Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, domani la verità.  Sky pronta a fare parte leone, rebus Mediapro

Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, domani la verità. Sky pronta a fare parte leone, rebus Mediapro

News inserita da:

Fonte: Ansa

S
Sport
  martedì, 12 giugno 2018
 19:53

Diritti Tv Serie A 2018 - 2021, domani la verità.  Sky pronta a fare parte leone, rebus MediaproDomani la Lega Serie A scoprirà se dopo due bandi a vuoto e uno naufragato con Mediapro, finalmente potrà incassare il miliardo e 100 milioni preteso per i diritti tv del campionato. Il termine per le offerte è alle 11, poi saranno aperte davanti al notaio prima dell'assemblea chiamata ad assegnare i tre pacchetti. Nessuno può comprare tutto. Sky è favorita, Mediapro l'incognita, non è chiaro ancora come si posizioneranno Mediaset, Perform e Tim, e non si possono escludere sorprese.

Mediapro corre sempre come intermediario (compra per rivendere) e potrebbe sfidare Sky sui due pacchetti principali (452 e 408 milioni) o puntare a uno solo (il terzo vale 240 milioni), facendo accordi con un operatore. In teoria Mediaset ha frequenze libere, ma lo scenario più probabile è un'alleanza fra Biscione e Sky, già legati da intese commerciali, o fra Sky e Perform. Perform e Tim saranno probabilmente poi interessati ai diritti per i gol sul web 3 ore dopo i match, in vendita a fine giugno con quelli in chiaro, che stanno facendo discutere per l'embargo fino alle 22 di domenica, letale per la storica trasmissione Rai 90' Minuto. Anche su questo fronte non sono esclusi colpi di scena, dopo i tanti dell'ultimo anno, da quando la Serie A cerca di superare il miliardo, dopo i 945 milioni a stagione incassati da Sky e Mediaset nel triennio 2015-18.

A giugno 2017 c'è la grande fuga delle tv, con Sky unica a offrire (circa mezzo miliardo), Mediaset che fa un esposto (respinto) all'Antitrust contro la gara, Tim e Perform immobili. Nel pieno l'affaire Vivendi lo scenario di mercato è incerto, prende quota il canale della Lega, l'assemblea si spacca e tutto slitta a gennaio. Confortati dall'exploit dei diritti internazionali (raddoppiano a 370 milioni), il 26 gennaio 2018 i club respingono gli 830 milioni di Sky e Mediaset (630 e 200, oltre ai 100 di Perform, sotto i minimi), e si rivolge al mercato degli intermediari, accettando l'offerta da 1.05 miliardi di Mediapro, che prova a imporre il canale ma perde con Sky davanti al Tribunale che boccia il bando, e si vede risolvere il contratto dalla Lega per inadempienza, perdendo i 64 milioni già anticipati. Domani i club sapranno se tanta attesa sarà ripagata.

DIRITTI TV SERIE A 2018 - 2021 - ARCHIVIO DIGITAL-NEWS.IT

Ultimi Video

Palinsesti TV