6 Nazioni, ultima giornata: Italia-Francia, Inghilterra-Scozia e Galles-Irlanda

News inserita da:

Fonte: Apcom / Digital-Sat

S
Sport
  sabato, 21 marzo 2009
 00:00
Tensione. E' la parola più ricorrente alla vigilia della quinta ed ultima giornata del 6 Nazioni, alla vigilia del decisivo scontro del Millennium Stadium di Cardiff fra i campioni uscenti del Galles ed i pretendenti più autorevoli al titolo dell'Irlanda, ma anche alla vigilia di Italia-Francia, con gli azzurri che, appena rinfrancati dalla sconfitta di misura di sette giorni fa contro i dragoni (15-20), cercheranno al Flaminio di Roma (ore 14.15, diretta tv La7) di approfittare di un XV bleus scosso dalle pesantissime critiche incassate dopo l'umiliante 10-34 incassato a Twickenham contro l'Inghilterra la scorsa settimana.

Tensione che però si continua a respirare anche in seno al gruppo azzurro, che seppur ritrovato dal punto di vista del gioco e del morale contro il Galles, in settimana, tanto per non farsi mancare niente, si è ritrovato ad affrontare l'inattesa esclusione di Andrea Masi: il centro del Biarritz, infatti, tornato a disposizione del ct Nick Mallett dopo le tre settimane di squalifica che gli hanno fatto saltare la trasferta in Scozia e dopo l'infortunio che gli ha impedito di essere a disposizione per il match della quarta giornata, tornato arruolato dall'inizio di questa settimana, martedì sera si è visto consegnare un inatteso "benservito": rispedito a casa per decisione tecnica dello staff.

Mallett ha quindi deciso di confermare per intero XV e ventidue mandati in campo e in panchina sabato scorso. Di contro, gli azzurri si ritroveranno ad affrontare una Francia ferita nello spirito, ma forse proprio per questo ancor più temibile. Ieri però, a far salire la tensione nel ritiro di Marcoussis, ci ha pensato Sebastien Chabal, che ha urlato la propria rabbia in faccia ai giornalisti per critiche a suo dire esagerate e pesanti dal punto di vista personale. "Mi usate solo per vendere i vostri giornali", ha tuonato Chabal.

Dopo il match del Flaminio, le luci si accenderanno alle ore 16.30 su Twickenham per Inghilterra-Scozia, match ininfluente ai fini del successo finale, ma con gli inglesi alla caccia del secondo posto e con in palio come da tradizione anche la Calcutta Cup, uno dei più antichi trofei internazionali, assegnato ogni anno dal 1878 alla vincente dell'annuale confronto fra Rosa e scozzesi.

Il tutto in attesa dell'ultimo match della giornata e del Torneo, Galles-Irlanda al Millennium Stadium di Cardiff (ore 18.30). Con una (sospetta...) lungimiranza che ha del clamoroso, gli organizzatori hanno programmato come incontro di chiusura proprio quello che sarà il confronto decisivo per l'assegnazione del 6 Nazioni 2009, con gli ospiti che partiranno da una posizione di vantaggio in classifica (hanno vinto tutti e quattro gli incontri giocati), in corsa per un titolo che manca loro dal 1985 e per il secondo Grande Slam della loro storia, con il primo e finora unico addirittura datato 1948. Per rovesciare la situazione, al Galles (tre vittorie ed una sconfitta) non basterà vincere, ma dovrà farlo con almeno 13 punti di scarto, impresa che contro gli irlandesi ai dragoni non riesce da 26 anni. Come dire, questo 6 Nazioni ormai può perderlo solo l'Irlanda.

LA COPERTURA SU LA7

Ultimo appuntamento stagionale (e forse non solo stagionale) per La7 e il 6 Nazioni: a partire dalle ore 13 in diretta dallo stadio Flaminio un ampio pre-partita per la sfida conclusiva degli azzurri di Nick Mallett. Il match sarà commentato da Paolo Cecinelli e Francesco Mazzariol, con la collaborazione da bordocampo di Cristina Fantoni e Ugo Francica Nava.

A seguire, in un'ampia diretta pomeridiana, anche gli altri due incontri a cominciare da Inghilterra - Scozia (dalle ore 16.30) e il match decisivo tra Galles e Irlanda (alle ore 18.30).

Dalle 13 alle 16.30 sarà inoltre possibile seguire in diretta la programmazione di La7 anche sul sito web www.la7.it/eventi (necessita l'utilizzo di Internet Explorer).


Ultimi Video

Palinsesti TV