Rai valorizza l'Area Ragazzi: nasce a Giugno nuovo canale digitale Rai Radio Kids

Rai valorizza l'Area Ragazzi: nasce a Giugno nuovo canale digitale Rai Radio Kids

News inserita da:

Fonte: Ansa

T
Televisione
  venerdì, 07 aprile 2017
 22:21

Rai valorizza l'Area Ragazzi: nasce a Giugno nuovo canale digitale Rai Radio KidsLa nuova Area Ragazzi e il suo responsabile, che verrà annunciato entro il mese, il nuovo canale digitale Rai Radio Kids (al debutto il 12 giugno), il successo della fiction («questa è la nostra stagione di maggior successo degli ultimi dieci anni»), di Rai 4 («è cresciuta in un anno di più del 50%») e gli investimenti sulla sede di Torino sono fra i temi affrontati da Antonio Campo Dall'Orto nel suo intervento a Cartoons on the Bay, Festival dell'animazione crossmediale e della tv per ragazzi organizzato da Rai Com e promosso da Rai, in corso nel capoluogo piemontese.

È arrivata anche una domanda sul trasferimento del Prix Italia a Milano, alla quale il dg Rai ha risposto sottolineando «le cose che stiamo facendo a Torino, da quelle strutturali come l'Orchestra sinfonica agli investimenti. Per noi sta diventando una sede con un'importanza crescente». Oltre agli investimenti ordinari

«siamo andati nel senso di produrre una fiction, Non uccidere, che spero iniziatrice di un percorso internazionale. Per noi è un investimento rilevante. Abbiamo realizzato una serie l'anno scorso e una quest'anno (che andrà in onda a giugno), perché abbiamo trovato che qui c'erano competenza e sensibilità rispetto alla produzione della fiction».Campo Dall'Orto «crede che le crescite debbano essere collegate alle competenze dei luoghi».

Venendo ai temi dell'incontro, ha spiegato che per valorizzare il settore ragazzi

«abbiamo cercato una persona, che abbiamo individuato, e una strategia che permettesse a quest'area di avere tutte le parti del settore sotto di sé». Il nome del responsabile non si può ancora fare: «per ragioni di governance, noi passiamo attraverso il consiglio d'amministrazione per queste cose. Siamo nella fase della condivisione».

Tuttavia stando alle indiscrezioni, la persona prescelta potrebbe essere Luca Milano, vicedirettore di Rai Fiction. Tra le altre sfide vinte dal servizio pubblico, per Campo Dall'Orto c'è

«il successo della fiction Rai, venuto dalla definizione chiara di una strategia, l'insieme di risorse, e un'industria dell'audiovisivo che ci ha permesso anche un'internazionalizzazione che ancora non c'era».

Una dimensione internazionale, invece, per l'animazione,

«più naturale, perché i partner stranieri sono più numerosi al tavolo. La sfida in questo settore è creativa e di sostenibilità economico- finanziaria. Il nostro perimetro editoriale però non può essere la replica di quello commerciale».

Per avere un rapporto più trasparente con l'industria

«pubblicheremo un manifesto di quello che vogliamo e specificheremo i criteri di scelta, dando tempi certi di risposta».

Il dg Rai ha anche accennato ai risultati di Rai 4,

«che ha come compito portare a tutti gli italiani i linguaggi del contenuto internazionale. È un mestiere che sta facendo molto bene se pensiamo che è cresciuta del 50% in un anno».

La Rai

«è l'unico soggetto in grado di creare ancora eventi collettivi, basti pensare che ieri sera l'insieme di tutti i nostri canali in prime time ha fatto più del 40% di share e non avveniva da vari anni».

Ora nell'ambito della riorganizzazione dei canali digitali nasce Rai Radio Kids, che ha come sede proprio Torino: sarà senza pubblicità e dedicato all'intrattenimento per i più piccoli. Un progetto cross-mediale per bambini tra i 2 e i 10 anni, che oltre a offrire musica, narrazione, fiabe, informazione, educazione all'ascolto e alla lettura, affronterà per i più grandi tematiche sociali, come la lotta al bullismo e l'educazione all'affettività.

Ultimi Palinsesti