Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, cresce tensione club, si pensa a distribuzione diretta del contenuto

Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, cresce tensione club, si pensa a distribuzione diretta del contenuto

News inserita da:

Fonte: Digital-News / Ansa

S
Sport
  giovedì, 03 maggio 2018
 19:45

Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, cresce tensione club, si pensa a distribuzione diretta del contenutoLa battaglia legale fra Sky e Mediapro tiene in apprensione la Lega Serie A: lo scenario rimane confuso, per evitare tempi ancora più lunghi fra i club è diffusa la speranza di un accordo fra l'emittente satellitare e la società spagnola, che rivende i diritti tv da intermediario indipendente e presto potrebbe tornare a spingere per il canale della Lega. Molto dipende dall'udienza a porte chiuse di domani alle 10 davanti al presidente della Sezione impresa del Tribunale di Milano, Claudio Marangoni, che il 16 aprile ha sospeso in via cautelare il bando di Mediapro, accogliendo il ricorso d'urgenza di Sky, secondo cui va verificata l'aderenza dell'invito a offrire alle leggi italiane (contesta in particolare l'assenza di prezzi minimi e pacchetti in base ai quali gli spagnoli agirebbero non da intermediari ma da operatori della comunicazione).

In questi casi il giudice può confermare l'ordinanza di sospensione, revocarla o modificarla: da quanto si è appreso, dopo l'udienza si riserverà e la decisione potrebbe arrivare nel giro di pochi giorni. Anche se non è esclusa, in linea teorica, la possibilità delle parti di chiedere un rinvio dell'udienza. A poco più di tre mesi dall'inizio del campionato non si sa ancora dove e come saranno trasmesse le partite, e per la Lega è in bilico l'accordo da oltre 3 miliardi di euro in 3 anni con Mediapro.

Gli spagnoli hanno versato l'anticipo di 50 milioni più Iva, subordinando però la presentazione della fideiussione da 1,2 miliardi all'esito delle causa civile. Potrebbe portare a un nuovo bando, e Sky ha prospettato un'offerta «importante» (750-800 milioni), a cui potrebbero aggiungersi quelle di Tim e Perform, mentre sembra essersi defilata Mediaset. Difficilmente basterebbe a raggiungere il miliardo e 50 milioni a stagione investiti da Mediapro, che di fronte a uno stop del Tribunale potrebbe provare a convincere i club (servono 14 voti) a virare sul canale tematico, da sempre la soluzione privilegiata della società catalana. Così i diritti tv del campionato sono diventati il tema clou dell'assemblea di Lega di lunedì prossimo a Roma, inizialmente convocata per completare la governance. Il commissario Giovanni Malagò e il presidente Gaetano Miccichè avrebbero fatto passi avanti per scremare le candidature per le varie poltrone, ma anche su questo fronte regna ancora l'incertezza.

Le preoccupazioni dei club crescono in attesa della decisione dei giudici che potrebbe arrivare per lunedì, giorno dell'Assemblea di Lega convocata dal commissario Giovanni Malagò. L'emittente satellitare vorrebbe però cercare di trovare una soluzione prima della fine del campionato in corso. Si potrebbero quindi prospettare vari scenari tra i quali un bando completamente nuovo riproposto da Infront per prodotto, continuare con quello dell'intermediario eventualmente rivisto in base alle decisioni del tribunale di Milano o l'ipotesi di una distribuzione diretta da parte della Lega. Cresce, infatti, il fronte dei presidenti che non vedrebbero male l'ipotesi del canale della Lega, sarebbero 13-14, che consentirebbe ai club di avere subito la fideiussione di Mediapro e quindi poter 'scontare' nelle banche i soldi dei diritti televisivi. Inoltre il 7 maggio al Salone d'Onore del Coni, nell'Assemblea di Lega si dovrebbe parlare anche di governance ma c'è il rischio che slitti ancora sia per quanto riguarda l'amministratore delegato che per i consiglieri federali e di Lega, con il presidente designato Gaetano Micciché che attende la chiusura del cerchio per poter operare a pieno regime.

Dai microfoni di RMC, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero fa una battuta sui diritti tv della Serie A: «Non cambierà nulla il prossimo anno. Sky? S'è svegliata tardi, poteva farlo prima. Il canale della Lega? Un accordo lo troveremo»

DIRITTI TV SERIE A 2018 - 2021 - ARCHIVIO DIGITAL-NEWS.IT

Ultimi Video

  • 65 anni di notizie della RAI

    65 anni di notizie della RAI

    65 anni fa nasceva la televisione italiana. Dopo un annuncio letto da Fulvia Colombo la mattina di domenica 3 gennaio 1954, il primo programma in onda è 'Arrivi e partenze', condott...
    T
    Televisione
      giovedì, 03 gennaio 2019
  • Da sempre insieme, Elena Piacenti canta Sergio Endrigo per lo spot TIM

    Da sempre insieme, Elena Piacenti canta Sergio Endrigo per lo spot TIM

    Ascoltate questo video e chiudete gli occhi. Sicuramente riconoscerete la celebre "Io che Amo Solo Te" di Sergio Endrigo, diventata la colonna sonora di una nota compagnia di telecomunicazioni...
    T
    Televisione
      mercoledì, 02 gennaio 2019
  • Video Tutorial | Calcio Sky sul digitale terrestre

    Video Tutorial | Calcio Sky sul digitale terrestre

    Sky Sport sul digitale terrestre - il meglio del grande sport, anche in HD. 2 canali di sport, Sky Sport Uno e Sky Sport 24. Lo spettacolo unico del calcio europeo con tutte le partite delle squad...
    S
    Sky
      venerdì, 03 agosto 2018

Palinsesti TV