Pallonet - Nel secondo tempo la Juventus si sposta i calzoncini

News inserita da:

Fonte: Il Messaggero Sport

S
Sport
  lunedì, 16 marzo 2009
 00:00

Frey all’arrabbiata. Vaga agitato da una tv all’altra, Sebastien Frey, spiegando che la gamba altissima di Ibra sul primo gol gli ha fatto paura, frenando l’uscita. I moviolisti, però, non gli danno ragione. E allora alla Domenica Sportiva sbotta: «Ma se anche Ibra mi ha chiesto scusa, dicendo che era gioco pericoloso!».

Il serial winner. Con questo epiteto Giampiero Galeazzi incorona a 90° minuto Pippo Inzaghi, «silenzioso ma rumoroso con i suoi gol». Più blasfemo l’omaggio di Gene Gnocchi a Gnok Calcio Show: «La maglietta con scritto 300 era un messaggio a Cassano: fra 300 donne ti raggiungo».

L’altro Moratti e i vasi fenici. Enzo Savi imita il presidente dell’Inter in Guida al Campionato. Moratti non ha ancora cambiato la suoneria del cellulare: è il jingle della “Champions”. Tiene in braccio un piccolo Mancini con cravatta e si fa arrivare le ultime coppe dell’Inter: sono dei vasi Fenici.

Serafini in confusione. «Alla Juve è bastato nel secondo tempo spostarsi leggermente i calzoncini». Dalla scheda di Luca Serafini, in Guida al Campionato. Calzoncini? Forse intendeva dire “rimboccarsi le maniche”.

Ranieri tiene ai suoi attributi. Sandro Mazzola non crede ai guai fisici di Trezeguet e chiede a Ranieri perché non abbia messo in campo il “bambino viziato” dopo il brutto primo tempo col Bologna. E Claudio risponde, con ironia britannica: «Io non sono come quel marito che... (se lo taglia, ndr) per far dispetto alla moglie»(Sabato Sprint).

Sanipoli amica del giaguaro. «Lei s’è messa d’accordo con Mazzarri», dice scherzando Spalletti a Francesca Sanipoli (Stadio Sprint) che gli riferisce le lamentele del tecnico blucerchiato sulla non espulsione di Motta. E aggiunge: «Rosetti ha scelto di ammonire Lucchini su Tonetto, e non l’autore del fallo, Padalino, che andava espulso. E poi si ammonisca meno, perché in Champions si fa diversamente».

Ancelotti, olè. Alessandro Alciato (Sky) chiede a Carlo Ancelotti se abbia già iniziato a studiare lo spagnolo. Bruno Gentili (Stadio Sprint) gli ricorda che il futuro presidente del Real, Florentino Perez, stravede per lui. Carlo ascolta, sornione, e ripete che sta bene dove sta. Per il Real un sito spagnolo dà in corsa anche Mourinho.

Paparesta non si dà pace. «Sono stato assolto dalla giustizia sportiva, Collina aveva promesso di richiamarmi e non l’ha fatto. Arbitrano, invece, colleghi che hanno ancora problemi con la giustizia». Così Gianluca Paparesta a Simona Ventura in Quelli che il calcio.

Un fabbro in pista. Nel gigante femminile di Aare (Rai 2) si scatena il commento tecnico di Luciano Zannier. Alla Pietilae-Holmner, ad esempio, consiglia «lo svincolo della lamina dallo sci per farlo correre».

Chiamate un dottore! «Ecco Maria Riesch nella traversa dove sbatte». Ma la pista di Aare non è un campo di calcio con tanto di porte. In zannierano traversa vuol dire tratto di discesa in diagonale, dove, causa cunette, gli sci dell’atleta tedesca sbattevano, ballavano insomma.

Corrado Giustiniani
per "Il Messaggero Sport"

Ultimi Video

Palinsesti TV