Paola Ferrari: '90° era il top, adesso Sky ha troppo spazio'

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

S
Sport
  giovedì, 10 gennaio 2008
 00:00

Paola FerrariPaola Ferrari, come vede la situazione del calcio in chiaro?
«La Rai ha perso i diritti ormai un po' di tempo fa, è stato un problema per tutta l'azienda, un depauperamento importante. Mandare le immagini della serie A erano una priorità. È stato un grande dolore. In compenso abbiamo alcuni tasselli importanti come la Champions e gli Europei. Spero che i diritti possano essere ripresi, ma la situazione è molto complessa, senza dimenticare che i costi sono proibitivi».

Tra le soluzioni c'è quella che i diritti in chiaro non siano ceduti.
«Sarebbe quella peggiore. E la più sbagliata. In questi anni tutto il sistema ha concesso troppo a Sky, gli italiani hanno il diritto di vedere i gol come è sempre stato. Soprattutto in un momento in cui non tutti si possono permettere di pagare un abbonamento a Sky».

Si chiuderebbe una pagina storica, niente più gol alle 18,30...
«A me dispiace molto, il tempo passa, ma l'amore per il calcio è come un fiore che si rigenera. Sarebbe ingiusto. L'importante è che si vedano, dove è secondario. Sky ha preso troppo spazio».

Ma lei, che è stata l'ultima conduttrice di 90° minuto, cosa pensa?
«Quella è stata una grande esperienza. La sua chiusura l'ho sofferta, 90° minuto è rimasto nella storia e negli occhi della gente, senza nulla togliere a Piccinini che fa un grande programma».

E sulle trasmissioni sportive che perdono audience?
«Noi, come Domenica Sportiva, stiamo andando molto bene. La tragica scomparsa dell'ispettore Raciti, oltre al dominio dell'Inter, hanno però tolto interesse per questo sport».

Che futuro vede per la tv in chiaro?
«Con tanti punti interrogativi, ma sono ottimista. Nei prossimi anni ci saranno grandi cambiamenti a livello di informazione. Bisognerà correre e invece stiamo trotterellando».

Ultimi Video

Palinsesti TV