Il cast di Braccialetti Rossi a Giffoni, nella nuova serie più esterne e racconto più avvincente

Il cast di Braccialetti Rossi a Giffoni, nella nuova serie più esterne e racconto più avvincente

News inserita da:

Fonte: Adnkronos / Ansa

T
Televisione
  domenica, 24 luglio 2016
 16:21

Il cast di Braccialetti Rossi a Giffoni, nella nuova serie più esterne e racconto più avvincenteNovità e sorprese per la terza edizione di «Braccialetti Rossi», in onda su Rai 1 dal 16 ottobre e presentata oggi in anteprima al Giffoni Film Festival alla presenza di tutto il cast, insieme al produttore Carlo Degli Esposti, al vicedirettore di Rai Fiction, Francesco Nardella, e a Niccolò Agliardi, autore della colonna sonora originale. «La terza edizione sarà ancora più bella - ha assicurato Degli Esposti a Giffoni - I ragazzi sono cresciuti ed hanno sommato il mestiere di attore alla propria sensibilità personale».

Tante le new entry, sia tra i ragazzi che tra gli adulti. Ci sarà l'ingresso di Francesca Chillemi e Giorgio Marchesi e tornerà nella terza stagione, dopo una breve apparizione nella seconda ed il successo in «Il Paradiso delle Signore», Silvia Mazzieri (Bella), che diventerà la fidanzata di Brando Paciotto (Vale). Tra i ragazzi due le novità importanti: Nicolò Bertonelli nel ruolo di Bobo, adolescente in lista d'attesa per un trapianto di cuore, e Maria Melandri, nel ruolo di Marghe, personaggio particolarmente introverso ma con una grande forza di volontà con la quale riesce ad aiutare gli altri, soprattutto sua sorella Flam, la più piccola del gruppo dei «Braccialetti».

«Ci saranno anche molte più esterne ed un racconto più avvincente - ha svelato Nardella - Rispetto alla serie spagnola, abbiamo nella scrittura una totale autonomia editoriale e questo ha permesso una grande crescita dal punto di vista narrativo». «Braccialetti rossi ha segnato un cambiamento storico nel prodotto di Rai Fiction grazie a Carlo Degli Esposti - ha proseguito Nardella - In questa serie c'è stato un cambio di prospettiva: il punto di vista è quello dei ragazzi che non sono gli 'oggettì, ma i soggetti del racconto. La storia è mostrata attraverso il loro punto di vista e gli adulti vengono visti dai ragazzi». «Grazie a questa ottica, sono moltissimi i giovani che seguono la serie. Braccialetti rossi ha abbassato la media degli anni degli spettatori di Rai Uno», ha aggiunto.

Ma per Degli Esposti

«sono aumentate anche le responsabilità, soprattutto per l'importanza assunta dal web che porta una maggiore condivisione e solidarietà. In una situazione tragica, come quella che sta vivendo il nostro Paese, Braccialetti Rossi va in controtendenza per la voglia di riscatto e condivisione che mostra». Nonostante la fama nazionale, a nessuno dei ragazzi sembra cambiata drasticamente la vita.

«Continuiamo ad andare a scuola - ha detto la piccola Cloe Romagnoli (Flam) - gioco e vado al mare con le amiche». «Abbiamo però la responsabilità di rappresentare delle storie importanti, quelle dei veri Braccialetti Rossi - ha spiegato Denise Tantucci (Nina) - Ogni anno c'è sempre la preoccupazione di mantenere alta la qualità del progetto e la freschezza della recitazione». Uno dei personaggi più amati è Lorenzo Guidi, alias Rocco «Ho un fan club a Fasano gestito da mio zio, sono tutti ultranoventenni che seguono appassionati la serie», ha raccontato con il sorriso che lo contraddistingue anche nella fiction.

Il cast in mattina si è recato alla Cittadella del Cinema di Giffoni dopo aver fatto visita all'ospedale pediatrico Ruggi di Salerno.  Prima di incontrare fan e giurati del Giffoni Film Festival, infatti, i giovanissimi attori hanno trascorso alcune ore in corsia.

«Siamo molto felici di essere qui oggi - spiegano Cloe Romagnoli e Aurora Ruffino - per noi è un piacere pensare che la nostra presenza allevi le sofferenze di questi ragazzi coraggiosi. Non è la prima volta che entriamo in un ospedale, molti ragazzi hanno creato anche il gruppo dei Braccialetti Rossi riuscendo a trovare qualcosa per affrontare in modo diverso la malattia. Io - aggiunge Aurora - ho incontrato tanti ragazzi con problemi di anoressia proprio per il ruolo che interpreto nella prima serie. Tantissime ragazze mi abbracciavano in lacrime dicendo che sono riuscite a superare la malattia anche grazie a Braccialetti e al mio personaggio. Siamo qui con un grande sorriso pronti ad abbracciare e a regalare un pò di sostegno. Non c'è tanto da dire, sono più loro che possono dire qualcosa a noi».

Alina due anni, Azzurra otto mesi, Gaetano cinque anni, Costabile 8 anni, Francesca: sono solo alcuni dei bambini dei reparti che hanno ricevuto la visita di questi giovani attori che non si sono risparmiati tra coccole, abbracci e baci. Tra gli altri, Mirko Trovato che ha tenuto lungamente in braccio la piccola Azzurra che non smetteva di sorridere. Alla visita, accompagnati dalla presidente Aura, Alfonsina Novellino e dal direttore medico di presidio, Angelo Gerbasio, hanno partecipato gli attori Carmine Buschini, Brando Pacitto, Mirko Trovato, Aurora Ruffino, Pio Luigi Piscicelli, Lorenzo Guidi, Denise Tantucci, Daniel Tenorio, Cloe Romagnoli, Silvia Mazzieri, Niccolò Bertonelli, Maria Melandri.

«Non potevamo dimenticare il nostro territorio - ha commentato Alfonsina Novellino - dopo l'appuntamento inaugurale con l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, arricchito anche dalla presenza del grande Lino Banfi, ci è sembrato doveroso offrire un'occasione di svago altrettanto importante ai piccoli pazienti salernitani».

Il cast di Braccialetti Rossi a Giffoni, nella nuova serie più esterne e racconto più avvincente

Il cast di Braccialetti Rossi in visita all'Ospedale Piediatrico Ruggi di Salerno - 24 Luglio 2016

Ultimi Video

Palinsesti TV