Film vietati ai minori di 10 anni

News inserita da:

Fonte: Il Sole 24 Ore

T
Televisione
  giovedì, 12 luglio 2007
 00:00

Un film per ogni età. E a ogni età il suo film. Con il debutto assoluto della pellicola vietata ai minori di 10 anni. Il Governo presenterà probabilmente domani al Consiglio dei ministri un disegno legge che si propone di tutelare i minori in varie fasce d'età.

L'obiettivo: «aiutare le famiglie e i minori a una fruizione corretta e appropriata dello spettacolo cinematografico». Ma anche «fornire un sistema semplice e chiaro d'individuazione e di corretta informazione dei contenuti dei film»;

Affermazioni degne di uno Stato etico per cui si tornerà a gridare alla censura? Può darsi, ma forse soltanto una presa d'atto dell'esistente. Che affronta quella che è sentita come emergenza, partendo dalla visione dei film nelle sale cinematografiche, in attesa, magari, di intervenire anche sul fronte televisivo.

Intanto, un risultato potrebbe già essere assicurato: la fine della commissione, introdotta nel 1962, alla quale è subordinata la concessione del nullaosta per la proiezione, con l'attribuzione del divieto ai minori di 18 anni. A debuttare sarà invece la «Commissione di classificazione dei film per la tutela dei minori».

La nuova classificazione dei film, articolata sulle varie fasce d'età prevede:

• film la cui visione è consentita a tutti
• film vietati ai minori di 18 anni
• film vietati ai minori di 14 anni
• film vietati ai minori di 10 anni

Toccherà alle stesse imprese di produzione e distribuzione cinematografica provvedere alla classificazione delle pellicole da inviare nelle sale. Con quali parametri?

Il disegno di legge dell'Esecutivo chiede attenzione al contesto narrativo generale, espressione un po' fumosa, ma anche a possibili comportamenti emulativi in rapporto all'età degli spettatori

Gli elementi indicati sono: linguaggio, violenza, pornografia, uso di sostanze stupefacenti, condotte criminali, discriminazioni, nazionalità, disabilità, maltrattamento di animali. 

Indici da rivedere periodicamente. Senza ciassificazione il film non potrà essere proiettato e le imprese avranno la facoltà, non l'obbligo, di chiedere alla Commissione ministeriale di convalidare la classificazione effettuata

Uteriore avvertenza: nessun na commistione tra pellicole di fasce diverse: la pubblicità "interfasce" è esplicitamente esclusa. In un film vietato ai minori di 10 anni non potranno trovare posto spot sulle pellicole delle altre fasce.

I trasgressori (imprese ed esercenti), individuati anche attraverso le segnalazioni di associazioni a tutela dei minori operative da cinque anni, rischiano sanzioni amministrative fino a 100mila euro e misure penali con la previsione di un arresto fino a sei mesi.

Giovanni Negri
per "Il Sole 24 Ore"

Ultimi Video

Palinsesti TV