Luciana Littizzetto: ''No ai Talk Show e alla cronaca nera in tv''

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  venerdì, 18 aprile 2008
 00:00

Meno informazione in tv, meno cronaca nera, meno talk show. E certamente abolire l'Auditel. Mentre il Grande Fratello, questo si', «tutto sommato puo' rimanere».

Parole e pensieri di Luciana Littizzetto, uno dei personaggi piu' familiari e seguiti dal pubblico televisivo, che ne parla in un'intervista esclusiva fatta per l'ultimo numero da oggi in edicola e in libreria di ''Doc Toscana'', la rivista di approfondimento culturale fondata e diretta da Riccardo Monni e pubblicata da Polistampa.

«Mi spiace che alla gente arrivi solo il peggio delle notizie, il pettegolezzo sulle disgrazie. Mi fa orrore chi fa spettacolo su fatti d'attualita' - dichiara l'attrice e comica - Farei pulizia proprio nel settore dell'informazione. Toglierei tutti i talk-show dove si disquisisce con finti psicologi, ballerine, soubrette. Poi leverei buona parte della cronaca nera dai tg, che ormai vivono solo di quello».

Un giudizio netto a cui si affiancano salvataggi insperati. «Tutto sommato lascerei il Grande Fratello e simili e alla fine io non me la sentirei di condannare del tutto la tv spazzatura perche' per qualcuno puo' avere il valore di un aiuto - afferma in un passo dell'intervista -. Ma si' c'e' gente che vive la vita di Ridge e Brooke in Beautiful perche' non riesce a vivere la propria».

Littizzetto punta il dito contro l'Auditel spezzando una lancia a favore dei programmi sperimentali «quelli che sono partiti in sordina e poi si sono fatti le ossa e piano piano sono riusciti a diventare programmi di successo».

Quanto alla televisione, e qui emerge il punto di vista di una protagonista ventennale del piccolo schermo, "e' una macchina meravigliosa e diabolica che ti prende, ti mastica, ti consuma e ti butta via. Quindi se non ti difendi, cambiando ogni volta, non puoi continuare a farla''. "Io ho cambiato molto - dice - Ho iniziato facendo «Minchia Sabbry» fino ad arrivare a trattare di politica: le trasformazioni avvengono perche' si cresce con l'urgenza di raccontarsi''.

Ultimi Video

Palinsesti TV