SuperCoppa Italiana EA Sports 2023, Milan - Inter (diretta esclusiva Canale 5 ore 20)

SuperCoppa Italiana EA Sports 2023, Milan - Inter (diretta esclusiva Canale 5 ore 20)

News inserita da:

Fonte: Digital-News (original)

S
Sport
  mercoledì, 18 gennaio 2023
 06:00

SuperCoppa Italiana EA Sports 2023, Milan - Inter (diretta esclusiva Canale 5 ore 20)Un derby (diretta esclusiva Canale 5 ore 20) che può valere gran parte della stagione. Il Milan, eliminato dalla Coppa Italia e distante nove punti dal Napoli in campionato, nella tiepida notte di Riyad, mercoledì sera sfiderà l'Inter per un trofeo che può essere spartiacque tra delusione e conferma. Lo scudetto, per quanto ancora possibile, non è semplice. Il Napoli (pur soprendentemente eliminato ieri sera dalla Cremonese in Coppa Italia) impressiona, mentre il Milan sta vivendo il peggior periodo della stagione. Vincere contro l'Inter permetterebbe ai rossoneri di voltare subito pagina e rilanciare l'annata. Una sconfitta, invece, sarebbe psicologicamente complicatissima da gestire. I rossoneri devono ritrovare la loro anima, quello spirito e quella fame che sono stati la chiave per lo scudetto.

L'emergenza infortuni è ormai superata. Dopo Kjaer - che potrebbe addirittura prendere il posto di Kalulu al fianco di Tomori nella coppia di centrali difensivi -, Messias e Origi, è ormai rientrato anche Rebic che in Arabia si sta allenando con il resto dei compagni. Il recupero di tanti indisponibili però non è una garanzia. Le seconde linee non stanno dando l'apporto sperato. Ma è un problema a cui non si può porre rimedio nell'immediato. Stefano Pioli deve riuscire ad ottenere il massimo dai suoi, sperando che Giroud ritrovi la via del gol, che il centrocampo - che vedrà ricomporsi la coppia Tonali-Bennacer - ritrovi lucidità e che la difesa sia di nuovo efficace.

Dalla ripresa della stagione dopo la sosta dei Mondiali, il Milan ha subito sei gol in quattro partite. Troppi per una squadra che vuole lottare per il titolo. Contro il Lecce la prestazione di Tatarusanu ha lasciato qualche perplessità ma il club ha già ribadito che non tornerà sul mercato. Attualmente Maldini e Massara, che hanno assistito all'allenamento della squadra a Riyad, sono concentrati sui rinnovi. A fine settimana ci sarà un incontro con l'avvocato di Leao e potrebbe essere il faccia a faccia decisivo. Forze fresche però non ce ne saranno. Il Milan deve tornare a vincere con gli stessi uomini, o quasi, della passata stagione. Ma servirà abbandonare superficialità e supponenza. Nessuno regala nulla e men che meno in un derby che può valere mezza stagione e un trofeo che al Milan manca da sei anni.

L'Inter va a caccia del primo successo in una finale di coppa contro il Milan. Dopo i ko nella Coppa Italia 1976 e in Supercoppa nel 2011, mercoledì i nerazzurri avranno l'occasione per sfatare il tabù nella gara sempre di Supercoppa che si giocherà in Arabia Saudita. Una sfida da cui gli uomini di Simone Inzaghi cercano anche una scintilla a livello mentale per provare la rimonta in campionato. Pochi i dubbi di formazione per il tecnico interista, che si presenta di fatto alla gara con incertezze più legate alla presenza in panchina di Romelu Lukaku e Marcelo Brozovic. Il centravanti belga si è allenato in parte con i compagni oggi e dovrebbe quantomeno essere tra i convocati per la gara di mercoledì, anche se visto il nuovo stop pare difficile possa avere molti minuti nelle gambe. In attacco così si va verso la conferma della coppia formata da Lautaro Martinez ed Edin Dzeko, con Joaquin Correa pronto a subentrare dalla panchina.

Con l'obiettivo, per l'ex Lazio, anche di smentire le tante critiche arrivate nelle ultime settimane. Sono invece poche le speranze per Inzaghi di riuscire ad avere in panchina Brozovic, ancora alle prese con un problema muscolare e oggi allenatosi interamente a parte. Il tecnico tuttavia ritroverà dal 1' Nicolò Barella, che non era partito titolare contro il Verona e che formerà la mediana insieme ad Hakan Calhanoglu ed Henrikh Mkhitaryan. Formazione quindi sostanzialmente fatta per Inzaghi, con il trio Skriniar, Acerbi e Bastoni davanti ad Onana e la coppia Darmian-Dimarco sulle fasce.  

