Occhio di Triglia (Stampa) - Spalletti chiede a Tare di ficcarsi il dito.......

News inserita da:

Fonte: La Stampa

S
Sport
  domenica, 12 aprile 2009
 00:00
Cronache dalla Suburra.  - «Io stavo discutendo con il quarto uomo, tutto qui, poi è arrivato Tare con il dito alzato», «Allora?», «Allora gli ho detto, 'a Tare, quel dito ficcatelo da un'altra parte», confessione di Luciano Spalletti a Ilaria D'Amico.

 

***

Mea culpa 1. - «Abbiamo attraversato un periodo critico, buio. Eravamo in ritiro da una settimana, tesi, lontani da tutti e da tutto, lontani' dalle nostre famiglie, chiediamo scusa per gli incidenti nel derby», Cristian Brocchi.

***

Mea culpa 2. - «Incidenti vergognosi? Allora però bisogna tagliare tensione agli aggettivi che si scrivono durante la settimana», Spalletti.

***

Nuovi record. -  Avvitandosi tre volte intorno al medesimo concetto: «Nel primo tempo ho visto una grande Inter», il grande comunicatore, l'implacabile cecchino dei luoghi comuni, José Mourinho, manda al manicomio gli abbonati a Sky Sado Show. Otto minuti e 42 secondi cronometrati. Una penitenza. Perduta ogni speranza, in studio solo l'afrore penitenziale di certe cripte di clausura, sguardi tossici e piaghe da decubito. Ps: solidarietà al gestore del microfono, Paventi.

***

Design metropolitano. - «Mazzocchi e Caputi... Non solo gli arbitri sono cornuti», grafia piacevole, sembra un affresco ma è lo striscione esposto nella tribuna di uno stadio del settentrione.

***

Buon senso - 12' pt, gol di Pandev; 4' pt, gol di Zarate, Lazio-Roma 2-0, curva Sud gelata, in diretta si assiste al tentativo di fusione tra Spalletti e il tartan della pista per l'atletica. «La Roma è intimorita», Causio.

***

Buon senso 2. «Ora la Roma deve fare il 2-1. Perché se va sul 3-0 si fa tutto più difficile», Causio.

***

Buon senso 3. «La Roma è meglio con Totti che senza Totti», Causio.

***

«E alla fine si sono sentiti cori, non proprio sottomessi, per Reja», Mario Mattioli, Raisport.

***

Autostima. «Con me ci hanno provato tutti, inglesi, spagnoli. Ma invano. Ho sempre detto no perché il massimo è il Napoli». Per «Quelli Che», dalla tribuna dello stadio San Paolo Diego Maradona junior, ex giocatore di reality show, a Cervia, e beach soccer, ora attaccante del Quarto, club campano di Eccellenza.

Elio Pirari
per "La Stampa"

Ultimi Video

Palinsesti TV