Canone Rai: Romani, 30 euro in meno se perň l'evasione cala del 10%

News inserita da:

Fonte: Agi

T
Televisione
  mercoledì, 03 dicembre 2008
 00:00

La riduzione di appena il 10% annuo di evasione nel pagamento del canone di abbonamento Rai comporterebbe automaticamente un abbassamento dell’importo del canone stesso tra i 20 e i 30 euro. In Italia l’evasione del canone tocca quota 27%, di gran lunga superiore a quella di altri Paesi europei.

Lo ha detto il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani, a margine dell’assemblea nazionale della Frt, la federazione delle radiotelevisioni private. “Si avrebbe cosi’ una riduzione di un importo superiore di gran lunga a quell’aumento di cui si sta parlando in questi giorni in fatto di televisioni”, riferendosi cosi’ alla vicenda Sky, ovvero all’incremento dal 10 al 20% dell’Iva sulla pay-tv.

Il Sottosegretario ha spiegato, parlando ancora di canone Rai, che e’ allo studio l’ipotesi su come arrivare al contenimento dell’evasione: “ci sono diversi sistemi, come quello adottato in Grecia, facendo perno sulle utenze elettriche, oppure come in Francia dove si e’ scelta la strada di agganciare il pagamento del canone ad un’imposta simile all’Ici italiana. Stiamo vedendo come fare. Di sicuro e’ elevata la percentuale di evasori, con preponderanza al Sud”.

Il sottosegretario ha spiegato che il 65% della programmazione che la Rai deve garantire come attivita’ di servizio pubblico non e’ coperta dalle entrate derivanti dal canone di abbonamento, e visto che c’e’ una norma che lo consente si puo’ procedere all’aumento dell’importo anche solo tenendo conto del tasso di inflazione programmato”.

Romani si e’ detto “sempre a favore della televisione pubblica, mi sono sempre detto d’accordo che rimanga pubblica, trovo che un Governo debba preoccuparsi che una tassa abbia una forte evasione. E’ anche un problema di equita’ fiscale che andrebbe a vantaggio di quel 73% di italiani che paga regolarmente il canone”.

Circa pero’ i tempi di definizione ed entrata in vigore delle misure per contenere l’evasione, Romani ha ammesso che sono decisamente lunghi, “perche’ occorre parlarne con tutte le forze politiche e in Parlamento. Vorrei che fosse una riforma condivisa, e mi chiedo chi non possa dirsi d’accordo. Il dramma vero di questa riforma e’ come sempre il momento di transizione, che e’ lungo e durante il quale pero’ non si possono far mancare risorse alla Rai”.

Ultimi Video

Palinsesti TV