Avv. Ghirardi a Justice Tv: 'Da valutare la sentenza Ue sul calcio da tv estere'

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

S
Sport
  venerdì, 04 febbraio 2011
 00:00
Avvocato a Justice Tv: ''Da valutare la sentenza Ue sul calcio da tv estere''Bruno Ghirardi, Avvocato della Lega Serie A, ha commentato ai microfoni di Justice Tv (Lista Canali Sky 586),  il parere emesso dall'Avvocato Generale della Corte Ue, Juliane Kokott, secondo il quale le emittenti televisive non possono impedire agli spettatori del Regno Unito di assistere a una partita di calcio della Premier League con decoder o schede meno care di società straniere, perché questo è contrario al diritto comunitario.

"Sicuramente il parere della Corte Ue potrebbe creare un pregiudizio sotto un aspetto e una ventata di positività sotto un altro. In ogni caso si tratta solo di un parere generale che stabilisce che il mercato europeo è unico e che se si acquisiscono diritti in un territorio si può scegliere di fare campagna pubblicitaria in un altro. Ma, ripeto, si tratta di una soluzione che va approfondita e valutata bene dalla Corte stessa."

E a proposito del mercato unico europeo Ghirardi ha precisato:" Non posso sicuramente bloccare la libera circolazione dei servizi,ma se così davvero fosse, andrebbero allora riviste le norme contrattuali  nel momento in cui si commercializzano i diritti. Per esempio, si potrebbe pensare a una norma contrattuale che stabilisce che il licenziatario possa esercitare i propri diritti solo nel territorio di competenza.Se il parere emesso diventa sentenza, allora bisognerà verificare se i suoi effetti potranno essere circoscritti attraverso più attuazioni contrattuali. Significa che l'operatore italiano si può spingere all'estero e viceversa."

Ma l'Avvocato della Lega Serie A dice anche che :" mi sembra un parere poco ragionato. Belli i principi di massima, ma vanno valutati in funzione della materia di cui si parla. Noi osserviamo con attenzione, ma la fase è talmente embrionale che vedremo cosa succederà,ammesso che la Corte si esprima poi in maniera precisa. Certo, lascia perplessi e personalmente, non mi sento di condividere il principio espresso dall'Avvocatura.  Ogni territorio ha le sue peculiarità. Inutile fare un discorso futurista perché é vero che c'è la libera circolazione, ma mi pare che non voler capire le singole situazioni dei mercati o dei singoli territori è come voler mischiare le mele con le pere, insomma."

Ultimi Video

Palinsesti TV