DIGIQUEST MHP

Recensione: Digiquest - Digitale Terrestre

Recensione realizzata da:

Giorgio Cuccureddu

D
Digitale Terrestre
  mercoledì, 13 aprile 2005

Anche la Digiquest, casa nota per i suoi ricevitori satellitari, ha immesso sul mercato il suo ricevitore digitale terrestre, denominato semplicemente MHP T, che sarà oggetto del nostro test.

Ringraziamo per il supporto la ditta TVSatitaly che ci ha fornito il campione per la prova.

ASPETTO E CARATTERISTICHE

L'aspetto è esteticamente gradevole. Le dimensioni molto contenute, 22,5 cm di larghezza, 16 cm di profondità e 3,5 cm di altezza , lo rendono idoneo ad essere alloggiato anche negli spazi più ristetti.

Il ricevitore è dotato di uno slot per smart card da utlizzare con le card prepagate di Mediaset e La 7, e le codifiche integrate sono Irdeto, Nagrvision e Conax.

Sul retro del ricevitore troviamo un ingresso ed una uscita d'antenna loop con connettori coassiali, una presa Scart per TV,, una uscita audio/video stereo RCA, un'uscita ottica S-PDIF per l'audio digitale, una presa plug per il collegamento del modem alla linea telefonica e l'ingreso 12 V dell'alimentatore.

UTILIZZO DEL RICEVITORE


Il telecomando, anche se di estetica poco curata e un po ingombrante, permette l'accesso diretto a tutte le funzioni principali del ricevitore.

Naturalmente sono presenti i consueti tasti per il controllo volume sul lato sinistro, per il cambio canale sul loto destro, i quattro tasti freccia per spostarsi tra i canali e i menù ed il tasto OK per confermare, oltre ai dieci tasti numerici posti nella parte alta.

I quattro tasti colorati vengono utilizzati soprattutto per le funzioni interattive del decoder.

Una spiegazione sulle funzione del telecomando la troviamo nel menù Aiuto, alla voce Telecomando.

All'avvio ci appare subito la schermata col logo Digiquest. Entrando nel menù ci accorgiamo subito di essere di fronte ad un software già conosciuto. Infatti il ricevitore è in tutto e per tutto identico all'ADB 2000T, già da noi recensito alcuni mesi fa.
Per questo motivo per la descrizione dei menù ho preso spunto dall'ottima recensione fatta dal collega Raul Marcaccini, che potrete leggere qui.

Premendo il tasto menù si accede subito al menù principale composto da altrettanti sottomenù.

Gestione Timer:
In gestione Timer è possibile creare delle prenotazioni, ciò permette di impostare il decoder alla visione di un programma di nostro interesse, abbinando a ciò un videoregistratore è poi possibile registrare l'evento impostato.

Gestione Canali:
Qui potremo gestire completamente i canali memorizzati, sia all’interno della lista principale che di quelle personalizzate, (aggiungi, blocca, sposta, salta, rinomina, cancella) come detto precedentemente questa parte è molto semplice ed intuitiva e permette di ottenere un grado di personalizzazione completo.

Organizza Liste:
Gestione completa delle liste presenti nel decoder (massimo 6 liste personalizzate con funzionalità di rinomina, riordina, cancella).

Servizi Pay per view:
Gestione dei servizi in ppv, ovvero Mediaset Premium e La7 Cartapiù.


Installazione:

Ora locale: Scelta del fuso orario di appartenenza, su cui il decoder si manterrà aggiornato.

Impostazioni:
Impostazioni TV: Scelta fra formato dello schermo (4:3 – 16:9), formato dell’immagine (Letter box, Pan-Scan, Schermo Intero), Uscita Scart TV(RGB, CVBS), Standard Video (Pal, Secam).
Impostazioni sistema: Scelta fra il sistema di codifica integrato (Irdeto, Nagravision, Conax), Dolby Digital (Si, No), Aggiornamento automatico (Si,No), Aggiornamento nel modo funzionamento (Si,No), Ora verifica aggiornamento, Ripeti verifica aggiornamento (Quotidiano, Settimanale).
Configurazione modem: Numero di telefono, Prefisso accesso esterno, Tipo di composizione (tono, impulsi), Tipo di pausa (nessuna,pausa tra numeri, attesa segnale), ID utente, password, attendi il segnale di libero (Si,No).
Test del modem: effettua un test per verificare se il modem è collegato correttamente, in questo caso si consiglia di telefonare ad un numero personale su cui si possa verificare il funzionamento, per esempio un cellulare.
Nazione:
Scelta della Nazione in cui risiede il decoder.
Livello del segnale: Menu di test, in cui si può verificare il livello del segnale presente, comprensivo di qualità e BER, inoltre si può scorrere fra i canali per verificare l'intera gamma delle frequenze.

Ricerca canale:
Aggiorna la tua lista canali: Effettua una ricerca canali automatica, per verificare se esistono canali nuovi oltre a quelli già memorizzati.
Reinstalla la lista canali: Esegue una nuova ricerca canali, questa operazione cancellerà completamente le liste esistenti.



Stato decoder:
Informazioni CA:

Informazioni sui diritti presenti nella carta eventualmente inserita nel decoder


Informazioni di sistema: Le informazioni di sistema aprono una finestra con un riassunto generale delle caratteristiche del decoder, come per esempio il numero delle varie versioni Hardware, software, applicazioni ecc.


Informazioni del Loader: Finestra di sistema, con indicate le informazioni relative al firmware caricato.

Aggiornamento decoder: Avvia la ricerca manuale di aggiornamenti, il decoder farà una scansione per verificare la presenza di un nuovo aggiornamento.


Impostazioni predefinite:
Ripristina lo stato iniziale del decoder. Selezionando questa impostazione il decoder verrà riportato allo stato iniziale, come se fosse appena uscito di fabbrica e cancellerà tutte le impostazioni personali, liste canali comprese.

FUNZIONI INTERATTIVE

La grossa novità introdotta dal digitale terrestre è proprio l'interattività.
Anche il Digiquest MHP T, come ogni decoder interattivo MHP, permette di usufruire di tutti i servizi interattivi offerti dalle varie emittenti.
Quando durante la visione di un canale appare il puntino rosso o l'avviso di interattività, ci basterà premere il tasto rosso per accedere ai servizi.




Alcuni programmi, ( nel nostro esempio il reality La Fattoria su Canale 5) offrono la possibilità di interagire direttamente attraverso il modem integrato; in questo caso è possibile votare per l'eliminazione di un concorrente, ma in futuro queste funzioni verranno ampliate e si potrà accedere a servizi di pubblica utilità, banche, anagrafe, ecc.

CONCLUSIONI
Sicuramente si tratta di un ottimo decoder, a mio parere superiore a tanti altri del settore, facile nell'uso e dalle ottime prestazioni.
Una cosa che secondo me manca e che aggiungerei al software , è la possibilità di effettuare la ricerca manualmente su un singolo canale, mentre ora si effettua solo sull'intera banda, ma è comunque cosa da poco e nulla toglie alla bontà del prodotto.

Ultimi Palinsesti