I NUMERI DELLA SFIDA

  • L’ultima edizione è terminata con un successo dell’Inter ai tempi supplementari: questa sfida non andava oltre il 90º minuto dal 2016, quando a trionfare fu il Milan contro la Juventus, dopo i calci di rigore. Statisticamente chi si presenta da campione della Serie A TIM parte in vantaggio, visto che i Campioni d`Italia hanno alzato il trofeo nel 71% delle occasioni finora (24 su 34). Otto volte la Coppa è andata ai detentori della Coppa Italia, due volte alla finalista della Coppa Italia.

  • Per il Milan si tratta della 12ª partecipazione alla manifestazione, meno solamente della Juventus (17); l’Inter giocherà invece questa sfida per la 11ª volta (terza in classifica, proprio alle spalle dei rossoneri). Proprio Milan (sette) e Inter (sei) sono la seconda e la terza squadra con più successi, dopo la Juventus (a quota nove). A quota 5 la Lazio, due vittorie a testa per Roma e Napoli, una per Sampdoria, Parma e Fiorentina, mentre Torino e Vicenza sono arrivate in finale, perdendola.

  • A proposito di Juventus: questa sarà la prima finale in cui non è presente la Juventus dal 2011, quando la competizione venne decisa proprio da una sfida tra Milan e Inter, all`epoca guidate da Massimiliano Allegri e Gian Piero Gasperini. Se i rossoneri torneranno a giocare la EA SPORTS SUPERCUP per la prima volta dal gennaio 2019, quando furono sconfitti 0-1 dalla Juventus, con il gol nel secondo tempo di Cristiano Ronaldo, i neroazzurri sono campioni in carica, avendo battuto la Juventus, 2-1 lo scorso anno, a San Siro, dopo i tempi supplementari, e cercheranno di vincere il trofeo per la seconda volta di fila dopo la doppietta realizzata nel 2005 e nel 2006 (entrambe ai supplementari), rispettivamente contro Juventus e Roma.

  • Nell`attuale rosa del Milan, soltanto due giocatori erano presenti nell`ultima Finale disputata dai rossoneri, nel gennaio 2019, contro la Juventus: Davide Calabria e Tiémoué Bakayoko.

  • A Livello di singoli, i giocatori che possono contare più finali sono Buffon (una con il Parma e otto con la Juventus) e Stankovic (due con la Lazio e sette con l`Inter) a quota nove, e proprio loro due dominano la classifica: il portiere ha vinto 7 volte, una in più dell`attuale allenatore della Sampdoria. Il Capocannoniere della competizione è invece Paulo Dybala con 4 reti, seguito da Del Piero, Eto`o Tevez e Shevchenko a 3.

  • Il gol più rapido è stato realizzato da Robbie Keane dell`Inter dopo due minuti nella sfida del 2000 tra Inter e Lazio, vinta poi dai biancocelesti per 4-3, quello più tardivo, di Sanchez sempre dell`Inter al 121`, invece ha deciso l`edizione dello scorso anno.

  • La Finale verrà giocata fuori dall’Italia per la 12ª volta e per la terza volta il paese ospitante sarà l’Arabia Saudita – la prima sfida in questo stato venne vinta dalla Juventus contro il Milan nel gennaio 2019, a Jeddah, mentre la seconda si giocò a Riyadh, ma al King Saud University Stadium, nel dicembre 2019, edizione vinta dalla Lazio di Simone Inzaghi contro la Juventus.

  • Questa sarà la quinta occasione in cui la EA SPORTS SUPERCUP si gioca a gennaio: nelle quattro precedenti edizioni (1996, 2019, 2021 e 2022) ha sempre alzato il trofeo la squadra detentrice dello Scudetto, che tra l`altro ha sempre trovato il gol nelle ultime 14 edizioni: l’ultima gara in cui non ci è riuscita risale al 19 agosto 2007, quando l’Inter di Mancini perse 0-1 contro la Roma al Meazza.

  • Solo uno degli ultimi 54 gol segnati in questa manifestazione è arrivato nei primi 15 minuti di gioco (Carlos Tevez al 5` nel 2014 contro il Napoli).

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA PARTITA

SuperCoppa Italiana EA Sports 2023, Milan - Inter (diretta esclusiva Canale 5 ore 20)MILAN (4-2-3-1): 1 Tatarusanu; 2 Calabria, 20 Kalulu, 23 Tomori, 19 Theo Hernandez; 4 Bennacer, 8 Tonali; 56 Saelemaekers, 10 Brahim Diaz, 17 Leao; 9 Giroud (53 Mirante, 96 Jundal, 7 Adli, 12 Rebic, 14 Bakayoko, 21 Dest, 22 Lazetic, 24 Kjaer, 27 Origi, 30 Messias, 32 Pobega, 40 Vranckx, 46 Gabbia, 90 De Ketelaere) All.: Pioli. Indisponibili: Ballo-Touré, Florenzi, Krunic, Ibrahimovic, Maignan.

