DIGITAL-NEWS

Si informa che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al fine di inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l’informativa. Se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Chiudendo questo banner si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Digital-Forum

Vivendi non scorda Mediaset, presto blind trust

News inserita da:

Fonte: Ansa

Economia

Nel pieno della battaglia su Tim, Vivendi non dimentica il dossier Mediaset: i francesi hanno infatti pronto il 'blind trust' al quale conferire quasi il 20% delle azioni del Biscione, una struttura che potrebbe essere annunciata in anticipo rispetto alla scadenza di mercoledì prossimo. Per il gruppo guidato da Bolloré non è un passaggio solo formale: dovrà essere un affidatario che ottemperi agli obblighi imposti dall'Agcom, ma allo stesso tempo permetta ai francesi di avere sufficiente potere decisionale su un pacchetto di azioni fondamentale per le prossime mosse nella complessa partita italiana. E i tempi in questo match sono importanti, a volte sono quasi tutto.

Se Vivendi infatti chiedesse una proroga all'anno di tempo imposto al 18 aprile dall'Authority, che ha intimato di scegliere tra la partecipazione in Tim e quella nel Biscione, questa scelta dimostrerebbe una strategia dei francesi: attendere l'esito dell'assemblea Tim del 24 aprile quando potrebbero trovarsi senza la maggioranza nel Cda del gruppo delle telecomunicazioni e quindi avere mani più libere nel confronto con Mediaset. Fino alla possibilità di un attacco frontale, Opa compresa. Ma uno scenario possibile è quello di vedere, anche nel caso Elliott riuscisse a realizzare il ribaltone del cda, alcuni consiglieri Vivendi confermati in Tim, magari sempre Genish alla guida a tutelare i francesi e il fondo americano a fare il suo mestiere, cioè creare valore e non gestire la società.

Anche i francesi sono interessati soprattutto al valore, che verrà dalla rete, ma per ora non possono mollare: il loro prezzo di carico delle azioni Tim è superiore all'euro, contro un titolo che resta sotto quota 0,90 nonostante la corsa recente. Situazione simile se non peggiore in Mediaset: Vivendi ha comprato le azioni a una media di 3,7 euro, con il titolo del Biscione che, pur muovendosi ai massimi da agosto sul recente accordo con Sky, si mantiene attorno ai 3,3 euro. Quindi per ora, anche in attesa di capire quale sarà il governo con il quale confrontarsi, meglio aspettare e dare spazio a un negoziato al momento del tutto fermo con il Biscione. E il tempo c'è: la prima vera udienza della causa miliardaria sul mancato acquisto di Premium è fissata solo per fine ottobre.

Vuoi inserire le nostre News nel tuo sito? Clicca Qui.

Elephone S7
Prova Tecnica Telefonia

Elephone S7

Smartphone
Minix Neo U1
Prova Tecnica High Tech

Minix Neo U1

Multimedia Player - Tv Box
Umidigi G
Prova Tecnica Telefonia

Umidigi G

Smartphone
Ulefone Vienna
Prova Tecnica Telefonia

Ulefone Vienna

Smartphone

Ultimi Video

Palinsesti TV