Robin Hood 2: su Joi le nuove avventure del fuorilegge di Nottingham (con video)

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com. stampa)

D
Digitale Terrestre
  domenica, 05 aprile 2009
 00:00
In tempo di crisi c'è bisogno di eroi e dal 5 aprile, in anteprima esclusiva su Joi, arriva la seconda inedita stagione di Robin Hood, la serie che racconta le gesta del nobile Robin di Locksley, del perfido Sceriffo di Nottingham, del suo scagnozzo Guy di Gisborne e della bella Lady Marian.

Robin Hood, una miscela unica di action, avventure esilaranti e romanticismo. Una sceneggiatura tagliente aggiorna la popolare leggenda, per un pubblico contemporaneo e sofisticato. Un eroe che si supera in astuzia, combattendo indomitamente l'autorità del perfido Sceriffo di Nottingham. Per far questo usa, letteralmente e non, tutte le frecce al suo arco: truffe, travestimenti, trucchi, la sbalorditiva arte del tiro con l'arco e l'incredibile bravura nel duellare con la spada. La seconda stagione si presenta molto più dark della prima, sia nei toni che per temi trattati. Il racconto non abbandona del tutto l'atmosfera scanzonata ma sicuramente la narrazione mette in evidenza a tratti il "lato oscuro" dei personaggi e l'intreccio, ricco di bugie, inganni e tradimenti, rende ancora più intenso il dramma.

Robin (Jonas Armstrong) e la sua banda composta da Much, Little John, Will Scarlett, Allen-a-Dale e Djaq, dovranno affrontare il crudele Sceriffo di Nottingham (Keith Allen), sempre più agguerrito e pronto a lanciare l'operazione "Shah Mat", per uccidere Re Riccardo e sbarazzarsi per sempre della brigata di Sherwood. Intanto Sir Guy di Gisborne (Richard Armitage), ancora infuriato per il tradimento di Lady Marian (Lucy Griffiths) sulla soglia dell'altare, brucia la sua casa e costringe la donna a seguirlo nel suo castello. Marian e Robin sono ancora una volta separati. Per il bene dell'Inghilterra Marian si presta come spia all'interno del castello di Gisborne, mentre Robin conduce la sua brigata nella foresta di Sherwood rimediando alle ingiustizie dei perfidi reggenti. L'infallibile arciere dovrà affrontare nemici sempre più potenti, come i Cavalieri neri, alleati dello Sceriffo e sventare minacce sempre più terribili, come nuove armi chimiche e la congiura per assassinare Re Riccardo.

Ma i pericoli per Robin arrivano anche dalle persone a lui più vicine. All'interno del suo stesso gruppo si nasconde infatti una spia che sabota costantemente le imprese della banda: si tratta di Allan-a-Dale, che una volta smascherato, fugge diventando il braccio destro di Guy di Gisborne, mettendo così a serio repentaglio la copertura di Lady Marian. Solo l'eroico sacrificio del padre di quest'ultima potrà salvarla e condurla tra le braccia di Robin. Ma le disavventure per i due innamorati non sono ancora giunte al termine...

Serie televisiva inglese prodotta dalla BBC nel 2006, ideata da Dominic Minghella e Foz Allan ed è stata trasmessa l'autunno dello stesso anno dal network BBC One. Il serial ha riscosso un ottimo successo sin dal primo episodio, visto da oltre 8.5 milioni di persone. Dal secondo episodio in poi la serie ha avuto un ascolto medio di 6.19 milioni di spettatori, ottenendo ottimi consensi da parte di pubblico e critica, trasformandosi in breve in un cult televisivo in tutti i paesi in cui è stato programmato. Robin Hood in patria è giunto alla terza edizione, in onda prossimamente sulla BBC.

In Italia, i 13 episodi da 45 minuti della prima serie sono stati trasmessi in sei prime serate su Rete 4, dal 1 luglio 2008. La foresta di Sherwood del dodicesimo secolo è stata ricreata nei dintorni di Budapest, in Ungheria. Girato in HD, Robin Hood è costato, solo per la prima serie, 8 milioni di Sterline. E dopo aver ipnotizzato la folta platea britannica è sbarcato negli Stati Uniti, sul canale via cavo della BBC. Durante la realizzazione della seconda stagione della serie, una banda di ladri, con un irruzione notturna negli studi di Budapest, ha rubato i 4 master originali contenenti tutti e tredici gli episodi girati. La produzione è stata presa dal panico vista l'assenza di copie di back-up con conseguente rischio di cancellazione della serie. Disperazione serpeggiava anche nel cast, frustrato per tutte le ore di lavoro andate in fumo. Pare che la banda abbia chiesto 1 milione di sterline di riscatto per restituire alla BBC i nastri originali. Cosa sia successo dopo resta un mistero, sta di fatto che i nastri in qualche modo sono stati recuperati e la serie è stata salvata...