INTER (3-5-2): 24 Onana; 37 Skriniar, 15 Acerbi, 95 S.Bastoni; 2 Dumfries, 14 Asllani, 20 Calhanoglu, 22 Mkhitaryan, 32 Dimarco; 9 Dzeko, 10 Lautaro (21 Cordaz, 5 Gagliardini, 6 De Vrij, 8 Gosens, 11 Correa, 12 Bellanova, 23 Barella, 33 D'Ambrosio, 36 Darmian, 45 Carboni, 90 Lukaku). All.: S.Inzaghi. Indisponibili: Brozovic, Handanovic.

ARBITRO: Maresca di Napoli. 

LA PRODUZIONE TELEVISIVA DELLA SUPERCOPPA ITALIANA EA SPORTS 2023

Lega Serie A si appresta ad allestire un grande spettacolo sia per il pubblico sugli spalti che in tv per i tantissimi tifosi che assisteranno alla gara collegati da tutto il mondo. Una produzione televisiva secondo il massimo standard adottato in Campionato (Standard A con 22 telecamere), ulteriormente implementato per l’occasione, arrivando a più di 30 videocamere (tra Host e integrazioni nazionali in particolare del Licenziatario domestico Mediaset e dei Broadcaster sul Territorio). Si arriverà così al maggior numero di telecamere mai impiegato da Lega Serie A in una partita disputata all’estero, a dimostrazione del grande sforzo produttivo e della ricerca di sempre nuove modalità di racconto dell’evento partita.

L’integrazione a carattere cinematografico, attraverso l’impiego della telecamera steadycam full frame Sony “Venice” con focus puller e gimbal in modalità RF, equipaggiata con ottiche cinematografiche, fornirà, grazie anche all’approccio innovativo del "Cine pack look’’, immagini entusiasmanti che offriranno nuovi ed inediti punti di vista. Il supporto di replay Super Slow Motion e Ultra Motion permetterà ai tifosi davanti alla tv di apprezzare nel dettaglio ogni gesto tecnico e i particolari più coinvolgenti, per non perdere nulla delle emozioni offerte dal match e dai suoi protagonisti.

Un’ulteriore innovazione sarà portata grazie alla presenza di un drone, in grado di realizzare spettacolari riprese aeree, che saranno poi arricchite da speciali info-grafiche in Virtual Reality relative a dati statistici e prestazioni dei giocatori sul terreno di gioco.

Infine, in occasione dell’Evento, sarà impiegata per la prima volta da Lega Serie A in Live la tecnologia SAOT (Semi-Automated Offside Technology), ovvero il cosiddetto “Fuorigioco Semiautomatico”, già testata offline presso l’IBC di Lissone. Si tratta di una tecnologia mista tra sensori e intelligenza artificiale, che rileva l`offside e consente di tracciare la posizione di tutti i calciatori in campo con una frequenza di 36 frame al secondo e il pallone in ogni istante, permettendo così la valutazione semi-automatica delle situazioni di gioco, con una sensibile riduzione dell`attesa per la valutazione della posizione di un fuorigioco oggettivo.

“Il desiderio di innovazione e l’obiettivo di attrarre le giovani generazioni ci ha spinto, da quando abbiamo avviato la trasformazione di Lega Serie A in una vera e propria media company, a ricercare sempre le più avanzate tecnologie e a pensare soluzioni innovative per offrire agli appassionati della Serie A il prodotto televisivo più spettacolare possibile – ha dichiarato Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Lega Serie A -. La finale che si disputerà al “King Fahd International Stadium” di Riyadh, nonostante le difficoltà di dover produrre all’estero, sarà uno spettacolo nello spettacolo, con immagini cinematografiche, camere dedicate e super slowmotion, inoltre - ancora una volta - saremo orgogliosamente la prima Lega al mondo per quanto riguarda l’introduzione di nuove tecnologie sul campo per supportare gli arbitri grazie all’esordio nelle nostre competizioni del Fuorigioco Semiautomatico”.

