News Corp, riassetto ai vertici: Murdoch ridefinisce il management

News inserita da:

Fonte: Il Sole 24 Ore

E
Economia
  domenica, 15 marzo 2009
 00:00
Rupert Murdoch e Peter CherninRimpasto ai vertici della NewsCorp. In vista dell'uscita del presidente e direttore operativo Peter Chernin il prossimo giugno, il gruppo si sta preparando a una ristrutturazione delle attività di produzione televisiva e cinematografica, con conseguente giro di poltrone.
 
Il magnate Rupert Murdoch ha già fatto sapere che, in qualità di presidente e amministratore delegato, guiderà il gruppo assumendo parte delle deleghe di Chernin. Questo, però, si tradurrà anche in una crescita della prima linea del gruppo.
 
In particolare sarebbero tre i top manager che potrebbero beneficiare della nuova struttura organizzativa: i co-presidenti della Fox Filmed Entertainment Jim Gianopulos e Tom Rothman, a cui verranno affidate le attività di produzione di film e tv; le attività dei network televisivi saranno guidate da Tony Vinciguerra. Lascerà invece il gruppo Peter Liguori, 48 anni, attualmente numero uno della Fox Broadcasting.
Murdoch starebbe passando al setaccio il management per decidere chi riporterà direttamente a lui, quando Chernin lascerà il proprio incarico dopo 12 anni in News Corp.

«Sono stato profondamente impegnato com il senior management per sviluppare un modello rinnovato, su cui poter basare la futura crescita e la trasformazione del nostro business» ha spiegato lo stesso Murdoch in una nota inviata ai dipendenti del gruppo. Nel ridisegnare la struttura organizzativa, il magnate non ha però cambiato la carica e le deleghe del figlio James, 36 anni, che attualmente guida le attività del gruppo in Europa e Asia, compresa la Star Group con sede a Hong Kong, le attività editoriali britanniche di News International e Sky Italia.
 
Murdoch ha inoltre colto l'occasione per spronare il proprio management a trovare vie alternative per combattere le difficoltà del mercato pubblicitario e della vendita di Dvd. Solo negli Stati Uniti la vendita di pubblicità su tutti i canali dalla tv all'online ha visto un calo del 13% quest'anno, mentre per il mercato dei Dvd si parla addirittura di una flessione del 32% nel solo quarto trimestre del 2008. «I momenti particolarmente complessi dal punto di vista economico possono produrre grandi miglioramenti e scatenare forti rinnovamenti» spiega Murdoch nella nota.
 
Articolo tratto da
"Il Sole 24 Ore"
(14/03/09)

Ultimi Video

Palinsesti TV