Schermaglie (La Repubblica) - Le domande senza risposta della domenica spalmata

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

S
Sport
  lunedì, 06 aprile 2009
 00:00
La domenica di calcio spalmato (definizione esatta, ed è di Varriale) doveva servire anche come test per il futuro, ma ha lasciato molti quesiti irrisolti. Se questo è uno spezzatino, quando si gioca su due giornate, cioè sempre, cos'è? Se la partita alle 13 è funzionale per il mercato asiatico, cosa pensano ora a Okinawa di Trefoloni? Se comandano le tv, perché quelli delle tv sono tutti imbufaliti? Perché tra le partite alle 13, alle 15, alle 19 e alle 21 la partita migliore è stata Manchester-Aston Villa alle 17? Ci rendiamo conto che il calcio a tutte le ore ha impedito ai più volenterosi di godersi su Eurosport gli Europei di sollevamento pesi femminile e il Master cinese di snooker? Se avessero testato anche il Monday Night stasera, tipo un Cagliari-Catania, il mondo sarebbe migliore? Se tutto è stato fatto per far rientrare con calma i sudamericani, a che ora si doveva giocare per Adriano?
 
***

Formula 1, emozioni mattutine Rai da Sepang. Ettore Giovannelli: «Ascanelli, come vede la situazione?» Ascanelli: «Bagnata». Stella Bruno svela le sofisticate metodologie meteo della Ferrari: «Schumacher qui ai box è l'uomo incaricato di controllare l'intensità della pioggia sporgendo la mano oltre il muretto». Ancora Giovannelli entra nei dettagli prima della partenza: «Ecco i piloti che prima della gara vanno in bagno per non farsela addosso dopo».
 
***

A Novantesimo, Galeazzi implora un intervento definitivo sulla questione Kaka - medici rossoneri: «Se esiste un problema tra il super-lab del Milan e Kakà allora bisogna metterci le mani». Ma è proprio quello che Kakà non vuole.
 
***
 
«Pensi che la mia intervista a Kruscev la misero in prima pagina e a nove colonne». (Aldo   Biscardi, L'Era glaciale, Raidue)
 
***
  • «Non bene Cambiasso con questo tiro, e pensare che il piede era il suo». (Antonio Di Gennaro, Sky).
  • «Di musica classica ho una raccolta piuttosto numerosissima» (Giovanni Trapattoni, Che tempo che fa, Raitre).
  • «L'Inter vuole prendere Aguero, che tra l'altro è il suocero di Maradona. Cioè, no». (Maurizio Mosca, Italia 1).
  • «Buone notizie: Mourinho, Ranieri e Ancelotti d'ora in poi si chiameranno a casa tra di loro e non romperanno più i maroni a nessuno» (Gene Gnocchi, Sky).
Antonio Dipollina
per "La Repubblica"

Ultimi Video

Palinsesti TV