Conto Tv: da Superpippa Channel a Superpippo Inzaghi, tra eros e calcio

News inserita da:

Fonte: La Gazzetta dello Sport

S
Sport
  giovedì, 23 ottobre 2008
 00:00
Slogan: «Conto Tv non la fermi più». No, Marco Crispino (nella foto) non lo fermi proprio più: l'amministratore unico è un inarrestabile venditore, un vulcano.

Stasera trasmette in pay per view (costo 20 euro) Heerenveen-Milan e Partizan Belgrado-Sampdoria di coppa Uefa, domani porta a Milano l'offerta per la Coppa Italia dove lotta con Rai e Mediaset. Ha appena chiuso i contratti con Sisal e Lottomatica per distribuire al meglio le sue ricariche.

Sede - Crispino, 36 anni, celibe tifosissimo della Lazio, ha cominciato in Calabria a Pietragrande e a Catanzaro come pierre nelle discoteche, ne ha pure gestito una. Suo papà, dirigente Enel, non era ricco, ma gli ha dato una mano. A trasferirsi a Pisa per studiare informatica.

Folgorato da Internet - Lì Marco ha pensato al business. Dai portali sui sogni, alla supereroina Superpippa, al doppio canale porno (uno classico e l'altro più trasgressivo), sempre in giro per fiere, ma sempre con la stessa sede di Navacchio, per niente futuristica e poco funzionale: vecchi scaffali in legno, pieni di dvd porno, tre piccole tv, Crispino nella sua stanza neppure ce l'ha. Ora i dipendenti sono 8: al fido Carmine e ad altri 5 ragazzi si sono aggiunte le graziose Giorgiana la straniera, rumena), una segretaria che fa anche amministrazione, e Michela, responsabile della messa in onda arrivata da Milano, da All Music, un motorino che lavora pure 13 ore al giorno.

Perché qui tutti fanno tutto - «Anche io faccio il call center e attivo smart card», spiega Crispino, abiti informali, uno che, se ha caldo, si presenta in Lega in jeans o in bermuda.

Calcio -  Oggi con la squadra (Massimo Caputi, Gianni Di Marzio e le due bordocampiste Barbara Scarpettini e Monica Bertini) e con l'aereo privato va in Olanda. Per trasmettere il Milan che, clamoroso, non va su Mediaset. «Un bel prodotto commerciale. Speriamo di venderla bene, anche se il colpo grosso l'ho fatto col Napoli, costato meno (sui 300 mila euro, ndf); lì la passione è mostruosa (70 mila attivazioni per il Benfica). Avremo il Milan anche col Portsmouth e mettiamo in palio la maglia sudata del capitano. Uno la vince. Sull'Uefa puntiamo».

Ma costate cari... - «Sky vuole farci pagare salato l'utilizzo della piattaforma, la nostra smart card nel decoder di Sky non funziona, chi la vede con la nostra smart card spende 5 euro. Nota obbligatoria: non vendiamo il porno col calcio, sono prodotti diversi».

Crispino non si ferma - «Mi è sfuggita la Supercoppa, avevo offerto 410 mila euro, poi la Rai stranamente ne ha offerti 600. A mio concetto è: se offro di più vinco io. A volte non è così. Ma ci riprovo. Non voglio gufare, ma Roma e Fiorentina, se vanno a finire in Uefa, le tratto eccome».

Sarà diventato ricco e pieno di donne sconvolgendo il calcio con questo business: «Ho una casa, che avevo ipotecato, un'Audi A6, e basta. La sera esco con Carmine, altri ex universitari e gente che guadagna 1.500 euro al mese».

Francesco Velluzzi
per "La Gazzetta dello Sport"

Le prodezze di Superpippo Inzaghi in Olanda stasera in esclusiva su Conto Tv1

Palinsesti TV