Bilancio 2007 Sipra, risultati positivi e balzo in avanti dei canali tematici

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

E
Economia
  martedì, 25 marzo 2008
 00:00
SipraCresce del 2,8% la raccolta pubblicitaria Sipra 2007: è questo il dato che emerge dal confronto con il fatturato omogeneo 2006, depurato cioè dagli introiti legati ai due grandi eventi sportivi di quell’anno, le Olimpiadi invernali di Torino e i Mondiali di calcio vinti dall’Italia.
 
Un risultato importante, presentato oggi a Roma dal presidente, Roberto Sergio, all’assemblea degli azionisti della concessionaria di pubblicità del Gruppo Rai, che ha approvato il bilancio 2007: 1.450,3 milioni di euro di fatturato e un utile ante imposte di 16,4 milioni di euro.
 
A comporre questi valori, il buon andamento dei singoli mezzi:
  • la TV Rai ha registrato un incremento degli investimenti in tabellare del 3%*, per un valore di circa 1.205 milioni di euro
  • le Tv tematiche Rai International, Rai News 24, Rai Sport Satellite sono cresciute del 36%, con una raccolta di circa 7,4 milioni di euro.
  • Radio Rai ha incrementato il proprio fatturato dell’1,5%*, per un valore complessivo di 84,9 milioni di euro
  • il comparto web (raccolta per Raiclick e RaiNet) mette a segno un incremento del 9,4% e un totale di 1,7 milioni di euro.

 Al di fuori dei mezzi Rai, il cinema, di cui Sipra detiene il più importante circuito pubblicitario nazionale, ha contribuito al risultato complessivo con una raccolta di 36 milioni di euro. 

Il presidente Roberto Sergio ha sottolineato come “gli ottimi risultati conseguiti da tutti i mezzi, soprattutto da quelli più nuovi come le TV satellitari e il web confermino la vocazione multimediale della concessionaria”.
 
“Il confronto con un anno così straordinario come il 2006 era molto impegnativo - ha commentato l’amministratore delegato, Maurizio Braccialarghe - ma il lavoro di squadra fra Sipra e Rai e la fiducia degli investitori ci hanno permesso di vincere la sfida”.
 
* valore incrementale del fatturato 2007 vs 2006 depurato dagli introiti pubblicitari di Olimpiadi e Mondiali di calcio.

Palinsesti TV