Mediaset Premium, a causa di stallo Vivendi in atto revisione profonda su business

Mediaset Premium, a causa di stallo Vivendi in atto revisione profonda su business

News inserita da:

Fonte: RadioCor

E
Economia
  martedì, 11 ottobre 2016
 21:15

Mediaset Premium, a causa di stallo Vivendi in atto revisione profonda su businessMediaset Premium sta lavorando a una 'revisione profonda' del perimetro delle proprie attivita' a causa dell'impasse con Vivendi sul futuro della tv a pagamento. E' l'indicazione fornita a fine settembre dal management in occasione di un'assemblea degli azionisti di Premium che ha deliberato sul rafforzamento patrimoniale da 140 milioni gia' definito nella scorsa primavera.

Dopo lo stop alla cessione della pay-tv al gruppo francese, riporta il verbale dei lavori assembleari consultato da Radiocor Plus, sara' effettuata una revisione profonda per capire quale sara' il perimetro del business e il relativo profilo finanziario ed economico di Mediaset Premium spa da ora in avanti per tenere conto dell'impatto negativo sulle attivita' derivante dall'interim management, cioe' dalla fase di gestione 'ibrida' tra vecchio e nuovo azionista di Premium (cioe' Mediaset e Vivendi se fosse completata l'operazione di vendita) partita con la firma del contratto vincolante dello scorso 8 aprile.

La gestione in coabitazione tra i due gruppi media, almeno sulla carta visto che di fatto Vivendi ha fatto un passo indietro a partire dal mese di luglio, sta portando a rallentamenti e cambiamenti di programma sia sul fronte dei costi operativi sia sul fronte dei nuovi investimenti e la volonta' di Mediaset di confermare questa modalita' di azione anche dopo il 30 settembre (data inizialmente concordata per il closing della vendita di Premium) ha reso necessario rivedere alcuni progetti come gia' emerso di recente con lo stop alla distribuzione dei canali Disney Channel e Disney Junior. Sara' confermato invece il lancio del nuovo canale 'crime' Investigation Discovery.

L'assemblea degli azionisti di Mediaset Premium di fine settembre ha formalizzato l'approvazione della situazione patrimoniale della societa' da cui e' emerso una perdita di periodo di 100,78 milioni di euro: anche al netto della perdita di 63,6 milioni realizzata nei primi tre mesi dell'esercizio e gia' ripianata a maggio, il patrimonio netto ha raggiunto un valore negativo imponendo quindi la ricostituzione dello stesso. L'ulteriore perdita di 37 milioni circa e' stata ricoperta per 30 milioni tramite azzeramento del capitale sociale e per 7 milioni procedendo a un aumento da 30 milioni di euro. Oltre a questa operazione di ricapitalizzazione, l'assemblea ha poi deliberato un ulteriore aumento da 110 milioni da eseguirsi successivamente presumibilmente per riportare le disponibilita' di Premium al livello in cui erano a inizio 2015 con il lancio della nuova pay-tv con azionisti Mediaset e Telefonica.

Ultimi Video

Palinsesti TV