Arturo dal 1° Giugno visibile sul mux ReteCapri alla posizione LCN 20

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

D
Digitale Terrestre
  giovedì, 31 maggio 2012
 14:29

Arturo dal 1° Giugno visibile sul mux ReteCapri alla posizione LCN 20Un importante accordo è stato siglato tra TBS - Television Broadcasting System e Sitcom Televisioni s.r.l., controllata del Gruppo LT Multimedia.

TBS - Television Broadcasting System, quale operatore di rete nazionale e fornitore di contenuti, infatti, ospiterà sul proprio multiplex nazionale il canale televisivo generalista "Arturo" che sarà ‘on air' da domani 1 Giugno sul canale UHF 57 con posizione n. 20 sul telecomando (LCN).

Sia TBS che Sitcom operano da molti anni a livello nazionale con numerose e note emittenti, quali ReteCapri, CapriStore, Neko Tv e RadioCapriTelevision per TBS e Marco Polo, Nuvolari, Leonardo, Alice e Arturo per SitCom.

Con tale importante accordo il multiplex di TBS, storico editore di ReteCapri, emittente nazionale indipendente a carattere generalista che trasmette dal 1982, si arricchisce di una delle perle televisive del gruppo LT Multimedia presente, oltre che nel ramo televisivo con Sitcom Televisioni, anche nei segmenti dell'editoria periodica, libraria e della raccolta pubblicitaria, avviando una serie di future prossime collaborazioni tra i due gruppi editoriali.

"Siamo lieti - dichiara l'editore Costantino Federico - di ospitare sulle nostre frequenze un'importante e nota emittente televisiva nazionale della famiglia SitCom Televisioni del gruppo editoriale LT Multimedia che ha partorito famose tv nel panorama televisivo italiano, il che dimostra il nostro costante impegno nell'arricchire l'offerta qualitativa del multiplex di ReteCapri offrendo agli editori la possibilità di avere un'ottima visibilità nazionale sia in qualità che in diffusione. Per tale articolata partership in ambito societario, industriale ed editoriale che ha portato a questo affitto di ramo d'azienda, analoga soddisfazione è stata espressa dal Gruppo LT Multimedia".

Ultimi Palinsesti