Tornano su FOX i morti viventi di «The Walking Dead» con le nuove puntate

Tornano su FOX i morti viventi di «The Walking Dead» con le nuove puntate

News inserita da:

Fonte: Ansa

S
Sky Italia
  lunedì, 13 febbraio 2017
 06:00

Tornano su FOX i morti viventi di «The Walking Dead» con le nuove puntate«La prima parte della settima stagione è stata interessante ma ora sta per diventare tutto ancora più folle». Con queste parole Jeffrey Dean Morgan, alias Neagan, il villain più spietato che si sia mai visto nella storia di The Walking Dead, ha fornito ai suoi fan un assaggio di quello che si vedrà nelle nuove puntate della serie tv tratta dai fumetti di Robert Kirkman, che tornerà in prima visione su Fox a partire da stasera alle ore 21 a ventiquattr'ore dalla messa in onda negli Stati Uniti.

Ci sono voluti otto interi episodi di violenza soprattutto psicologica per rivedere negli occhi del protagonista Rick Grimes una nuova scintilla di ribellione: l'ex vice sceriffo della Georgia è finalmente pronto a ricompattare il gruppo e rischiare tutto contro il nemico numero uno, lo psicopatico Neagan, accompagnato dalla sua Lucille, la mazza da baseball ricoperta di filo spinato con cui sono stati brutalmente uccisi Glenn e Abrahm alla fine della sesta stagione. Lo shock per la perdita dei due amici ha avuto un effetto devastante sui personaggi, i fan, e gli attori stessi:

«È stato molto difficile - ha spiegato Andrew Lincoln a Entertainment Weekly - eravamo separati l'uno dall'altro. Anche se sapevo che prima o poi le cose sarebbero dovute necessariamente cambiare, è stata comunque molto dura. So che i fan avrebbero voluto vedere più di una puntata a settimana perché lo storytelling era avvincente. Gli sceneggiatori hanno deciso di rischiare in questa stagione - ha aggiunto - e io li ammiro per questo. Ma ora, con l'ottavo episodio è iniziata la nostra Resistenza, che prenderà forma a partire dal nono».

Un tema, quello di trovare la forza e lottare con un regime autoritario e oppressivo, che secondo l'attore ha molti elementi in comune con la realtà, zombie a parte:

«Sono temi che ogni comunità nel mondo ha affrontato. A maggior ragione in un contesto apocalittico come questo. Una cosa è certa: quando c'è una guerra, c'è molto spargimento di sangue».

Qualche indizio in più l'attore lo ha dato anche sul suo personaggio:

«Nuovi equilibri metteranno in luce la personalità di Rick e il tipo di leader che vuole diventare. Sarà in grado di permettere alle persone di scegliere il loro percorso in autonomia, nonostante la pericolosità del mondo in cui si trovano a vivere? Ma il dilemma che preferisco riguarda Neagan: Rick lo vuole sconfiggere, ma a quale costo?».

Pare infatti che il giovane Carl, figlio del protagonista, continuerà a ricevere le attenzioni del proprietario di Lucille, che in lui vede qualcosa di speciale:

«Rivede una parte di se stesso - ha spiegato l'attore Jeffrey Dean Morgan durante l'incontro coi fan al Comiccon -. Al mio personaggio piace Carl», ha precisato, lasciando intuire la possibilità che il giovane Grimes abbandoni i valori insegnati dal padre per abbracciare quelli spietati della sua nemesi.

«Dopotutto - continua Morgan - provate a immaginare un mondo popolato di zombie. Chiunque, per sopravvivervi, deve aver fatto qualcosa di cattivo. E nemmeno Rick e la sua banda sono innocenti. Hanno ucciso 30 dei miei uomini mentre dormivano. Finora io ho soltanto ucciso a colpi di mazza da baseball due persone ed è sembrata la fine del mondo!», ha scherzato.

La seconda parte di questa avvincente stagione sarà tutt'altro che semplice: le carte sul tavolo da gioco, infatti, sono tante. Neagan e l'esercito dei Salvatori hanno più di un avversario: Re Ezekiel, gli abitanti di Alexandria e quelli di Hilltop, oltre alle donne della comunità Giura. Riusciranno però a compattarsi e a trovare le armi per riprendere in mano le loro vite?

Ultimi Palinsesti