Caravaggio, vita e morte di un grande artista domenica e luned su Rai Uno

Caravaggio, vita e morte di un grande artista domenica e luned su Rai Uno

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  domenica, 17 febbraio 2008
 00:00
Luci e ombre, santita’ e peccato, amore e violenza, vita e morte di uno dei piu’ grandi artisti italiani di tutti i tempi. Alessio Boni e’ Michelangelo Merisi in un film che traccia un ritratto a tutto tondo del grande genio seicentesco. La regia è di Angelo Longoni. Su Raiuno in prima tv domenica 17 e lunedi’ 18 febbraio.

 PRESENTAZIONE

CaravaggioTitolo di apertura del primo Festival Internazionale della Fiction di Roma, presentato in anteprima dalla Columbia University di New York e in altre manifestazioni internazionali, giunge su Raiuno domenica 17 e lunedi’ 18 febbraio in prima serata, la versione integrale in due puntate del “Caravaggio”, l’ opera dedicata alla vita del tormentato e geniale artista italiano. Il film, con la regia di Angelo Longoni, è una grande coproduzione internazionale di Rai Fiction e Titania Produzioni, con Gmt Productions, Eos Entertainment, ICC-Istituto del Cinema Catalano, prodotto da Ida Di Benedetto e Stefania Bifano in collaborazione con Rai Cinema. Alessio Boni, conterraneo del grande pittore, e’ Michelangelo Merisi.

Accanto a lui nel nutritissimo cast Elena Sofia Ricci è Costanza Colonna, Jordi Molla’ è il Cardinal Del Monte, Paolo Briguglia interpreta Mario Minniti, Luigi Diberti Scipione Borghese, Roberto Bisacco è il Rettore, Marta Bifano (Lucia Merisi), Arnaud Giovaninetti (Vincenzo Giustiniani), Ruben Rigillo (Fabrizio Colonna),  Blas Roca Rey (Giovanni Baglione), Francesco Siciliano (Strozzi), Maurizio Donadoni (Ranuccio Tomassoni) e molti altri. Illustri sono le collaborazioni al progetto, prima fra tutte quella di Vittorio Storaro, uno dei maggiori nomi del panorama cinematografico mondiale, vincitore di tre Premi Oscar, da sempre appassionato alla figura del grande pittore.

La fotografia del film riesce a restituire in modo straordinario le luci e le ombre delle opere del Caravaggio.
Autori della sceneggiatura sono Andrea Purgatori e Jim Carrington, con la consulenza di due tra i maggiori esperti di Caravaggio: Claudio Strinati, Soprintendente Speciale per il Polo Museale Romano, e Maurizio Marini, storico dell’ arte e specialista della pitture dell’ artista, autore di numerosi libri e pubblicazioni sul pittore. Nel cast un altro nome di grande prestigio riguarda la colonna sonora firmata da Luis Bacalov, premio Oscar per le musiche de “Il postino”. Nell’ ottobre del 2005 e’ iniziata la fase di pre-produzione.

Le riprese sono durate 12 settimane e si sono svolte tra  la Sicilia, Roma e Belgrado.
Le magnifiche ricostruzioni della Roma seicentesca portano la firma di Giantito Burchiellaro, mentre la costumista e’ Lia Morandini. L’ opera definitiva si presenta in un doppio formato: la versione integrale in due puntate che racconta anche alcuni passaggi dell’ infanzia e della genesi della pittura di Michelangelo Merisi da Caravaggio, e una versione cinematografica in una sola puntata.

LA STORIA:

Prima puntata Michelangelo Merisi da Caravaggio nasce da una famiglia che lavora per i Colonna, potentissima casata milanese. Già a sei anni Michele promette eterno amore e fedeltà a Costanza Colonna, di poco più grande di lui, che a sua volta non mancherà di proteggerlo e favorirlo per il resto dei suoi giorni. A dodici anni Michele viene mandato a studiare nella bottega di Peterzano, a Milano, dove impara la tecnica del colore e l’amore per le sacre scritture in un regime di disciplina ferrea e punitiva.

Crescendo Michele entrerà in contatto con Martelli, il Cavaliere dirimpettaio, con cui sviluppa la familiarità nell’uso delle armi. A venti anni, dopo la morte della madre, niente più lo lega a Milano e, dopo essersi finalmente rifatto di tutti i soprusi e le violenze subite da Peterzano, parte alla volta di Roma. Dopo una lunga serie di rifiuti dai vari mastri bottegai e un periodo di stenti e malattia - dove sviluppa un’amicizia che durerà per tutta la vita con Mario Minniti, un altro pittore squattrinato - riesce finalmente ad entrare nella bottega di D’Arpino.

Il ruolo di semplice decoratore di ghirlande e l’atteggiamento prepotente di D’Arpino non soddisfano per niente Michele, che inizia anche a crearsi i primi nemici nelle osterie per il suo temperamento esuberante. Diventa amico di Onorio Longhi e Prosperino Orsi che riescono a trovargli una sistemazione e provano a vendere e far conoscere i suoi primi quadri. Nelle sue notti turbolente rimane folgorato dalla bellezza di Fillide Melandroni, una rinomata cortigiana, provocando la gelosia profonda del suo protettore Ranuccio Tomassoni.

