Schermaglie (Repubblica) - Lo strano mistero dello stadio di Lecce

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

S
Sport
  lunedì, 17 gennaio 2011
 00:00
Schermaglie (Repubblica) - Lo strano mistero dello stadio di Lecce Tema della giornata a Sky, nel pomeriggio si scopre che per il posticipo Lecce-Milan sono stati venduti pochi biglietti e che lo stadio sarà probabilmente mezzo vuoto. Ilaria D'Amico lancia il quesito («Eppure il Lecce è in ripresa, perché succede questo?»). In studio abbozzano, Sconcerti ipotizza che comunque ci sono gli abbonati e che alla fine ci sarà abbastanza gente... (segue)

 ***

Arriva sera, è ora del posticipo e lo stadio è mezzo vuoto. A Sky c'è De Canio in collegamento pregara, Ilaria gli pone la fatale domanda («Perché c'è poca gente?»).De Canio riflette un attimo,  realizza di essere in collegamento su Sky e improvvisa  una risposta sulla difficoltà di tornare nei paesi intorno a Lecce la domenica sera sul tardi.... (segue)

***

E siccome alla fine non l'ha detto nessuno, tocca svelare tutto. Ieri sera a Lecce lo stadio non era pieno perché faceva freddo e la partita era mille volte meglio guardarla in tv. (Fine)

***

«Prima di tutto voglio ringraziare il pilota Mario Mancini dell'Alitalia che ci ha fatto atterrare. Sull'aereo c'eravamo noi, c'era il regista, c'era Amedeo Goria ma si è scoperto che dovevamo atterrare ad Alghero perché all'aeroporto di Cagliari c'era la nebbia. Ma il pilota ha detto: NO! per fare atterrare tutti voi della Rai allora io atterro a Cagliari, e ci ha fatto atterrare a Cagliari anche se c'era la neve e quindi siamo atterrati a Cagliari anche con la neve». (Aldo Biscardi, totalmente fuori controllo. Quelli che il calcio, Raidue)

***

Vintage, leggende metropolitane (ma poi chissà). 2002, Materazzi a fine gara dileggia lo juventino Antonio Conte: «Con i soldi del premio-scudetto si comprerà un parrucchino nuovo». Dopo pochi minuti arriva Conte ai microfoni, gliela riportano e lui: «Quei soldi li darei volentieri a Materazzi per comprarsi un cervello nuovo». Dallo studio irrompe indignato il compianto Maurizio Mosca: «Conte, lei sta mancando di rispetto a tutti quelli che sono in attesa del trapianto del cervello».

***

«Eto'o ha fatto ventidue gol in ventisei partite, hai capito? Ahahahahahah» (Fabio Caressa, Inter-Bologna, Sky). «All'Inter adesso i giocatori si abbracciano, sembrano tutti amici. Non che prima non lo erano» (Paolo Congiuntivo Paganini, Sabato Sprint, Raidue). «Hai avuto la sensazione che Allegri si sia tolto, se mai li ha avuti, i peli dalla lingua?» (Ilaria D'Amico, Sky)

***

Claudio Pasqualin: «In questi casi è meglio ricordare che pecunia non olet». Vincenzo D'Amico: «Ti ho detto mille volte che l'inglese non lo capisco» (90° B, Raitre). «Lì, su quell'occasione poteva cambiare tutto, tre a due, nel calcio se non è un'opinione poco ci manca» (Giampiero Galeazzi stranamente criptico, Raidue)

Antonio Dipollina
per "La Repubblica"

Ultimi Video

Palinsesti TV