#SkyBuffaPresenta, 9,79 - 100 metri di vergogna su Sky Sport

#SkyBuffaPresenta, 9,79 - 100 metri di vergogna su Sky Sport

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

S
Sky Italia
  venerdì, 03 luglio 2020
 15:10

«Come direbbe il cinemaniaco, buona visione!»

[Federico Buffa]

#SkyBuffaPresenta, 9,79 - 100 metri di vergogna su Sky Sport«9,79 - 100 metri di vergogna», è il sesto appuntamento di #SkyBuffaPresenta. Smessi solo temporaneamente i panni del narratore, Federico Buffa accompagna in apertura e chiusura il ciclo di documentari dedicati a grandi personaggi e squadre leggendarie dello sport mondiale. Storie forti e vere, intrinseche dei valori che lo sport nella sua massima espressione è in grado di trasmettere. Questa settimana, in onda, "9,79 - 100 metri di vergogna”.  

“L’ultima incarnazione di Ercole semidio”. Così Gianni Brera ricordava la finale dei 100 metri cui assistette nel 1988 all’Olimpiade di Seul. E Federico Buffa riprende quella definizione per introdurre il film incentrato sui retroscena di quella memorabile gara durata appena 9 secondi e 79 centesimi, come l’incredibile record siglato dal vincitore Ben Johnson su una schiera di eccellenti rivali (primo fra tutti Carl Lewis) e come recita il titolo del film che Sky Sport Uno propone questa sera.

Quel “superuomo che forse non appartiene nemmeno alla nostra specie”, riassume Buffa con Brera, nasconde in realtà un segreto, sul quale si sono versati fiumi di inchiostro, polemiche e inchieste giudiziarie. Perciò la seconda parte del titolo italiano del film è “100 metri di vergogna.” Dopo la vittoria, il canadese Johnson vive un giorno da leone, ma già il giorno dopo un funzionario del comitato olimpico internazionale pretende di riavere indietro quella medaglia d’oro che lo ha consegnato alla storia.

Ma cosa è successo prima durante e dopo quei 100 metri che sono forse i più ricordati e discussi nella storia dello sport? Lo racconta l’accuratissimo documentario prodotto e diretto da Daniel Gordon per ESPN che mostra come in un giallo tutte le trame vere o presunte di quel 29 settembre coreano. Buffa ricorda nella sua introduzione anche il libro di Richard Moore dal titolo “La gara più sporca della storia” per spiegare quanto quell’evento fu traumatico per chiunque ami lo sport

La trovata registica di questo documentario, davvero imperdibile, è di intervistare tutti e otto i partecipanti a quella finale di 32 anni fa, compreso lui, Ben, retrocesso da semidio a uomo, che per la prima volta ci spiega il perché. Perciò “9,79: 100 metri di vergogna” è avvincente come uno di quei meravigliosi film processuali in cui sono maestri a Hollywood. Sul banco dei testimoni sfilano Desai Williams, Carl Lewis, Lindfor Christie, Dennis Mitchell, Calvin Smith, Ray Stewart, Robson Da Silva e naturalmente lui, Ben Johnson. Di ciascuno la regia ci offre un profilo, una nota umana che ci porta nel suo mondo, nella sua storia. “Un documentario sorprendente” dice Buffa, per scavare attorno a un evento sportivo unico nel suo genere.

Nei giorni successivi alla finale di Seul scoppia uno scandalo internazionale di proporzioni inedite. Ben perde milioni di dollari, il Canada perde tutti i record nazionali: un prezzo enorme da pagare. Si apre un’inchiesta, “in molti hanno rotto il silenzio” dice un avvocato. La parola “doping” diventa di dominio pubblico, ma ciò che indica esisteva anche prima. Molti sapevano, nessuno parlava. Fino a Seul e a quell’inchiesta che scoperchia il vaso di Pandora. Nel film vediamo una delle testimonianze, toccante nella sua dimensione umana. Si arriva al farmaco incriminato, un medicinale veterinario per cavalli che il medico della squadra iniettava agli atleti (non si capisce quanto consapevoli di ciò). Il medico ha registrato le conversazioni telefoniche in cui concorda l’uso dei farmaci (ormoni). Tutti pensano che se lo fanno tutti lo possono fare anche loro. Desai Williams dice che atleti di tutto il mondo usavano gli ormoni e che continuano ad usarli. 

Il film parla poi dei metodi di rilevamento moderni che lasciano supporre come in passato abbiano potuto essere occultati molti illeciti: insomma quella dell’atletica (forse dello sport) potrebbe essere una storia da riscrivere. “9,79: 100 metri di vergogna” getta un sasso in uno stagno che forse non ha ancora finito di smuovere acque limacciose sedimentate da molti anni.

Appuntamento con #SkyBuffaPresenta: “9,79: 100 metri di vergogna” sul più grande scandalo nella storia dello sport: venerdì 3 luglio alle 22.30 su Sky Sport Uno e disponibile on demand.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI -  A luglio, spazio a storie che in modi diversi trattano protagonisti dei Giochi Olimpici:  il 10 luglio “I am Ali”, uno sguardo emozionante all’uomo dietro la leggenda, Muhammad Alì, campione ai Giochi di Roma del 1960; il 17 luglio “I am Bolt”, Usain Bolt, un’icona dell’atletica leggera e dello sport intero. Il 24 luglio “Ferrari 312B”, sulle fasi del restauro di una macchina considerata un capolavoro di ingegneria e meccanica, voluto da Paolo Barilla, con interviste ai piloti che l'hanno guidata e al progettista Mauro Forghieri; il 31 luglio “The class of 92”, documentario che celebra la storia del Manchester United e dei suoi fab six: i sei calciatori diventati star, David Beckham, Nicky Butt, Ryan Giggs, Paul Scholes, Phil e Gary Neville. Dalla vittoria della FA Youth Cup nel 1992 al trionfo della Champions League nel 1999 con relativo triplete, la narrazione ripercorre i trionfi di quella squadra intrecciandoli ai cambiamenti sociali e culturali in atto in Gran Bretagna, arricchito dalle interviste agli ex calciatori Zinedine Zidane ed Eric Cantona, all'ex allenatore del Manchester United Eric Harrison, al regista Danny Boyle, all'ex Primo Ministro Tony Blair e a Mani, bassista degli Stone Roses.

PROGRAMMAZIONE
OGNI VENERDÌ ORE 22.30 SU SKY SPORT UNO e NOW TV. On demand su Sky

  • 03 luglio 2020 - 9,79 - 100 metri di vergogna
  • 10 luglio 2020 - I am Ali
  • 17 luglio 2020 - I am Bolt
  • 24 luglio 2020 - Ferrari 312B
  • 31 luglio 2020 - The class of 92

Ultimi Video

  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoledì, 22 luglio 2020
  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020

Palinsesti TV