura e dell'interesse necessari a fruire di questi servizi innovativi.

Ultimi Video

Palinsesti TV