Giro d'Italia sui canali Rai fino al 2012, rinnovato patto con Rcs Sport

News inserita da:

Fonte: Apcom

S
Sport
  martedì, 23 settembre 2008
 00:00
La Rai ha rinnovato l'accordo con Rcs Sport conservando i diritti televisivi del Giro d'Italia anche per il quadriennio 2009-2012.

Lo fa sapere una nota di Rcs Sport, che ha siglato il terzo rinnovo con Rai Sport e Rai Trade inserendo nel pacchetto anche la Tirreno-Adriatico, il Giro del Lazio, la Milano-Sanremo, il Giro di Lombardia e la Montepaschi Siena Eroica.

Il comunicato ricorda che il Giro d'Italia nelle ultime edizioni “ha registrato dati di ascolto in costante crescita (nel 2008, nelle tre settimane, 250 milioni di spettatori in tutto il mondo) e che nel 2009, edizione del centenario, si annuncia come un evento memorabile, che sarà seguito da un numero di Paesi superiore ai 142 del 2008”.

L'intesa contempla per le tre parti - si legge nel comunicato - una serie di impegni interconnessi, tesi a garantire al pubblico la massima qualità dello spettacolo in ordine ai protagonisti, ai supporti tecnologici e alla diffusione sempre più ampia degli eventi.

Nel quadro dell'accordo tra Rcs Sport e le due branche dell'azienda pubblica, apprende l'agenzia Apcom, non figura una clausola su eventuali vicende di doping. Dall'organizzazione fanno sapere che esiste comunque un impegno finalizzato a garantire la correttezza delle corse sportive griffate Rcs Sport.

Angelo Zomegnan, direttore del ciclismo a Rcs Sport, ha commentato così: "Il rinnovo della partnership con Rai conferma l’efficacia dell’impegno comune finalizzato all'eccellenza e all'internazionalizzazione del Giro d'Italia e degli altri eventi del ciclismo della Gazzetta dello Sport. Come responsabili dell'organizzazione desideriamo sottolineare l'apprezzamento per l'attenzione posta da Rai Sport nella produzione degli eventi ricercando standard qualitativi orientati all’eccellenza, in linea con la tradizione Rai, e per l'impegno di Rai Trade a conquistare nuovi mercati esteri".

Anche Massimo De Luca, direttore di Rai Sport, ha espresso un parere positivo: "Con grande soddisfazione Rai Sport si accinge a continuare il suo lavoro sul Giro d'Italia anche nel quadriennio 2009-2012 nel segno di una tradizione ormai storica. Nel 2008 abbiamo scelto di utilizzare il Giro come trampolino di lancio del nuovo canale tematico Rai Sport Più, arricchendo e integrando la programmazione. I risultati sono stati estremamente lusinghieri e ci inducono a riproporre l'esperienza, migliorandola ulteriormente. Perciò Rai Sport garantirà al Giro d'Italia una copertura sempre più ampia nel racconto di un evento che è nella storia stessa del costume italiano".

Per Rai Trade ha parlato l'amministratore delegato Carlo Nardello: "Il Giro d’Italia e le grandi classiche di ciclismo rappresentano un vero e proprio fiore all’occhiello dello sport che, dal nostro Paese, arriva nelle case degli appassionati di tutto il mondo. Il nostro progetto, risultato vincente dal confronto competitivo indetto da Rcs, ha come filosofia la valorizzazione del ciclismo come asset fondamentale dell’audiovisivo e la promozione del sistema Paese nel mondo”.

Ultimi Video

Palinsesti TV