Le sue opere iniziano finalmente a circolare fra i mercanti e attirano l’attenzione del Cardinal Del Monte, vicino a Costanza Colonna, che lo invita a Palazzo Firenze, sotto la sua protezione, e gli offre la possibilità di dedicarsi senza distrazioni alla sua arte.
Nonostante le raccomandazioni di Del Monte e Costanza e nonostante le condizioni di agio e tranquillità in cui è messo, l’inquietudine di Michele non tarda a prendere il sopravvento, trasportandolo dall’ennesima rissa alle provocazioni verso tutti i membri dell’Accademia che frequentano Palazzo Firenze. L’amore pericoloso per Fillide viene immortalato in una serie di capolavori, ma aumenta l’astio del suo protettore Ranuccio e porta Michele a frequentare più volte le patrie galere.

Il Cardinal Del Monte e Costanza Colonna continuano con mille sforzi a prendersi cura di lui, cercando di tenerlo occupato con delle commissioni importanti come la cappella Contarelli nella chiesa di San Luigi dei Francesi. Il successo delle opere di Caravaggio lievita di giorno in giorno, nonostante i membri dell’Accademia facciano di tutto per ostacolarlo e lui cerchi sempre di mettersi in luce negativa sostenendo, per esempio, le cause di Beatrice Cenci e Giordano Bruno, condannati dall’opinione pubblica.

Seconda puntata Michele entra in contatto in questo periodo con l’altra sua musa per eccellenza, Lena, e naturalmente finisce per attirare di nuovo su di sé il rancore di molti. Nuovo soggiorno in carcere, nuovi disperati appelli di Del Monte e Costanza che non sanno più come fare per proteggerlo. Caravaggio è all’apice del suo successo, incontra il Papa e ne fa il ritratto, quando le sue intemperanze raggiungono il limite: uccide in un duello Ranuccio Tomassoni ed è costretto a scappare a Napoli per non farsi uccidere a sua volta o arrestare.

Qui, sempre sotto la protezione di Costanza Colonna, che lo ospita a Palazzo Carafa, non ha difficoltà a trovare delle commissioni importanti, ormai la sua fama lo precede, tanto che viene invitato a Malta, dove l’ordine dei Cavalieri può forse intercedere col Papa e fargli ottenere la grazia.
Sull’isola Caravaggio entra subito nelle grazie del Gran Maestro dei Cavalieri di Malta De Wignancourt, che gli commissiona una serie di ritratti, e rincontra per caso il suo vecchio idolo di quando era ragazzino, il cavalier Martelli. Michele viene presto investito Cavaliere, realizzando un suo vecchio sogno, ma la sua stella nera continua a brillare.

Per difendere l’onore di Fabrizio Colonna, figlio di Costanza, e cavaliere a sua volta, Michele viene coinvolto in una rissa che stavolta aveva fatto di tutto per evitare. Viene immediatamente arrestato ed estromesso dall’ordine nel quale era appena entrato. Fabrizio gli rende il favore aiutandolo ad evadere e a raggiungere la Sicilia.

Qui Michele rientra in contatto con il suo amico fraterno Minniti che lo ospita a Siracusa. Michele è spaventato come non lo è mai stato: braccato dai Cavalieri di Malta, dalle guardie papali e dai vendicativi fratelli di Ranuccio Tomassoni. Minniti cerca di aiutarlo ottenendo per lui delle commissioni che Caravaggio evade febbrilmente, senza sosta, con una fretta incredibile di scappare da una minaccia incombente. Intanto a Roma il Cardinal Del Monte e Costanza Colonna, con l’aiuto di Scipione Borghese, plenipotenziario di giustizia e nipote del Papa - e grande estimatore delle opere del Caravaggio - stanno cercando di intercedere presso il Santo Padre per ottenere la grazia del loro protetto.

Michele riesce a raggiungere Napoli, dove insieme alla bella notizia della grazia imminente, l’attende anche l’agguato vendicativo dei fratelli Tomassoni, che lo feriscono gravemente. Stavolta le cure di Costanza Colonna sfociano finalmente in un rapporto amoroso che era rimasto sospeso e desiderato fin dalla loro infanzia. Michele deve ora soltanto raggiungere Roma, consegnare dei quadri in regalo al Papa e ottenere la grazia, ma lo scalo funesto nel porto di Palo diventa il capolinea della sua esistenza.

Un semplice comandante della guardia portuale ferma il grande Caravaggio e ne ordina l’arresto, nonostante le proteste e le minacce del pittore. La detenzione in condizioni pessime debilita fortemente Michele che verrà scarcerato, una volta appurato l’equivoco, troppo tardi. Morirà sulla spiaggia di Porto Ercole, senza riuscire a raggiungere Roma, fra le braccia di Costanza Colonna arrivata giusto in tempo per coglierne l’ultimo respiro.

Ultimi Video

  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020
  • ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    Ecco il primo Tech Talk organizzato da Comunicare Digitale in collaborazione con Natlive. Personalità di grandissimo livello si sono confrontate Martedì 28 Aprile per questo primo approf...
    D
    Digitale Terrestre
      martedì, 28 aprile 2020

Palinsesti TV