__________________

Per conoscere tutti i principali appuntamenti in onda nel mese di Aprile sui canali della piattaforma SKY, del digitale terrestre Mediaset Premium e non solo, visita la nostra Area Palinsesti

Approfondimento: 

I PERSONAGGI DI ROBIN HOOD 2
 
ROBIN HOOD È JONAS ARMSTRONG
 
Puro, idealista, eroico, arrogante, ma riflessivo. Robin è a tratti oltraggioso e imprevedibile, ma mantiene sempre il suo cuore nobile.
 
“Il mio personaggio diventerà più dark in questa serie. Gli sceneggiatori hanno voluto puntare molto di più su questo aspetto, com’è evidente già dal primo episodio. Le atmosfere dello show non sono più così spensierate e allegre”.
 
“Robin è costretto a cambiare. Questo ragazzo ha molte preoccupazioni verso tutto quello che lo circonda, il suo ambiente e le persone a lui vicine. Non può andare sempre in giro sorridendo e facendo finta di niente con tutti. E’ molto meglio per me come attore perché questa sfumatura del personaggio penso lo renda molto più interessante e credibile”.
 
“Quando ho avuto il lavoro mi trovavo in India per girare un film. Avevo fatto il provino, ma credevo di non avere nessuna chance per superarlo. Quello di Robin Hood è un ruolo conosciuto in tutto il mondo e amato ovunque. E’ un personaggio positivo: interpretarlo è quanto di meglio mi potesse capitare”.
 
 
LADY MARIAN È LUCY GRIFFITHS
 
Bella, intelligente, spiritosa, coraggiosa e assolutamente anticonvenzionale. Pronta a sfidare le Istituzioni che governano il suo Paese, si espone sempre in prima persona. Per questo in incognito diventa il “Guardiano notturno”, un eroe che combatte le ingiustizie ergendosi a paladina della giustizia. Robin la desidera per sé ma l’Inghilterra la necessita…
 
Lucy Griffiths è una ventunenne inglese di Brighton, cresciuta come attrice teatrale ed è una nuova arrivata nel mondo degli attori professionisti.
 
“Dopo la prima serie abbiamo lasciato Robin e Marian che si baciano, e crediamo che ora stiano insieme: ma lei vive in un castello e lui da fuorilegge nella foresta. Sono una giovane coppia innamorata con problemi e dovranno lottare per il loro amore.”
 
GUY OF GISBORNE È RICHARD ARMITAGE
 
Brutale e ambizioso, è un uomo capace di qualsiasi tipo di crudeltà. Rappresenta l’antitesi a tutto quello in cui Robin Hood crede. Ottiene tutto quello che vuole, usando ogni mezzo a sua disposizione. Ma non riesce a conquistare il cuore dell’amata … Riuscirà Marian a liberarlo dal suo lato oscuro o il potere e l’influenza dello Sceriffo saranno più grandi del suo desiderio d’amore?
 
“Gisborne è un personaggio complicato. Penso che desideri tutto quello che Robin possiede, Marian compresa. Lei ha una forte influenza su di lui e il fatto che Gisborne non possa controllare il suo sentimento, la rende irresistibile. E’ una sorta di attrazione fatale, un amore cieco, che lo renderà ancora più selvaggio e disposto a tutto.”
 
“Nella seconda stagione il mio personaggio sarà molto più umano e conflittuale: da un lato il suo lavoro al servizio dello Sceriffo di Nottingham, dall’altro il suo amore per Marian, che fa emergere il suo lato buono.”
 
VAYSEY SHERIFFO DI NOTTINGHAM È KEITH ALLEN
  
Affascinante, calcolatore e insicuro. E’ a Nottingham per ottenere il maggior denaro e preziosi possibili, tassando la povera gente. Può contare sulla collaborazione di Gisborne e il controllo su Sherwood inizia ad andargli stretto. Così insieme al Principe Giovanni e aiutato da cospiratori chiamati Cavalieri Neri, architetta di eliminare Re Riccardo.

Ultimi Video

Palinsesti TV