La EA SPORTS Supercup sarà trasmessa in oltre 165 territori da più di 35 broadcaster esteri. Nello specifico:

EUROPA:

  • DigitAlb: Albania
  • DAZN: Austria, Germania, Spagna
  • CBC Sport: Azerbaigian
  • TV Arena Sport: Bosnia Erzegovina, Croazia, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia, Slovenia
  • A1 (MAX Sport): Bulgaria
  • Cyta: Cipro
  • Ekstra Bladet: Danimarca
  • Setanta Sports: Georgia
  • Nova: Grecia
  • Charlton: Israele
  • Megogo: Kazakistan, Ucraina
  • ArtMotion: Kosovo
  • Total Sports Network (TSN): Malta
  • VG: Norvegia
  • Ziggo: Paesi Bassi
  • Polsat: Polonia
  • Sport TV: Portogallo
  • Viaplay: Regno Unito, Irlanda
  • AMC Networks: Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria
  • Prima TV: Romania
  • Okko: Russia
  • Aftonbladet: Svezia
  • Sky Switzerland: Svizzera
  • TRT: Turchia
  • NTRC: Uzbekistan

AMERICHE:

  • ESPN: America Centrale (Belize, Costa Rica, Cuba, El Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Repubblica Dominicana); America del Sud (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Georgia del Sud e Sandwich Australi, Guyana, Isole Falkland, Paraguay, Perù, Suriname, Uruguay, Venezuela); Caraibi (Anguilla, Antigua e Barbuda, Aruba, Bahamas, Bajo Nuevo Bank, Barbados, Bonaire, Cayman, Curaçao, Dominica, Giamaica, Grenada, Guadalupa, Guiana Francese, Isola Navassa, Isole Clipperton, Martinica, Montserrat, Saba, Saint Barthélemy, Saint Kitts e Nevis, Saint Martin, Saint Vincent e Grenadine, Santa Lucia, Sint Eustatius, Trinidad e Tobago, Turks e Caicos)
  • FuboTV: Canada
  • Flow Sports: Caraibi (Anguilla, Antigua e Barbuda, Aruba, Bahamas, Barbados, Cayman, Curacao, Dominica, Giamaica, Grenada, Guadalupa, Haiti, Martinica, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Trinidad e Tobago, Turks e Caicos)
  • Paramount Global: USA, Territori USA

MEDIO ORIENTE & NORD AFRICA:

  • Saudi Sports Company: Arabia Saudita
  • Abu Dhabi Media, Starzplay: Algeria, Bahrein, Ciad, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Gibuti, Giordania, Iran, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Marocco, Mauritania, Oman, Palestina, Qatar, Siria, Somalia, Sudan, Sudan del Sud, Tunisia, Yemen

AFRICA SUB-SAHARIANA:

  • StarTimes: Angola, Benin, Botswana, Burkina Faso, Burundi, Camerun, Capo Verde, Comore, Congo, Costa d’Avorio, Eritrea, eSwatini, Etiopia, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, Kenya, Lesotho, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mauritius, Mozambico, Namibia, Niger, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Sant’Elena e Ascensione, São Tome e Principe, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Sudafrica, Tanzania, Togo, Uganda, Zambia, Zimbabwe

ASIA:

  • DAZN: Giappone
  • iCable: Hong Kong
  • TVRI: Indonesia
  • UseeTV: Indonesia
  • HTV: Vietnam

OCEANIA:

  • Optus: Australia

LA SUPERCOPPA EA SPORTS 2023 IN DIRETTA ESCLUSIVA SU MEDIASET

SuperCoppa Italiana EA Sports 2023, Milan - Inter (diretta esclusiva Canale 5 ore 20)Mercoledì 18 gennaio, su Canale 5 alle ore 20.00 in esclusiva assoluta la 35ª edizione della Supercoppa Italiana “Milan-Inter”.

In diretta dallo stadio dell’Università King Saud di Riyad (Arabia Saudita) andrà in scena il derby di Milano che mette in palio il primo trofeo stagionale. Da un lato i rossoneri di Stefano Pioli vincitori dello scudetto, dall'altra i nerazzurri di Simone Inzaghi che nella scorsa stagione hanno alzato al cielo la Coppa Italia.

Per il grande evento e per vivere al meglio l’avvicinamento al calcio d’inizio Mediaset prevede uno studio in diretta su Mediaset Infinity e su SportMediaset.it dalle ore 19.00 con la conduzione di Monica Bertini e con ospiti Christian Panucci, Massimo Mauro e Mino Taveri. Su Canale 5 il post-partita con la premiazione, i commenti, le interviste esclusive e tutti i casi da moviola con Graziano Cesari.

La telecronaca della partita, in onda alle 20.00 su Canale 5, è affidata a Riccardo Trevisani e Massimo Paganin. A completare la squadra Mediaset gli inviati Claudio Raimondi, Marco Barzaghi, Alessio Conti e Francesca Benvenuti. Prepartita, partita e postpartita sono anche in live streaming su Mediaset Infinity e su SportMediaset.it. 

Ultimi Palinsesti